BASTA CON LE SOLITE REPLICHE RAI

Gentile direttore, mi chiedo spesso da molti anni perché da maggio a settembre il palinsesto televisivo sia farcito in prima serata da repliche. Premesso che, per il servizio pubblico, si tratta comunque di una prassi discutibile, ritrovo irrispettoso verso gli spettatori/abbonati che in questo periodo dell’anno il “prime time” sia costellato da puntate di fiction viste e riviste, di film vecchi di 50 anni e oltre. In questo momento di crisi molte persone non possono permettersi nè il cinema, nè la tv a pagamento; sarebbe un segnale di rispetto e solidarietà una programmazione più seria.

Cordiali saluti
Paolo Pagliani