Bilancio 2019: Nessun aumento di imposte nel Comune di Novellara

tasse casa

Nel corso del Consiglio comunale che si è tenuto giovedì 20 dicembre è stato approvato il bilancio di previsione 2019-2021 del Comune di Novellara. Un bilancio solido, in equilibrio, che non prevede anticipi di cassa e che è stato approvato nei termini previsti.
L’ultimo bilancio di questa Amministrazione – afferma il Sindaco Elena Carletti – conferma il trend di questi anni: la cura di un patrimonio molto vasto, che parte dalle persone e termina negli spazi vissuti. Il bilancio apre poi nuove prospettive sulla realizzazione di una nuova sede per la Protezione civile e il magazzino comunale. Il tutto senza prevedere aumenti tariffari e di imposte per i cittadini, fatto di cui andiamo particolarmente fieri; resterà inoltre il tetto di esenzione di 11.000 € per gli sgravi Irpef”.
Il programma degli investimenti 2019 prevede infatti la riqualificazione energetica e antisismica degli impianti della piscina, per un totale di 700.000 euro; è stato affidato inoltre l’incarico per la redazione del progetto preliminare del nuovo palasport, redatto sulla base del recente studio di fattibilità condiviso con le associazioni sportive, la cui costruzione è prevista tra due anni. E ancora, in programma manutenzioni straordinarie della Rocca, sede di Municipio, Museo, Biblioteca e Teatro; manutenzioni e riqualificazioni degli edifici scolastici, in continuità con gli indirizzi che l’Amministrazione si è data in questi anni;; l’intervento di manutenzione straordinaria nel cimitero. Invariati gli investimenti nei servizi sociali ed educativi.
Lo scopo che vogliamo perseguire – spiega l’Assessore al bilancio Simone Zarantonello – è quello di rigenerare e valorizzare l’esistente, portando avanti forti interventi di riqualificazione e improntati al risparmio energetico”.
Per quel che riguarda l’ambiente, saranno riqualificati il Parco della Fossetta, il Parco della Falasca, e proseguono gli interventi sul Parco Augusto, la cui area giochi sarà arricchita di nuove pavimentazioni e giochi inclusivi fruibili anche da diversamente abili; inizierà la bonifica dell’amianto del tetto del magazzino comunale. Grazie ad una cospicua donazione di oltre 40.000 € sarà possibile intervenire anche sul canile e gattile, con diverse opere di manutenzione straordinaria. Inoltre a fine gennaio verrà presentato alla cittadinanza lo studio per la mobilità sostenibile nel territorio.

Francesca Amadei

PastedGraphic-1

Annunci

CANTO STUPENDO

astri-del-cielo

Stimato direttore, in questi giorni di Festa, sino all’Epifania, risuona non solo in Chiesa un canto stupendo che tradotto “liberamente” in italiano è chiamato Astro del ciel. Ho letto che è trasferito in 300 tra lingue e dialetti e si canta ininterrottamente da 200 anni proveniente dalla versione originale Stille nacht che significa “notte silenziosa”, in inglese Silent night. E’ un canto che ha conquistato il mondo, una ninna-nanna nata sulle sonorità delle zampogne che trasmette un’ autentica spiritualità. Tra i cinquanta brani musicali che, in tutto il mondo, hanno avuto più rifacimenti e interpretazioni, trenta sono canti di Natale e Stille Nacht si piazza solidamente al secondo posto con centinaia di versioni, dal folk al pop, dal gregoriano al rock. Il repertorio natalizio ha pervaso ogni parte del globo, diffondendosi ed essendo apprezzato anche là dove dove il cristianesimo è una realtà marginale. Non a caso, Stille Nacht nel 2011 è stata dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità: per la prima volta il riconoscimento è stato attribuito ad una canzone, segno evidente  che è considerata un bene da tutelare.

Cordialità e un sereno 2019
Paolo Pagliani

IL PRESEPE: LO SPIRITO DEL NATALE

presepi-650x412

Gentile direttore, piccolo o grandissimo, artistico o casalingo il presepe riassume lo spirito del Natale. Ed è bellissimo prepararlo insieme, lavorare la carta stagnola per il cielo e il laghetto, decidere in che ordine mettere le pecore, trovare il posto giusto, magari un po’ nascosto, per il pastore addormentato. Si riscopre l’importanza della famiglia, prepara il cuore alla festa, si sente il desiderio di dividere con chi ha meno. Il presepe ci dice proprio questo: che abbassarsi rende grandi, che tutti sono invitati alla Festa e che gli ultimi, i più soli, saranno i primi. Stupisce e fa male vedere il presepe impugnato come un bastone, diventare “segno” che divide, sentir dire che è un obbligo farlo, che chi non lo accetta va considerato straniero e non ha posto tra noi. Il suo messaggio è semplice, per capirlo basta avvicinarsi guardando la povertà della mangiatoia, la grotta fredda. No, il presepe non è un muro di separazione ma una lezione di ospitalità, il coraggio dei miti opposto all’arroganza dei forti, l’abbraccio che si stringe al petto chi non ha voce. I poveri, gli stranieri, gli ultimi, gli scartati.

Buone Feste
Paolo Pagliani

Christmas Show Parade, lo spettacolo di Natale in piazza

Chtistmas Show Parade

E’ ormai diventato un appuntamento imperdibile del Natale novellarese: parliamo dello spettacolo teatrale che ogni anno Etoile organizza in collaborazione con il Teatro Franco Tagliavini e Fincardinale in Piazza Unità d’Italia. La data da non perdere è quest’anno domenica 23 dicembre, quando il centro città sarà trasportato nelle scintillanti atmosfere di “Chtistmas Show Parade”. Lo spettacolo ci farà vivere l’incontro fra Sophie, un’orfanella che non ha mai conosciuto la gioia di festeggiare il Natale con una vera famiglia, e il circo Barnum (già protagonista dello spettacolo di apertura della stagione teatrale), che la porterà a scoprire un mondo nuovo, abitato da personaggi bizzarri e divertenti che le faranno vivere per la prima volta la magia delle feste.
Lo spettacolo è a ingresso gratuito e si svolgerà in tre repliche, alle 17.30, alle 18 e alle 18.30.

Francesca Amadei

Domenica 16 dicembre si inaugura la mostra di allievi di Daniele Vezzani e Silvano Scolari

Ritratti in mostra

Verrà inaugurata domenica 16 dicembre alle ore 11.00 la nuova mostra temporanea “Ritratti in mostra” allestita nel Museo Gonzaga di Novellara. La mostra comprende i ritratti realizzati da una decina di allievi del corso di pittura curato dai maestri Daniele Vezzani e Silvano Scolari. Daniele Vezzani ha recentemente esposto la sua opera “Kneeling girl” al Columbia Threadneedle Prize 2018. Silvano Scolari ha ricevuto nel 1998 il premio Topolino d’Oro per le migliori colorazioni in ambito Disney.
Il corso si è tenuto per la prima volta nel 2018 ed è stato suddiviso in due parti, la prima sulla didattica del disegno e la seconda su esercizi di copiatura. Il risultato è una serie di ritratti che immortalano i famigliari degli allievi. Il corso verrà ripetuto nel 2019, da marzo a giugno.
La mostra sarà visitabile tutte le domeniche fino al 6 gennaio, dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30.

PastedGraphic-1

ARIA SEMPRE PIÙ INQUINATA

Schermata 2018-12-11 a 11.13.12

Gentile direttore, si stanno prendendo sempre più misure restrittive specie per gli autoveicoli, al fine di limitare la pessima qualità dell’aria che respiriamo specie in centro città. A Novellara invece, causa la non ultimazione dell’ultimo tratto di tangenziale (1700 mt.), per colpa di un proprietario terriero che si oppone alla totalità della cittadinanza, si è costretti a convivere perennemente in un lungo tratto con sostanze pericolose. In un particolare punto poi di questo “imbuto” vicino ad abitazioni, si trova una Casa della Carità con diversi ospiti (malati) ed a meno di cento metri la scuola elementare e un asilo. Un tecnico dell’Arpa di BO sosteneva che vivere in un appartamento che si affaccia su una strada trafficata, significa avere un’aria più inquinata rispetto ad altre fino al triplo per alcuni valori. Se mettessimo sensori nel punto più critico (davanti al Santuario della Fossetta), la concentrazione di particelle ultrafini e di biossido di azoto sarebbe molto, molto superiore rispetto a Viale Timavo in RE; ecco perché i novellaresi si ammalano di tumori al polmone più della media. Nonostante gli sforzi di tutte le forze politiche presso le Sedi competenti regionali e nazionali, non si riesce ad ottenere il nullaosta per congiungere i tratti stradali già esistenti; c’è sempre un rinvio, un ricorso, un ostruzionismo, una disdicevole “melina”, un avvocato compiacente di una famiglia che impedisce da decenni la conclusione dei lavori. Sembra incredibile ma purtroppo è così: <<si è presi in giro>>. Agire sempre con “la carota” ha portato a questa tragica situazione. Ora però pare che qualcuno del Comitato abbia suggerito l’altra soluzione “del bastone” copiando in modo molto meno violento dai gilet gialli francesi. Se ne riparlerà o si agirà nella primavera a venire. La pazienza contro la pervicace testardaggine ha un limite. La misura è ormai colma.

Cordialità 
Paolo Pagliani

LA C.R.I. DI NOVELLARA SEMPRE IN AZIONE AL SERVIZIO DELLA CITTADINANZA

LOCANDINA AUTOMEDICA

A partire dal gennaio 2019 l’intero sistema di risposta alle emergenze sanitarie si arricchirà di un ulteriore tassello: a Novellara, infatti, sarà dislocata l’unica automedica in servizio in tutta la bassa Reggiana dalle ore 20 alle ore 7. Questo mezzo di soccorso avanzato si aggiungerà alle autoinfermieristiche in partenza dagli ospedali di Guastalla e Correggio. In orario diurno (dalle ore 7 alle ore 20) il soccorso avanzato in supporto delle ambulanze sarà garantito da quattro mezzi: un’autoinfermieristica e un’automedica in partenza dagli ospedali di Guastalla e Correggio.
AUTOINFERMIERISTICA E AUTOMEDICA. COSA CAMBIA?
Entrambe le tipologie di mezzi hanno un sanitario a bordo: mentre l’equipaggio dell’autoinfermieristica è composto solo da un autista e da un infermiere, quello dell’Automedica è composto da autista, medico e infermiere.
A seconda della gravità dell’intervento la Centrale Operativa 118 sceglierà la risorsa più adatta a rispondere all’emergenza.

L’IMPEGNO DELLA CROCE ROSSA DI NOVELLARA

Il nostro Comitato si è già adoperato per garantire l’attivazione del servizio che, ovviamente, comporta diversi oneri: uno di questi è relativo all’acquisizione del veicolo che sarà allestito ad Automedica.
Con la campagna di raccolta fondi “Un’Automedica per Novellara” chiediamo il vostro supporto per raggiungere questo importante obiettivo.

Il Presidente
Dott. Massimo Denti