Aurore Boreali 2016: viaggio tra Finlandia, Lapponia e Norvegia


Vado, non vado? Ero titubante, poi mia moglie mi dice: “Et’ saré mea coiòun?” Sei in pensione, stai bene fisicamente, non è una spesa esorbitante… vai!
Detto fatto, Sabato 16 Gennaio, mi ritrovo in aeroporto a Malpensa con volo diretto ad HELSINKI, in compagnia di altre 15 persone (giovani e non più giovani) tutte elettrizzate da questa nuova avventura.
Arriviamo ad Helsinki in tarda serata, pernottiamo vicino all’aeroporto e la mattina seguente voliamo per IVALO (Lapponia Finlandese) e ad attenderci troviamo Seppo, una persona squisita che ci ospita nella propria Farmhouse per 3 giorni.
Da lí partiamo per visitare l’Artic See (mare artico finlandese), il giorno seguente ci porta in un allevamento di Husky, dove con slitta di bambu e pelli di renna ci immergiamo nella fitta boscaglia lappone ed attraversiamo un lago ghiacciato. Temperatura? – 40° gradi, se non ti muovi, congeli!!!
Il terzo giorno visita ad una fattoria di renne, con annesso pranzo lappone a base di patate e pesce bollito. La mattina successiva abbiamo lasciato a malincuore Seppo, le notti seguenti le abbiamo passate ad INARI (centro di smistamento per Capo Nord o direzione Russia).
Quarto giorno, con una sveglia quasi da camionisti, ci aspetta un viaggio di 6 ore per arrivare a NORD KAPP (Capo Nord) la punta più estrema dell’Europa verso il Polo Nord. Il tragitto, dopo le prime tre ore di buio è meraviglioso, si avvicendano baie con poche casupole di pescatori, collinette che vanno a degradare sul mare, neve, ghiaccio e colori di un’alba stupenda!
Arriviamo a 13 km. da Capo Nord. Non riesco nemmeno a spiegare con parole semplici i colori del cielo, ma dobbiamo fare in fretta a visitare la parte fuori perché dal mare sta arrivando una bufera di neve, che ovviamente arriva, violenta ma veloce, tanto da darci il tempo di mangiare un panino e poi è già ora di rimettersi in viaggio. Torniamo ad INARI, ceniamo e poi subito dopo fuori a – 27° camminando sopra il lago ghiacciato (che è il secondo lago più grande della Finlandia) spostandoci dal chiarore delle luci del paese per vedere le desiderate “AURORE BOREALI”. Speranzosi volgiamo lo sguardo all’insù…ed eccole! Le prime molto tenui, poi man mano sempre più intense e con giochi di colore e forme imprevedibili (ma distintamente verdi smeraldo all’interno).
L’indomani ci aspetta un altro viaggio verso il capoluogo della lapponia finlandese ROVANIEMI (anche conosciuta come il paese di Babbo Natale), dopo 4 ore di pullman, arriviamo nel villaggio che, come già ci era stato detto è molto commerciale, curiosando di qua e di là arriviamo nella sala dove Babbo ci accoglie per il filmato e le foto, naturalmente non erano gratis e noi passando oltre arriviamo in un’altra costruzione dov’è allestito il “Bar di ghiaccio”.
Entriamo, fa un freddo birichino! All’interno vediamo tutta una serie di mobili in ghiaccio: bancone bar, tavoli, sedie e nella zona relax alcune stanze con letti di ghiaccio, il tutto illuminato con lampade colorate che ne risaltano le forme!
Da Rovaniemi prendiamo il treno notturno per Helsinki, la capitale finlandese, e la visitiamo.
Il giorno successivo prendiamo il traghetto e dopo 3 ore arriviamo a TALLIN (Estonia) dove ho fatto da guida al gruppo, essendoci già stato in precedenza. Tallin è un piccolo gioiello medievale: castello, chiese, piazza del comune, antica farmacia… insomma il tempo è passato molto velocemente ed il traghetto ci aspettava di nuovo per il rientro.
Ultimo giorno in Finlandia… e nevica ovviamente. È Domenica, facciamo due passi poi siamo tutti pronti per andare in aeroporto per il volo di rientro in Italia.
Tristi, ma con ancora gli occhi che brillano di luce, colori e ricordi di un viaggio emozionante ed intenso, ci salutiamo con baci ed abbracci e con una promessa: “Stiamo in contatto e se troviamo un’altra bella avventura da fare, il gruppo EuroHostel SEPPO si riunisce!”

Ottica Reggiani 2016-OK

Annunci

Viaggio a Medjugorje

MEDJUGORJE NOVELLARA Piccola

PROGRAMMA DI VIAGGIO:

1° GIORNO: Partenza/MEDJUGORJE:
Ritrovo dei Sig.ri partecipanti alle ore 19:00 a Novellara, sistemazione in pullman e partenza via autostrada per Medjugorje. Soste durante il viaggio per il ristoro. Arrivo a Medjugorje in prima mattinata del secondo giorno.

Dal 2° al 3° GIORNO: MEDJUGORJE:
Pensione completa dalla colazione del 2° giorno alla colazione dell’ultimo in albergo a Medjugorje. Intere giornate dedicate alle funzioni religiose a Medjugorje e alla visita delle varie comunità nate in seguito alle apparizioni; via Crucis sul Krizevac, Momento di preghiera sul monte delle apparizioni, Eventuale incontro con i veggenti, partecipazione ai numerosi momenti di preghiera nella chiesa parrocchiale.

4° GIORNO: MEDJUGORJE/Rientro:
Prima colazione in albergo e alle ore 4.30 partenza per il viaggio di rientro. Sosta per il pranzo in ristorante in Slovenia. Santa Messa conclusiva del pellegrinaggio in luogo da destinarsi. Arrivo previsto in serata ai luoghi d’origine.

PER ISCRIZIONI ED INFORMAZIONI:
Leoni Maria: 0522/662975 – 339/2106158 (telefonare al pomeriggio/sera)
ALL’ATTO DELL’ISCRIZIONE E’ RICHIESTO IL VERSAMENTO DI UNA CAPARRA DI € 100 CHIUSURA ISCRIZIONI 15/03/2015

Quota individuale di partecipazione: 

€270,00

La quota comprende:

  • Viaggio in pullman GT;
  • Sistemazione in albergo in camere doppie con servizi privati;
  • Trattamento di pensione completa dalla colazione del secondo giorno al pranzo dell’ultimo giorno;
  • Bevande ai pasti;
  • Assicurazione medico- sanitaria

La quota non comprende:

  • Mance ed extra personali
  • Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

Supplementi:

  • Camera singola: € 30,00 (disponibilità limitata soggetta a riconferma)

Documento per il viaggio:

  • CARTA D’IDENTITA’ VALIDA PER L’ESPATRIO o PASSAPORTO

Volantino MEDJUGORJE NOVELLARA

L’Istituto Comprensivo di Novellara in viaggio a Roma

Novellara - Roma

Viaggio d’istruzione nella capitale per tutte le classi seconde della scuola media e per 3 classi quinte della scuola elementare.
Rispondendo positivamente all’invito che ci è giunto dalla “Fondazione sorella natura “ di Assisi, per partecipare alla”Giornata per la custodia del creato”, rivolta agli alunni di tutte le scuole, come Istituto Comprensivo abbiamo finalmente coronato il sogno di tanti, di andare in gita a Roma.
Nei giorni 26 e 27 Novembre abbiamo raggiunto  la capitale, insieme alla Preside Prof. Maria Cristina Santini,  per visitare alcuni tra i monumenti più importanti della città e per partecipare all’udienza papale in Piazza San Pietro, insieme ad altri 9000 studenti provenienti da tutte le scuole d’Italia, per celebrare la giornata dei custodi del creato.         In Piazza San Pietro, gli alunni sono stati anche raggiunti dal Sindaco Raul Daoli che non ha voluto mancare a questo straordinario appuntamento. Come simbolo dell’impegno a custodire il creato , i nostri studenti hanno ricevuto un albero di noce che verrà piantato nel cortile della scuola.
Per i ragazzi che per motivi personali o famigliari hanno dovuto rinunciare al  viaggio a Roma, la scuola media ha organizzato due visite di istruzione pensate appositamente per loro, ai gessi di Borzano di Albinea e al museo della treccia di Villarotta.
Purtroppo le due giornate sono passate in fretta, ma per tutti i ragazzi sono state indimenticabili ed il segno grande che hanno lascito nei loro cuori, si può sentire nella loro parole: “La chiesa di San Pietro è sorprendente e magnifica e la pietà di Michelangelo è troppo bella” Lin; ”Piazza San Pietro è grande e maestosa con tutti quei colonnati che formano un abbraccio” Nikita; “E’ stato fantastico perche ho visto una città magnifica e perché ero in compagnia dei miei più cari amici” Matilda; ”Durante questa gita ho conosciuto meglio persone con cui non avevo mai parlato. Ho condiviso momenti divertenti con tutti” Giulia; “Il Colosseo è talmente meraviglioso che fa rimanere senza parole e col cielo scuro sembra di essere nello spazio” Irene; “E’ bellissimo stare con le persone a cui vuoi bene, perché con gli amici ti senti bene e puoi essere te stesso” Giulia; “E’ stato bellissimo, la prima volta che incontro il Papa e ancora non ci credo” Marco; “Mi è piaciuto l’incontro con il Papa perché io non sapevo chi era e mi ha emozionato” Amanjot; “La cupola di San Pietro è gigante, ti da un senso di onnipotenza” Manuel; “A San Pietro guardavi in alto e ti cadeva il cappello dal gran che piegavi la testa” Letizia; “Una cosa che non posso scordare è il sorriso del Papa” Annalisa.

Maria Leoni