Armonie dal Mondo continua con “Panorama tour” di Verano

Verano 2[5607]

Armonie dal Mondo, rassegna musicale novellarese giunta alla quinta edizione, continua ad animare le sere estive: nuovo appuntamento per sabato 3 agosto alle ore 21.00, presso il Parco Castello (via Sancti Spiritus).
A esibirsi sarà Anna Viganò, in arte Verano, cantautrice che in questi mesi sta portando in giro il suo ultimo lavoro, “Panorama”, insieme a Daniele Carretti (Offlaga Disco Pax).
Cantautrice dalla vena prolifica e dalla penna ispirata, Anna si è affidata alle competenti mani di Colapesce per mettere nero su bianco i dieci pezzi di questo primo vero album: dieci pezzi dall’impronta fortemente autobiografica, da “Vasco”, dedicata al padre, passando per quella “Bombafragola” che porta il nome di un cocktail milanese al 100%. Milano che ha adottato Anna, bresciana di origine, e che ha fatto da sfondo per tutta una serie di sentimenti e ricordi che, uniti da un denominatore comune, Anna stessa, costruiscono un disco fondamentalmente indie pop, dal taglio necessariamente cantautorale, molto elegante e con le chitarre ben in vista ad impostare la rotta.
Verano torna finalmente in tour con la sua band, questa volta arricchita anche dalla presenza di Daniele Carretti(Offlaga Disco Pax, Felpa) alla seconda chitarra e all’elettronica.
Il concerto è a ingresso gratuito; per maggiori informazioni: 0522 655457 – segreteriasindaco@comune.novellara.re.it. In caso di maltempo il concerto si terrà presso il loggiato della Rocca.

Francesca Amadei

PUBB LUGLIO[4898]

Annunci

MIHAJLOVIC: UN GRANDE UOMO

mi

Caro direttore, erano circa un migliaio le persone che hanno partecipato al pellegrinaggio da BO alla Madonna di San Luca pregando che la malattia di Sinisa venga debellata. Quando l’allenatore del Bologna ha detto, in una drammatica conferenza stampa, di avere la leucemia, tutti hanno avvertito una scossa come se quel male si fosse impadronito di una parte di loro. Ci vuole coraggio a mettere in piazza le proprie cose.
Specie se dolorose. Lui non ha nascosto emozione e lacrime. Ha mostrato la debolezza ma pure la forza di non arrendersi, di aggredire il male e vincerlo, così come insegna a fare in campo ai suoi giocatori. Sinisa sta giocando un’altra partita con grande dignità, affermando il legame con la vita, con la sua famiglia, i collaboratori e con tutti coloro che gli vogliono bene. Lo ha detto lui stesso con parole piene e dense, dritte ed esplosive come erano i suoi calci di punizione. Ha salvato il Bologna dalla retrocessione entrando nel cuore dei tifosi, ora deve salvare se stesso. Un’altra impresa ancor più importante. Difficile farcela da soli, c’è  bisogno di medicina, forza di volontà ma anche di tanto altro. E di tanti altri. Cercando facce amiche a cui chiedere aiuto e non pacche sulle spalle. E’ anche questo a sconvolgere e suscitare non solo commozione ma compartecipazione verso chi è messo alla prova. In tal moto umano cadono muri e si generano solidarietà e, persino, fraternità. Si abbraccia anche la speranza di una nuova vita.

Cordialità
Paolo Pagliani

26-27-28 LUGLIO 2019 MISS ANGURIA BLUES Tre giorni dedicati all’anguria reggiana all’insegna della tradizione, del divertimento e della buona musica

i sapori tipici[5584]

A Novellara è tutto pronto per la quindicesima edizione di Miss Anguria, festa nata per valorizzare il lavoro dei produttori agricoli che ogni anno crescono frutti buonissimi; talmente buoni da ottenere nel 2017 il primo IGP per un prodotto di origine vegetale esclusivo della provincia reggiana e in assoluto il primo IGP in Europa dedicato a questo frutto.
Dopo la positiva esperienza dello scorso anno non si poteva che ripetere l’unione di due manifestazioni quali Miss Anguria e il Rootsway Festival, appuntamenti ormai storici dell’estate novellarese. Ed ecco – allora – tornare “Miss Anguria Blues”, la nuova versione di questi due eventi che unendosi vogliono rafforzare il messaggio lanciato già da tanti anni ai rispettivi pubblici che qui convergeranno in un’unica grande festa.
Sul palco principale e nella piazza di Novellara avremo, come sempre, un ricco cartellone di musicisti in rappresentanza del miglior blues e roots music nazionale.
Venerdì 26 luglio dalle ore 21:00 si esibiranno i Gospel Book Revisited, una delle più belle rivelazioni dell’ultimo periodo musicale italiano; a seguire, dalle 22:15, una delle band leggendarie del blues italiano e non solo: la Treves Blues Band, il cui leader Fabio Treves festeggia nel 2019 settant’anni di una vita dedicata alla musica afro-americana.
Sabato 27 luglio si inizierà alle ore 10:30 con la presentazione della guida enogastronomica “Le radici del gusto” di Carlo Mantovani e con lo show cooking con lo chef Carlo Gozzi del ristorante l’Incontro.
Si riprenderà alle ore 21:00 – dopo la sfilata dei carri d’anguria – con il concorso del grado zuccherino e della gustosità, presentato da Pietro Casarini e Antonio Boschi, insieme alle note dei Best Before War.
La serata finale con il grande concorso per l’anguria più pesante vedrà invece come lo scorso anno la presenza delle telecamere di TRC che manderanno in diretta la serata presentata da Andrea Barbi, gran cerimoniere degli eventi più importanti in zona.
Ad accompagnare le aspiranti regine saranno i musicisti della Banda dei tamburi.
Tante anche le attività collaterali tra cui, per la prima volta, un coinvolgente laboratorio didattico dedicato alla musica e destinato a bambini e ragazzi in collaborazione con Jam Sound School in collaborazione con A-Z Blues dal titolo “Around The World”; e poi artisti di strada, mercatini, incisori di frutta e verdura, riproposizione di antichi mestieri, trattori, laboratori e spettacoli per bambini, il ristorante della Pro Loco con prodotti di qualità e naturalmente la mlonera (melonaia) con le gustosissime angurie di Novellara.

Francesca Amadei

TORNEO D DI CALCIO ALLA BERNOLDA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Si è concluso con una tiratissima finale (6 a 4) sotto la pioggia anche quest’anno il 18° torneo di calcio della Bernolda località vicino a Novellara. Sia all’inizio che dopo della finale vi sono stati i saluti della sindaca Elena Carletti e di Don Nino Ghisi, ideatore a suo tempo del torneo nel campetto adiacente alla Chiesa. Nel breve discorso di introduzione, il parroco ha evidenziato l’importanza del rispetto e dell’ amicizia. Il primo che deve essere un atteggiamento fondato sulla consapevolezza dei meriti, dei diritti e del decoro. L’amicizia brilla quando l’altro ha successo: è facile asciugare le lacrime di un amico mentre è più difficile stare in platea e applaudirlo senza gelosia nel momento del trionfo. Il ricavato della riuscita manifestazione viene destinato ad un missionario coetaneo ed amico di don Nino e all’acquisto di materiale informativo utile alle scuole dell’ infanzia locale. Sono state premiate tutte le compagini partecipanti con più o meno prodotti tipici locali (salumi, formaggio, vino), al miglior giocatore, portiere, cannoniere  e foto ricordo. Il tutto offerto da generosi sponsor cittadini. Particolarmente commovente è stato il saluto di Padre Gianchi (don Giancarlo Pacchin) che attraverso una registrazione whatsapp, ha ringraziato (tante, tante volte) i partecipanti dicendo che l’ asilo o meglio la costruzione della struttura a Jandira in Brasile, offre accoglienza a oltre 900 bambini ed è stata resa possibile soprattutto con i con la ormai nota solidarietà novellarese. Il prossimo anno spera di venire personalmente a ringraziare gli organizzatori e tutti i volontari che si sono adoperati per la riuscita della manifestazione. ll Bar Nolda, (nome assai indovinato), gestito dai ragazzi, ha sfamato e dissetato spettatori ed atleti durante le serate e organizzato due lotterie con premi interessanti. L’ultima felice intuizione è stato un buffet allestito alla veloce nel salone antistante il campo da gioco dato il maltempo, che ha contribuito ad aggiungere divertimento e condivisione tra giocatori, donne e bambini. Arrivederci al prossimo, augurandoci che le nuove “leve” (20-30 anni), riescano a sostituire parte di ultraquarantenni che hanno famiglia e meno tempo. I presupposti sono incoraggianti.

MISS ANGURIA BLUES E LA SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE

ProLoco Ambiente Novellara_logo_bianco[5562]

È tutto pronto alla Pro Loco di Novellara per l’evento plastic free di Miss Anguria Blues

A “Miss Anguria blues”, festa nata per valorizzare le tradizioni e il lavoro dei produttori agricoli, non poteva mancare un occhio di riguardo per la salvaguardia dell’ambiente.
Pro Loco di Novellara ha iniziato il progetto di implementazione delle strategie di tutela ambientale plastic free con l’utilizzo di posate biodegradabili in occasione del pranzo del 25 aprile; questo primo passo li ha convinti ad abbracciare completamente la filosofia plastic free per l’iniziativa di luglio.
Infatti a “Miss Anguria blues” tutte le stoviglie utilizzate saranno biodegradabili o compostabili, nel rispetto dei criteri individuati dalla normativa UNI EN 13432.
Un materiale compostabile, per essere tale, deve trasformarsi in tre mesi ed essere assorbito completamente da Madre Terra. È proprio il caso di dire… che da queste stoviglie nascono i fiori!
Durante l’evento sarà possibile chiedere aiuto al bio staff, ma il riciclo sarà molto semplice perché tutte le stoviglie (bicchieri, posate, bottiglie acqua…) andranno gettate nella frazione dell’umido e diventeranno utile compost per la terra. Pro Loco ha creato un logo per distinguere tutti gli eventi organizzati a tutela dell’ambiente: la nuova mascotte è una balena, sinonimo di un mare pulito, che rigetta ogni tipo di plastica.
Ma l’attenzione dell’associazione non si ferma al bando della plastica: il materiale cartaceo pubblicitario di “Miss Anguria Blues” è tutto certificato FSC®, marchio che garantisce la stampa su materiali provenienti da foreste nel rispetto di rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.
Anche i produttori di anguria reggiana sono sensibili alla salvaguardia dell’ambiente, utilizzando sistemi all’avanguardia per la produzione delle angurie; tramite la tecnica della fertirrigazione per un risparmio idrico ed ottimizzazione dei concimi e l’utilizzo degli insetti utili per il controllo dei nocivi eliminando l’utilizzo degli insetticidi.

Francesca Amadei

IL PROGETTO DEL RICCO EPULONE

sindrome-anton

Gentile direttore, molti buoni cattolici (anche quelli praticanti) sono d’accordo con il Papa sostenendo che fa bene a insistere sulla necessità di creare ponti e aprire porti. Ma nella situazione concreta attuale, troppi, considerano più opportuna e realistica la proposta leghista, che vuole i “porti chiusi” perché l’Italia non può ospitare tutti gli immigrati che sbarcano sulle sue coste. E’ questione – dicono – di buon senso. Il cuore può essere grande ma le braccia non possono accoglierne così tanti.. Non si è capita una verità semplicissima. Non si parla delle barche di migranti (o naufraghi) ma dal principio universale e realissimo della destinazione a tutti dei beni della terra, per evitare che ci sia chi sguazza nell’opulenza e chi muore di fame. Spetta all’intelligenza e al cuore dei responsabili della cosa pubblica inventare i modi adatti, che non sono certamente quelli del ricco Epulone che chiude le porte a Lazzaro. Se c’è è da far voce grossa e mostrare i muscoli non è con i deboli che non hanno voce, ma con i potenti che rifiutano di collaborare, evitando di disertare le riunioni organizzate dalle nazioni europee per discutere il problema. Risulta abile la riflessione sul detto “prima gli italiani” che unisce dividendo. Se è logico questo egoistico principio, che è stato consigliato da un Ministro all’arcivescovo di Torino, è altrettanto logico il principio: in Emilia prima gli emiliani; e a Reggio Emilia prima i reggiani; e a Gavassa prima i gavassesi; e tra le famiglie gavassesi quelle della mia famiglia; e nella mia famiglia, prima il mio io. Così non esiste nessuna comunità ma tanti piccoli io che guardano con sospetto tutti gli altri, perché possono restringere lo spazio vitale del proprio io che si allarga sempre di più. Era il progetto del ricco Epulone e non proprio di Qualcuno lassù.

Cordialità
Paolo Pagliani

PUBB LUGLIO[4898]

LA NUOVA STAGIONE DEL TEATRO FRANCO TAGLIAVINI DI NOVELLARA: METTIAMOCI, CUORE, FACCIA E CERVELLO

Come ormai consuetudine anche per la stagione 2019-20 il Teatro Franco Tagliavini ha dato un titolo all’intero cartellone: “mettiamoci cuore, faccia e cervello”, un titolo che come sempre vuol trattare e far riflettere su temi attuali e fondamentali.
Il nuovo cartellone punta sulla qualità artistica ed eventi unici come la tanto attesa inaugurazione del 12 e 13 ottobre che vedrà portare in scena da Etoile CTE lo spettacolo Hollywood.
Uno spettacolo dedicato alla storia di John Gilbert e Greta Garbo due nomi che hanno dato luce al grande mondo Hollywoodiano e che la nascita del cinema sonoro ha diviso irrimediabilmente. Uno spettacolo che parla delle loro vite e di un mondo tanto magico quanto finto delle grandi star del cinema.
La proposta artistica si presenta ampia e diversificata e offre al pubblico di personalizzare la propria stagione teatrale attraverso formule di abbonamento diverso, potendo scegliere tra diversi autori e generi di spettacolo, tutti caratterizzati da produzioni importanti e da interpreti di primo piano della scena teatrale italiana.
Il cartellone vede al suo interno spettacoli di danza, musica, prosa, teatro per le famiglie, concerti lirici e rappresentazioni delle compagnie locali.
Il cartellone principale è formato da 10 spettacoli, realizzato in parte, in collaborazione artistica con Ater (Associazione Teatrale Emilia Romagna).
La stagione entrerà nel vivo venerdì 15 novembre con la Carrozzeria Orfeo in Animali da bar, uno spettacolo dai dialoghi frizzanti e battute fulminanti; si ride e si piange insieme, la comicità a cui Carrozzeria Orfeo ha abituato il suo pubblico è una comicità crudele, spietata, come il linguaggio diretto, senza peli sulla lingua.
Sabato 23 ottobre spazio all’operetta con Orfeo all’inferno, un classico del teatro musicale leggero celebre per la straripante invenzione comica, lirica e musicale esaltata dal ritmo travolgente del celebre can-can.
Venerdì 17 gennaio la conosciutissima scrittrice sarda Michela Murgia porterà sul palco un monologo musicato dal vivo tratto dal suo libro provocatorio Istruzioni per diventare fascisti.
Martedì 4 febbraio protagonista a Novellara sarà Amanda Sandrelli, in scena con il classico La locandiera, dove interpreterà il ruolo di donna che teme e sfugge l’amore. Un cast affiatato e una messinscena elegante, segnata da un ottimo ritmo.
Giovedì 20 febbraio un grande interprete salirà sul palcoscenico di Novellara: parliamo di Leo Gullotta che interpreta Bartleby lo scrivano, capolavoro di Melville su un uomo dedito alla rinuncia.
Mercoledì 4 marzo sul palco del Teatro franco Tagliavini si esibirà un giovane volto della televisione: Francesca Inaudi in Preziosa. Con un registro brillante, ma in grado di toccare corde profonde e di grande umanità, la protagonista racconta della sua sindrome d’abbandono, dei genitori anaffettivi, dei suoi sgangherati rapporti di coppia, della migliore amica divenuta mito, della psicoterapia, della difficoltà a chiedere aiuto… Ma anche del miracolo della vita che regala sempre un’ennesima opportunità. Ora che l’ha capito preferisce ridere, passeggiare, essere leggera… Magari Preziosa.
Venerdì 13 marzo Ascanio Celestini, in attesa di presentare la terza parte della trilogia che seguirà agli
spettacoli “Laika” e “Pueblo”, con lo spettacolo Barzellette si concede un divertente intermezzo dedicato alle storielle divertenti da sempre create in ogni luogo del mondo spesso con strutture e personaggi analoghi. Un vero e proprio mondo da esplorare per ricordarci che si può ridere di tutto e soprattutto di noi.
Come ogni anno il Teatro Franco Tagliavini darà poi ampio spazio a diverse vecchie conoscenze come le compagnie Amigdala, NoveTeatro, AltrArte, il M°Adriano Lasagni, Etoile CTE… che sapranno emozionarci e coinvolgerci con le loro nuove produzioni.

Inizio campagna abbonamenti dal primo ottobre.
Teatro della Rocca Franco Tagliavini
Piazzale Marconi, 1 – interno Rocca – Novellara Tel. 0522-655407
teatro.novellara@gmail.comhttp://www.teatronovellara.it
http://www.facebook.com/teatronovellara/

PUBB LUGLIO[4898]