Judo Novellara – bis di medaglie al trofeo internazionale

pederobba

Igli Ramosacaj

Continuano le medaglie del judo club Novellara, al torneo internazionale città di Pederobba, gara divisa nelle categorie per sole cinture nere e cinture colorate, con 2 medaglie su quattro atleti con la categoria juniores che combatteva assieme ai seniores. Apre la gara Igli nella categoria 73 kg di ritorno dalla coppa europa in Grecia con la nazionale albanese nella categoria per sole cinture nere. Inizia bene, sicuro e determinato, ascolta i consigli dei due trainer Andrea Aldini e Stanislav Calmatui. Pressa l’avversario e con due waza ari (mezzo punto) vince prima del limite. Secondo incontro stessa storia, Igli è abbastanza in forma e si vede. Pressing, vantaggio e poi chiude prima del limite per ippon (ko della boxe). Finale con il brivido dove un arbitraggio a dir poco scandaloso sanziona Igli senza alcun motivo valido. Il giovane atleta della nazionale albanese non si scoraggia, passa in vantaggio con la sua consueta classe ma non basta. Costretto ad attaccare fino alla fine soccombe a terra a causa della stanchezza che incomincia  a farsi sentire. Il judo club Novellara – Dojo arti marziali ha aperto solo da 3 anni a Novellara e a Reggio Emilia è presente al Paladelta solo da un anno. Quinta gara e quinta medaglia per il georgiano Vazha Maglaperidze nella categoria 73 kg fino a cintura marrone che mantiene alti i colori della scuola di Novellara. Passa il turno e al primo incontro di eliminazione studia l’avversario e lo batte in 30 secondi secchi. Secondo incontro stessa storia. Grinta e determinazione portano Vazha a chiudere ancora prima del limite. Accede alla semifinale che conduce fin da subito. L’inesperienza però gioca al georgiano in forza al Judo club Novellara un brutto scherzo e lo relega ai recuperi. Vazha sale determinato e vince la finalina per il bronzo in 10 secondi secchi, rivelando uno smalto di stampo Europeo. Sempre per il judo club Novellara esordio con medaglia sfiorata nella categoria fino a marrone 90 kg per Alex Vataman che alla sua prima gara vince 2 incontri e ne perde  due regalando un inaspettato 5 posto. Sempre in gara negli 81 kg Simone Faietti che nonostante la buona prestazione non riesce a superare la barriera del 5 posto. Soddisfazione da parte dei tecnici Andrea Aldini e il nazionale moldavo Stanislav Calmati, che con grande determinazione hanno preparato i ragazzi, per queste competizioni di stampo internazionale.

Dott. Andrea Aldini

Sottoscrizione Portico FACEBOOK

IGLI RAMOSACAJ 5 AI CAMPIONATI DEI BALCANI

Si sono svolti a Salonicco in Grecia i campionati dei Balcani di Judo. La nazionale albanese convocava di nuovo nella categoria 60 kg juniores Igli Ramosacaj del Dojo Arti Marziali di Novellara. Infatti dopo un esordio soddisfacente a livello internazionale in coppa Europa l’atleta allenato da Andrea Aldini veniva di nuovo convocato in nazionale per partecipare alla prestigiosa gara greca che vedeva atleti di Romania, Bulgaria, Turchia, Grecia, Serbia, Bosnia, Montenegro, Macedonia e Albania impegnati a conquistare il titolo di campione dei Balcani.
La gara partiva subito in salita con un incontro veramente difficile dove il giovane atleta novellarese non riusciva ad avere la meglio contro l’atleta bulgaro al termine di un incontro veramente difficile. Relegato ai recuperi e recuperata una buona lucidità Ramosacaj batteva per Ippon (Ko della boxe) l’atleta del Montenegro, poi al termine di un duro incontro si sbarazzava pure dell’atleta macedone accedendo alla finale per il terzo posto. In questo incontro l’atleta del dojo parte bene, ma una difesa accorta e vigile dell’atleta della Romania gli impedisce di andare in vantaggio. L’incontro finisce in parità e si va al golden score, dove il primo che fa punto vince l’incontro.
In questo momento cruciale dove i due atleti continuano a temersi e a studiare dove l’atleta albanese viene sanzionato per passività e consegnata così la medaglia di bronzo all’atleta rumeno.
Forte soddisfazione è stata espressa da tutto il team della nazionale albanese per l’eccellente lavoro fatto da parte di Igli Ramosacaj e dallo staff tecnico del dojo, in particolare Andrea Aldini, Stanislav Calmatui e Claudio Crema a cui è arrivata una lettera di ringraziamento.
Il Dojo Arti Marziali ha attualmente tre sedi di allenamento: Novellara, San Bartolomeo e Reggio Emilia presso la polisportiva Gramsci.