Novellara – 2 bronzi per i fratelli Ramosacj e 3 quinti posti al torneo nazionale Malatesti di Firenze

Partenza alla grande del dojo arti marziali, settore judo, al torneo Malatesti, valido per l’acquisizione della cintura nera 1 dan con 5 risultati utili, 2 bronzi e 3 quinti posti su 5 partecipanti.
Ad aprire la gara la categoria under 17. Il dojo arti marziali di Novellara presentava ben 3 atleti in 3 categorie diverse. Apre la gara Gian Marco Torreggiani nella categoria fino a 60 kg. 3 incontri vinti prima del limite da parte del giovane novellarese e due persi comunque con eleganza, relegano Gian Marco ai piedi del podio. Stessa sorte per il compagno di squadra Lorenzo Villani categoria fino a 66 kg che non bissa il risultato della coppa Lombardia. Infatti, due incontri vinti e due persi non sono sufficienti a far salire sul podio Lorenzo. In gara sempre nell’under 17, Reinald Ramosacaj fratello minore di quell’Igli Ramosacaj che ha partecipato ai campionati europei a Parendo, con la nazionale albanese. La gara parte bene e alla fine riesce a salire sul podio e a guadagnare il bronzo nella categoria fino a 81 kg. Il pomeriggio vede la categoria juniores combattere assieme ai seniores. Apre la gara Igli di ritorno dai campionati europei juniores. Per niente in forma, il nazionale albanese piazza tre ippon (vittorie prima del limite) per poi perdere malamente la semifinale. Relegato ai recuperi vince la finalina per il bronzo in 5 secondi secchi, mancando  però di quello smalto che lo aveva caratterizzato in Croazia ai campionati d’Europa. Nella stessa categoria di età ma negli 81 kg, l’atleta polacco Dorian Glowacki già protagonista di diverse gare spettacolo, in una categoria di peso che non è proprio la sua, chiude il primo incontro prima del limite il secondo pure, poi un infortunio costringe il novellarese d’adozione al ritiro fermando la sua corsa alla medaglia d’oro.  A fine giornata gli atleti del dojo arti marziali di Novellara portavano a casa il trofeo Malatesti. Un grazie a tutti da parte dei tecnici Andrea Aldini e il nazionale moldavo Stanislav Calmati che con grande determinazione hanno preparato i ragazzi, per questo momento così delicato come l’inizio di stagione, che non fallivano il risultato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...