Italiani veri: lo straordinario successo della musica italiana in Russia

LocItalianiVeriMercoledì 13 agosto alle ore 21.30 sarà proiettato “Italiani veri” di Marco Raffaini e Giuni Ligabue, un documentario sullo straordinario successo della canzone italiana in Russia e negli altri paesi dell’ex URSS negli ultimi 50 anni. La serata, ad ingresso gratuito, prevede anche l’incontro con il regista Raffaini con l’obiettivo di far conoscere chi, con coraggio e passione, si sta affacciando nel panorama cinematografico italiano. L’incontro è reso possibile dalla collaborazione di Arci Reggio Emilia che condurrà anche l’incontro grazie alla presenza di Stefano Bertini – responsabile laboratori culturali Arci Reggio Emilia.

La serata offrirà l’occasione di rendersi conto di quanto grande sia la conoscenza e la simpatia che la musica leggera italiana incontra in Russia e dell’intensità dei sentimenti che questa provoca tra persone dei più diversi strati sociali e delle più diverse generazioni.
La narrazione parte dall’inizio degli anni 60, quando la voce di Robertino, il bambino prodigio, che all’epoca aveva dodici anni, entra in Unione Sovietica e si diffonde fino a fargli vendere più di 50 milioni di dischi. La sua popolarità è talmente grande che Valentina Tereshkova, la prima donna cosmonauta, chiede di poter ascoltare le sue canzoni a bordo della navicella spaziale, mentre in occasione di un incontro di calcio a Mosca tra le nazionali di URSS e Italia, gli altoparlanti dello stadio diffondono, prima dell’esecuzione degli inni nazionali, una canzone di Robertino.
Negli anni 80 la televisione sovietica inizia a trasmettere ogni anno la serata finale del festival di Sanremo, vera e propria finestra sul “libero” Occidente e le canzoni italiane di musica leggera possono essere ascoltate senza censure, a differenza di quanto avveniva con i maggiori gruppi rock inglesi e americani.
Questo fa sì che la fama dei cantanti italiani più rappresentativi (Toto Cutugno, Adriano Celentano, Al Bano e Romina Power, Pupo, Ricchi e Poveri, Riccardo Fogli, per citarne solo alcuni) si propaghi massicciamente in ogni angolo di un paese sconfinato.

INGRESSO GRATUITO
In caso di pioggia la proiezione si svolgerà in Teatro della Rocca.