TAG

pubblicitc3a0-rinaldo-ottobre-1024

varie, democrazia, leggi, lobby, casta, editoriale, governo, esteri, economia, scandali, fatti e misfatti, salute, mass media, diritti civili, giustizia, ambiente, USA, sanità, crisi, centrosinistra, centrodestra, diritti umani, povertà, sprechi, forze dell’ordine, scienza, libertà, censura, lavoro, cultura, animali, infanzia, berlusconi, chiesa, centro, energia, internet, mafie, europa, riceviamo e pubblichiamo, giovani, OMICIDI DI STATO, notizie, banche, carceri, eurocrati, satira, immigrazione, renzi, facebook, scuola, euro, guerra, grillo, manipolazione, mediatica, bilderberg, pensione, mondo, signoraggio, alimentari, poteri forti, Russia, massoneria, sovranità monetaria, razzismo, manifestazione, finanza, debito pubblico, siria, tasse, israele, UE, disoccupazione, ucraina, marijuana, travaglio, agricoltura, canapa, militari, califfo, ISIS, banchieri, mario monti, trilaterale, germania, terrorismo, geoingegneria, Grecia, obama, bambini, vaticano, Traditori al governo?, big, pharma, inquinamento, ogm, palestina, parentopoli, napolitano, enrico letta, vaccini, cancro, tecnologia, PD, nwo, armi, equitalia, Angela Merkel, BCE, assad, austerity, cannabis, sondaggio, umberto veronesi, meritocrazia, nucleare, suicidi, fini, informatitalia,.blogspot.it, magdi allam, ministero della salute, video, m5s, privacy, clinica degli orrori, eurogendfor, Putin, droga, iraq, marra, sovranità nazionale, staminali, CIA, bancarotta, boston, bufala, monsanto, prodi, INPS, elezioni, fondatori del sito, globalizzazione, iene, politica, troika, evasione, matrimoni gay, nigel, farage, 11 settembre, acqua, anatocismo, diritti, fmi, fukushima, nikola tesla, società, usura, draghi, fisco, golpe, moneta, pedofilia, roma, rothschild, stamina, foundation, Aspen, Institute, FBI, Giappone, Onu, africa, alimentazione, autismo, francia, imposimato, islam, nsa, ricchi, terremoto, torture, Auriti, Marco Della Luna, adam, kadmon, aids, attentati, bavaglio, costituzione, federico, aldrovandi, fiscal compact, giovanardi giuseppe, uva, lega nord, nato, petrolio, propaganda, servizi segreti, sicilia, slot, machine, sovranità individuale, storia, Cina, Fornero, Unione Europea, borghezio, casaleggio, controinformazione, corruzione, crimea, dittatura, famiglie, fed, forconi, giustizia sociale, goldman sachs, india, influencer, mario draghi, mcdonald, mes, mossad, pecoraro, scanio, proteste, psichiatria, rifiuti, rockfeller, sciopero, spagna, suicidio, svendita, terra, turchia, violenza, virus, aldo moro, arsenico, barnard, bonino, carne, chernobyl, chico forti, ebola, edward snowden, elites, false, flag, frutta, inciucio, laura boldrini, magistratura, marine le pen, marò, no muos, no tav, nuovo ordine mondiale, precariato, prelievi forzoso, privilegi, prostituzione, ricerca, ungheria, università, vegan, 9 dicembre, Ilva, Muos, NASA, Svizzera, alan friedman, alluvione, corte europea, diritti uomo, degrado, delocalizzazione, dentisti, diffamazione, disabili, donne, educazione, elettrosmog, esercito, europarlamento, farmaci, gesuiti, gheddafi, hiv, ignazio marino, illeciti bancari. illuminati. informazione. islanda. latte. legge elettorale. microspia. mmt. ocse. orban. paola musu. pensioni, radioattività, riserva aurea, salvini, sardegna, sigaretta elettronica, sigonella, sindacati, spread, stati uniti, stefano cucchi, taranto, telefono, cellulare, truffe online, vegetariani, veleni, Alzheimer Chomsky, Consiglio dei Ministri, ETA, Enoch, Thrive, Nichi Vendola, PNL, aborto, aborto forzato, affidamento, amato, anonymous, anoressia, antonio maria rinaldi, argentina, armeni, arrigo, molinari, asteroidi, baschi, bersani, bettino craxi, bill gates, bin laden, boicottaggio, boldrini, brevetto, btp by, calcio, cambiamento, camorra, carabinieri, cervello, chemioterapia, cipro, class action, claudio morganti, commercio di organi, comunicazione, contestazione, controllo mentale, corte dei conti, cosmo, cravattari, crescita, crocetta, curiosità, daniel estulin, danilo calvani, david icke, davide vannoni, dell’utri, denaro, dentista, denuncia, disastro, discriminazione, diseguaglianza, dogana, domenico scilipoti, dossier, duilio poggiolini, ebook, egitto, eroina, etica, eurexit, fallimento, fiat, fido, finanziaria, fisica, fisica quantistica, follia, fondi d’investimento, genocidio, ghiandola pineale, giorgio gori, girolamo, archinà, giuliano amato, gold, hollande, ilaria alpi, illiceità bancarie, impresentabili, indagini, infermieri, insetti, interessi, iran, istruzione, le iene, libia, lucio chiavegato, luna, malattie, malta, maratona, mariano, ferro, mastropasqua, meccanica, quantistica, melanoma, messaggi subliminali, messico, metalli pesanti, meteorite, microchip, microonde, mistero, mk ultra, multe, musica, natura, obbligazioni, oligarchi, omofobia, oppt, overdose, papa francesco, paradisi fiscali, parkinson, parma, partito pirata, patrimonio, pena di morte, pensiero positivo, pesticidi, phishing, pianeti extrasolari, piero grasso, pizzarotti, plastica, polonia, polverini, pomodori, portogallo, pregiudicati, presidente della repubblica, prostata pubblica, amministrazione, quantum, r-fid, recessione, regno di gaia, riformiamo le banche, rigore, risveglio coscienze, saddam, sangue, satana, schiavi, scie chimiche, scippatori, scoperto, secessione, senzatetto, sert, sfratto, sisa, snowden, spammer, speculazione, spionaggio, studenti, tabacco, tasso d’interesse, teri, terra dei fuochi, tossicodipendenza, trasfusioni, trattato di velsen, troll, trust, tsipras, turismo, twitter, universo, uranio impoverito, uruguay, vati, verdura, vessazioni, veterinario, bravo, roma, veterinario, gianicolense, vulcano, wikipedia, yellowstone,

TAG

 

 

pubblicitc3a0-rinaldo-ottobre-1024

varie, democrazia, leggi, lobby, casta, editoriale, governo, esteri, economia, scandali, fatti e misfatti, salute, mass media, diritti civili, giustizia, ambiente, USA, sanità, crisi, centrosinistra, centrodestra, diritti umani, povertà, sprechi, forze dell’ordine, scienza, libertà, censura, lavoro, cultura, animali, infanzia, berlusconi, chiesa, centro, energia, internet, mafie, europa, riceviamo e pubblichiamo, giovani, OMICIDI DI STATO, notizie, banche, carceri, eurocrati, satira, immigrazione, renzi, facebook, scuola, euro, guerra, grillo, manipolazione, mediatica, bilderberg, pensione, mondo, signoraggio, alimentari, poteri forti, Russia, massoneria, sovranità monetaria, razzismo, manifestazione, finanza, debito pubblico, siria, tasse, israele, UE, disoccupazione, ucraina, marijuana, travaglio, agricoltura, canapa, militari, califfo, ISIS, banchieri, mario monti, trilaterale, germania, terrorismo, geoingegneria, Grecia, obama, bambini, vaticano, Traditori al governo?, big, pharma, inquinamento, ogm, palestina, parentopoli, napolitano, enrico letta, vaccini, cancro, tecnologia, PD, nwo, armi, equitalia, Angela Merkel, BCE, assad, austerity, cannabis, sondaggio, umberto veronesi, meritocrazia, nucleare, suicidi, fini, informatitalia,.blogspot.it, magdi allam, ministero della salute, video, m5s, privacy, clinica degli orrori, eurogendfor, Putin, droga, iraq, marra, sovranità nazionale, staminali, CIA, bancarotta, boston, bufala, monsanto, prodi, INPS, elezioni, fondatori del sito, globalizzazione, iene, politica, troika, evasione, matrimoni gay, nigel, farage, 11 settembre, acqua, anatocismo, diritti, fmi, fukushima, nikola tesla, società, usura, draghi, fisco, golpe, moneta, pedofilia, roma, rothschild, stamina, foundation, Aspen, Institute, FBI, Giappone, Onu, africa, alimentazione, autismo, francia, imposimato, islam, nsa, ricchi, terremoto, torture, Auriti, Marco Della Luna, adam, kadmon, aids, attentati, bavaglio, costituzione, federico, aldrovandi, fiscal compact, giovanardi giuseppe, uva, lega nord, nato, petrolio, propaganda, servizi segreti, sicilia, slot, machine, sovranità individuale, storia, Cina, Fornero, Unione Europea, borghezio, casaleggio, controinformazione, corruzione, crimea, dittatura, famiglie, fed, forconi, giustizia sociale, goldman sachs, india, influencer, mario draghi, mcdonald, mes, mossad, pecoraro, scanio, proteste, psichiatria, rifiuti, rockfeller, sciopero, spagna, suicidio, svendita, terra, turchia, violenza, virus, aldo moro, arsenico, barnard, bonino, carne, chernobyl, chico forti, ebola, edward snowden, elites, false, flag, frutta, inciucio, laura boldrini, magistratura, marine le pen, marò, no muos, no tav, nuovo ordine mondiale, precariato, prelievi forzoso, privilegi, prostituzione, ricerca, ungheria, università, vegan, 9 dicembre, Ilva, Muos, NASA, Svizzera, alan friedman, alluvione, corte europea, diritti uomo, degrado, delocalizzazione, dentisti, diffamazione, disabili, donne, educazione, elettrosmog, esercito, europarlamento, farmaci, gesuiti, gheddafi, hiv, ignazio marino, illeciti bancari. illuminati. informazione. islanda. latte. legge elettorale. microspia. mmt. ocse. orban. paola musu. pensioni, radioattività, riserva aurea, salvini, sardegna, sigaretta elettronica, sigonella, sindacati, spread, stati uniti, stefano cucchi, taranto, telefono, cellulare, truffe online, vegetariani, veleni, Alzheimer Chomsky, Consiglio dei Ministri, ETA, Enoch, Thrive, Nichi Vendola, PNL, aborto, aborto forzato, affidamento, amato, anonymous, anoressia, antonio maria rinaldi, argentina, armeni, arrigo, molinari, asteroidi, baschi, bersani, bettino craxi, bill gates, bin laden, boicottaggio, boldrini, brevetto, btp by, calcio, cambiamento, camorra, carabinieri, cervello, chemioterapia, cipro, class action, claudio morganti, commercio di organi, comunicazione, contestazione, controllo mentale, corte dei conti, cosmo, cravattari, crescita, crocetta, curiosità, daniel estulin, danilo calvani, david icke, davide vannoni, dell’utri, denaro, dentista, denuncia, disastro, discriminazione, diseguaglianza, dogana, domenico scilipoti, dossier, duilio poggiolini, ebook, egitto, eroina, etica, eurexit, fallimento, fiat, fido, finanziaria, fisica, fisica quantistica, follia, fondi d’investimento, genocidio, ghiandola pineale, giorgio gori, girolamo, archinà, giuliano amato, gold, hollande, ilaria alpi, illiceità bancarie, impresentabili, indagini, infermieri, insetti, interessi, iran, istruzione, le iene, libia, lucio chiavegato, luna, malattie, malta, maratona, mariano, ferro, mastropasqua, meccanica, quantistica, melanoma, messaggi subliminali, messico, metalli pesanti, meteorite, microchip, microonde, mistero, mk ultra, multe, musica, natura, obbligazioni, oligarchi, omofobia, oppt, overdose, papa francesco, paradisi fiscali, parkinson, parma, partito pirata, patrimonio, pena di morte, pensiero positivo, pesticidi, phishing, pianeti extrasolari, piero grasso, pizzarotti, plastica, polonia, polverini, pomodori, portogallo, pregiudicati, presidente della repubblica, prostata pubblica, amministrazione, quantum, r-fid, recessione, regno di gaia, riformiamo le banche, rigore, risveglio coscienze, saddam, sangue, satana, schiavi, scie chimiche, scippatori, scoperto, secessione, senzatetto, sert, sfratto, sisa, snowden, spammer, speculazione, spionaggio, studenti, tabacco, tasso d’interesse, teri, terra dei fuochi, tossicodipendenza, trasfusioni, trattato di velsen, troll, trust, tsipras, turismo, twitter, universo, uranio impoverito, uruguay, vati, verdura, vessazioni, veterinario, bravo, roma, veterinario, gianicolense, vulcano, wikipedia, yellowstone,

“Guerra delle bandiere”, una guerra persa in partenza

“Sono spazi di libertà”, sostengono i cittadini a proposito dei vessilli referendari apposti su finestre e balconi privati, mentre per il PdL novellarese si tratta “di propaganda elettorale fuori dalle zone autorizzate”. Riflessioni sull’inopportunità legale e politica di questo tipo di argomenti nei confronti dell’unico strumento di democrazia diretta a disposizione dei cittadini

Alessandro Cagossi (West Virginia University, Dipartimento di Scienze Politiche)

La querelle sui vessilli elettorali partita dal Pdl novellarese a metà maggio ha trovato spazio non solo sui giornali locali ma anche sui media nazionali. Come ricercatore di scienze politiche, indipendente e non iscritto a nessun partito, mi sono sentito in dovere di dire la mia su questa vicenda. Premetto che all’epoca dei fatti (poco dopo metà maggio) mi trovavo negli Stati Uniti ma la massiccia copertura mediatica della vicenda mi ha permesso di ricostruire i fatti e di conseguenza prendere posizione.
La notizia la conoscono in molti ma vale la pena di riassumerla. A Novellara il consigliere comunale del Pdl Cristina Fantinati ha scritto al sindaco, al prefetto e alla polizia municipale chiedendo di eliminare le bandiere dei vari movimenti per i referendum sull’acqua e sul nucleare esposti su finestre, balconi e cancelli di abitazioni private perchè si tratta “di propaganda elettorale fuori dalle zone autorizzate”. Il Pdl ha fatto leva su una legge del 1956 che vieta ogni forma di propanganda (pena una sanzione che può arrivare a 1000 euro) nei trenta giorni precedenti la data fissata per elezioni o referendum. Di conseguenza, gli esponenti del partito di Berlusconi ne hanno richiesto la rimozione.
La legge del 1956, che è stata anche pubblicata nel sito online di qualche prefettura in occasione del recente referendum, proibisce “l’affissione o l’esposizione di stampati, giornali murali e manifesti, di striscioni o drappi, di cartelli, di targhe, stendardi, tende, ombrelloni attinenti, direttamente o indirettamente, la propaganda elettorale in qualsiasi altro luogo pubblico o aperto al pubblico, nelle vetrine dei negozi, sulle porte, sui portoni, sulle saracinesche, sugli infissi di finestre e balconi, sugli alberi o sui pali ancorati al suolo”.
Ritengo che sia dal punto di vista giuridico sia da quello politico l’iniziativa portata avanti dal Pdl novellarese sia risultata alquanto inopportuna. A livello giuridico, innazitutto, ci sono varie spigolature legali che avrebbero suggerito maggior prudenza. Innanzitutto, se sul balcone di casa espongo un vessillo con su scritto “no al nucleare” sto esprimendo una mia opinione e nessuno mi puo’ vietare questa libertà. In realtà, dopo l’esposto del Pdl, perfino l’oratorio cittadino ha ritenuto di rimuovere uno striscione che ricordava che “l’acqua è un bene di Dio e a disposizione di tutti”. Dimostrare da un punto di vista legale che queste sono indicazioni di voto è praticamente impossibile.
Le legge è la legge ma invece di insistere su una legge sbagliata che si presta a molteplici interpretazioni, sarebbe più opportuno adoperarsi per cambiarla, quella legge. Non a caso due esponenti dell’opposizione, Valerio Onida del PD e l’avvocato Pietro Adami dell’Italia dei Valori si sono espressi in maniera diametralmente opposta sul tema, a dimostrazione che il consenso non esiste sul tema.
Infatti, la legge del 1956 parrebbe essere molto chiara ma non dichiara espressamente il divieto di fare propaganda in luoghi privati. Questo potrebbe essere visto come un cavillo ma chi ha subito l’azione della polizia municipale può fare ricorso reclamando che il diritto di espressione nel proprio privato è prevalente sulla necessità, pur legittima, di evitare abusi elettorali o referendari. E il giudice potrà richiedere l’intervento della corte costituzionale per dirimere la questione. Resta inteso che affiggere cartelli elettorali o referendari con indicazioni di voto in zone pubbliche non autorizzate come ai lati della strada, su cavalcavia o su rotonde, rimane illegale.
Infine, anche se la legge del 1956 non risulta essere stata abrogata, la corte costituzionale nel 1995 chiamata ad esprimersi su un referendum organizzato proprio in quell’anno ha sentenziato che il divieto espresso dalla legge del 1956 non si applica al referendum perché, in estrema semplificazione, referendum e elezioni politiche sono fattispecie diverse e quindi la propaganda elettorale e le campagne referendarie vanno disciplinate in modi differenti. La pubblicità elettorale di un candidato si esprime con nomi e simboli di partito, mentre la promozione di un referendum non implica simboli politici, nomi di candidati, o indicazioni di voto.
Chi si appella alla legge del 1956 ritiene che la sentenza del 1995 si applicasse solo al referendum tenutosi proprio in quell’anno e non a quelli successivi, come quello recente. Ma allora non si capisce come mai il referendum del 1995 debba essersi tenuto con regole valide solo in quell’occasione e poi nei seguenti si sia tornati ai divieti del 1956.
E’ giusto che la giustizia vada perseguita anche nelle piccole cose e che le regole vadano fatte rispettare, ma con ragionevolezza e con le giuste cautele. Insomma, cavillo legale contro cavillo legale, diverse concezioni della giurisprudenza e potenziali conflitti tra diritti su cui ci si potrebbe confrontare all’infinito fanno apparire inappropriata (se non del tutto sterile) l’iniziativa del Pdl novellarese.
A livello politico credo che sia stato quantomeno inopportuno andarsi a insabbiare in argomenti che molti ritengono urticanti proprio perché vanno a toccare nel vivo prerogative morali ed etiche come la libertà di espressione delle persone, soprattutto nel proprio privato. Altri argomenti non c’erano? Per esempio degno di nota è stato l’incontro organizzato in aprile dal Pdl novellarese con Franco Battaglia, noto sostenitore del nucleare. Promuovere iniziative per informare i cittadini, in un modo o nell’altro, è lodevole.
Innanzitutto c’è da chierersi quali benefici abbiano avuto i promotori di una iniziativa del genere. Non molti, tanto che anche Ercole Cigarini portavoce del Pdl di Cadelbosco Sopra ha definito la guerra delle bandiere “un autogol da autolesionisti”. Giustamente, Cigarini fa notare che gli orientamenti delle persone sui temi referendari spesso non sono legati ad appartenenze politiche, e quindi l’iniziativa del Pdl novellarese sarà andato a discapito anche di elettori di centrodestra. Tecnicamente, lasciando o togliendo le bandiere referendarie non si favorisce nè si penalizza nessun partito. “Non esagerei rispetto a chi espone vessilli nelle proprie abitazioni” ha detto il consigliere regionale del Pdl Fabio Filippi, mentre la Lega Nord in evidente imbarazzo ha preferito tacere lasciando solo il partito alleato.
Questo tipo di iniziativa, poi, si è prestata a facili strumentalizzazioni da parte degli avversari politici che hanno tacciato il Pdl di promuovere crociate oscurantiste per impedire ai cittadini di esprimersi liberamente a casa propria. Addirittura c’é chi ha scritto che Fantinati ha segnalato di volta in volta tutte le case e i luoghi privati di Novellara in cui comparivano questi manifesti chiedendo che la polizia municipale intervenisse per rimuoverli. Magari non sarà vero, ma si tratta di un’iniziativa che si presta a questo tipo di attacchi.
Non stupisce neppure che molti cittadini abbiano reagito veementemente ritenendo l’iniziativa del Pdl come un tentativo di intididazione o censura piuttosto che un genuino desiderio di far rispettare la legge. “Nessuno può entrare a casa mia per togliere una bandiera dove esprimo un’opinione” ha affermato una donna intervistata da una televisione locale. E a livello popolare la guerra delle bandiere ha scatenato una vera e propria rivolta con un numero ancora maggiore di drappi esposti in tutta la provincia.
Mi fermo qui, anche se ce ne sarebbero molte altre da dire: sul rispetto della legge, innanzitutto, i cittadini si aspettano comportamenti esemplari dai propri rappresentanti che non credo ultimanente si siano particolarmente distinti in tal senso: Berlusconi che ha cercato invano di annullare i referendum; le televisioni che stanno boicottando la campagna di informazione referendaria, nonostante sia obbligatorio per legge informare i cittadini; si sa che il centrodestra è favorevole al nucleare ma che  l’opinione pubblica non la pensa così dopo il disastro giapponese. E via dicendo.
Credo che la guerra delle bandiere promossa dal PdL locale abbia significato avventurasi in un terreno minato da dove sarebbe stato meglio stare alla larga. Non credo neppure che questo sia il tipo di libertà che hanno in mente gli elettori del Popolo delle Libertà. Concludo facendo notare che i difensori della privacy di Berlusconi sostenevano che “non si guarda dal buco della serratura” quando si trattava di difenderlo dagli scandali sessuali. Alla luce di quel principio non credo che il Pdl possa permettersi di mettere il naso sui balconi dei novellaresi come è stato fatto recentemente.

Biciclettata attraverso Novellara con bandiere tricolore, acqua pubblica e nucleare

Buongiorno, mi chiamo Paolo Bernini e faccio parte del comitato referendario acqua pubblica bene comune di Novellara. In concomitanza della festa  del 2  giugno stiamo organizzando un biciclettata attraverso Novellara. Il nostro scopo è quello di sensibilizzare tutti i cittadini verso l’importanza di questo referendum e anche di dargli visibilità perchè come pure voi sapete, attraverso i media è presente una grande disinformazione…  Avremo bandiere tricolore, acqua pubblica e nucleare (“si” per abrogare la legge che vuole la centrali) ..Alla fine della biciclettata ci recheremo tutti verso l’Arginone dove terremo un pic nic ..
per ulteriori info 
Paolo Bernini 3462212975 – Cristian Veronesi 3489107243

Non sei Tu il problema. Ecco perché della scarsa informazione.

Più ci si trova in difficoltà e più si cade in basso nella dialettica e nel confronto. Questo sta succedendo al PDL novellarese, che rispecchia pienamente la situazione di difficoltà del PDL nazionale. Si è infatti potuta notare la bassezza delle argomentazioni anche agli sgoccioli della campagna elettorale milanese. Si screditano gli avversari politici con insulti o accuse infondate, tanto per loro basta gettare fango su tutto e tutti per cercare di recuperare qualche voto.
Anche a Novellara il PDL va a colpi di dossieraggi, gossip, clamorose scoperte “hot” tanto per attirare l’attenzione. Ma crediamo che la gente ormai sia stanca di questi atteggiamenti, di questi discorsi e falsità. Senza parlare dell’attività frenetica di andare a scovare nei balconi delle case bandiere pro-referendum (a favore dell’acqua pubblica) e addirittura farle togliere….. immaginiamo dia molto fastidio a loro che i cittadini abbiano un’opinione su un tema delicato come l’acqua (che il centro-destra vuole privatizzare), dà fastidio che si parli del referendum…. Nucleare e Legittimo Impedimento! Certo, han paura che la gente vada a votare e faccia cambiare i piani del Governo. Non si pensa però che si spenderanno milioni di euro (soldi pubblici) per questo referendum (che non han voluto accorpare alle amministrative)….. un referendum che loro stanno cercando di vanificare anche con la scarsa informazione e laddove c’è informazione vorrebbero zittire tutto e tutti.
Sarebbe sicuramente più costruttivo un sano confronto su temi politici….. ad esempio il PDL invece di attaccare senza ritegno su questioni futili, avrebbe potuto partecipare all’incontro di lunedì 16 maggio sul “legittimo impedimento” che si è tenuto a Novellara, oppure potrebbero cogliere l’occasione di confrontarsi sull’acqua pubblica la prossima settimana (25 maggio). Le occasioni di confronto non mancano, ma evidentemente la loro attività preferita non è quella di fare politica.

Partito Democratico di Novellara
Italia dei Valori Sinistra per Novellara
Partito di Rifondazione Comunista

P.S.
Se hai un minuto, fammi sapere se l’articolo ti è piaciuto lasciandomi
un commento. Sarò più che felice di risponderti.


GENEOCIDIO NUCLEARE

http://www.youtube.com/watch?v=yQDM1AO5qjs
“Secondo alcuni studi quasi un milione di persone sono già morte a causa del disastro di Chernobyl. Ma OMS e AIEA dicono altro. Ritengo che Chernobyl sia stato uno dei più mostruosi insabbiamenti nella storia della medicina. Tutti dovrebbero sapere di questa storia.
E oggi facciamo i conti col Giappone. Quanto accaduto in Giappone, come ordine di grandezza, è molte volte peggio di Chernobyl. Mai in vita mia avrei pensato che 6 reattori nucleari potevano essere a rischio. Conoscevo tre ingegneri della General Eletric che hanno collaborato nella pianificazione dei reattori di prima generazione prodotti dalla GE. Questi tre ingegneri si sono dimessi proprio perché sapevano benissimo che questi reattori sono pericolosi. E i giapponesi hanno pensato bene di andare a costruirli proprio sopra ad una faglia sismica. I reattori hanno resistito parzialmente al terremoto ma non allo tsunami. L’energia elettrica è mancata ed è proprio l’energia elettrica che spinge l’acqua di raffreddamento (un milione di galloni al minuto) a ognuno dei 6 reattori. Senza l’acqua di raffreddamento le barre di combustibile si surriscaldano fino a sciogliersi, proprio com’è capitato a Three-Mile Island e a Chernobyl. I generatori d’emergenza, ognuno grande come una casa, sono stati distrutti dallo tsunami e non è rimasto alcun rimedio per fare circolare l’acqua di raffreddamento nei reattori. In più, sui tetti dei reattori, non dentro all’involucro stesso dei reattori, ci sono dei bagni di raffreddamento. Ogni anno rimuovono circa 30 tonnellate delle barre di combustibile più radioattive.
Ognuna delle barre è lunga 12 piedi, ed è spessa mezzo pollice. Emette un livello così elevato di radioattività, tipo raggi-X, che se tu dovessi stargli accanto per un solo paio di minuti, moriresti senz’altro. Non moriresti stecchito ma … vi ricordate ancora quel Litvinenko, il Russo che è stato avvelenato con il Polonio, beh moriresti proprio così, ti cascherebbero i capelli, emorragia fatale, e moriresti di un’infezione gigantesca, come muoiono anche quelli affetti da Aids. Per di più, queste barre sono anche termicamente caldissime quindi devono essere sommerse in un grosso bagno e raffreddate costantemente.
In Giappone ci sono state tre esplosioni di Idrogeno le quali hanno scoperchiato l’edificio, non l’involucro del reattore ma il tetto dell’edificio stesso. Il che ha esposto il bagno di raffreddamento. Due di questi bagni di raffreddamento ora sono secchi e non contengono nessuna acqua, il che ha conseguenze disastrose.
Le barre di combustibile sono rivestite con un materiale che si chiama Zirconio. Quando lo Zirconio viene esposto all’aria, brucia. A Fukushima 2 dei bagni di raffreddamento producono 20 volte più radiazione di quanta ne produce il nocciolo del reattore. Considerate che in ognuno dei noccioli dei reattori c’è tanta radiazione quanta prodotta da mille bombe come quella sgaciata su Hiroshima.
Si tratta di energia diabolica. E=mc2 è l’energia che fa esplodere le bombe nucleari. Einstein disse che
“l’energia nucleare è un modo pazzesco per fare bollire l’acqua!” Questo è l’unico utilizzo dell’energia nucleare: fare bollire l’acqua con calore pazzesco per produrre il vapore che poi fa girare le turbine che quindi producono energia elettrica. Quando si pratica la fissione dell’Uranio, si formano circa 200 elementi, ognuno dei quali è ancora più velenoso dell’Uranio per il corpo umano. Nonostante il fatto che l’Uranio sia così velenoso, gli americani lo hanno comunque usato a Fallujah, e pure a Baghdad. Ora a Fallujah, 80% dei neonati nasce senza cervello, con un occhio solo e senza arti superiori. I dottori del posto hanno addirittura detto alle donne di smettere di fare figli.
L’incidenza di cancro infantile è aumentato di circa 12 volte. Questo è un genocidio. È una vera guerra nucleare quella che si svolge in Iraq. L’Uranio che utilizzano dura per più di 4,5 miliardi d’anni, quindi stanno contaminando la culla della civiltà.
Comunque sia, negl’impianti nucleari ci sono dei livelli altissimi di radiazione. Ci sono 200 elementi, alcuni durano pochi secondi ed altri invece milioni d’anni. Lo Iodio radioattivo per esempio dura sei settimane e provoca il cancro della tiroide.
A Chernobyl oltre 20.000 persone hanno contratto il cancro della tiroide. Hanno dovuto farsi prelevare la tiroide e morirebbero senz’altro se smettessero di assumere dosi giornaliere di medicinali supplementari, proprio come un diabetico deve assumere dosi giornaliere di Insulina.
Lo Stronzio 90 si disperderà. Durerà circa 600 anni. Entra nelle ossa e provoca il cancro delle ossa o la leucemia.
Anche il Cesio dura circa 600 anni. Si trova dappertutto in Europa. Il 40% dell’Europa è tuttora radioattiva. Gli alimenti turchi sono tuttora molto radioattivi. Non acquistate mai albicocche secche prodotte in Turchia ed evitate le nocciole prodotte in Turchia. I turchi si sono arrabbiati moltissimo con i Russi, tanto che hanno spedito tutto il loro thè radioattivo in Russia a seguito del disastro a Chernobyl. Comunque, il 40% dell’Europa rimane tuttora radioattiva. Nelle aziende agricole Britanniche gli agnelli sono così pieni di Cesio che non possono nemmeno venderli. Qualsiasi alimento prodotto in Europa è a rischio.
Ma tutto ciò non è niente rispetto a cosa sta capitando ora. Uno degli elementi più mortali rimane il Plutonio, il quale prende il nome da Plutone, dio degli inferi. Solamente un milionesimo di un grammo, se inalato, provoca il cancro. Teoricamente, una sola libbra di questo elemento sarebbe sufficiente per provocare il cancro in tutta la gente esistente nel mondo. Ognuno dei reattori contiene 250 chili di Plutonio al suo interno, e qui si parla di chilogrammi. Bastano solo 2.5 chilogrammi per produrre una bomba perche attualmente si utilizza il Plutonio per produrre le bombe. Il Canada vende attualmente solo due cose. Vende il grano per la vita e l’Uranio per la morte.
Il Plutonio fuoriuscirà e si disperderà per tutto l’emisfero boreale. Sta tuttora già viaggiando verso l’America del Nord.
Poi c’è lo Iodio 129 radioattivo, il che ha una “half-life” di 17 milioni d’anni, e poi ancora lo Stronzio, il Cesio, il Trizio, e potrei continuare ad infinitum…
Quando piove precipita anche la radioattività e si concentra negli alimenti. Se finisce in mare, viene concentrata centinaia di volte dalle alghe, poi dai pesciolini, poi dai pesci più grandi ed infine dagli esseri umani che stanno all’apice della catena alimentare. Questi elementi radioattivi non hanno alcun gusto o odore e non sono visibili. Sono silenziosi! Quando entrano nel corpo, non si muore immediatamente dal cancro. Ci vogliono 5-6 anni per contrarre il cancro e quando una persona ha il cancro, non può risalire al boccone di pesce che gliel’ha procurato. Qualsiasi tipo di radiazione è dannosa. Ha un effetto cumulativo e ogni dose che si assume aumenta il rischio di contrattare il cancro.
Se piove e la radioattività precipita, non si devono produrre alimenti. Il che significa non magiare qualsiasi alimento per i prossimi 600 anni!
Ho sentito che le scorie radioattive, qui in Canada, verranno seppellite nei dintorni del Lago Ontario. Quindi fuoriuscirà e durerà per milioni d’anni, finirà nell’acqua e quindi nella catena alimentare. Questa radioattività finirà per provocare delle vere e proprie epidemie di cancri, leucemie e malattie genetiche in eterno. Questo è il più importante rischio per la sanità pubblica che il mondo abbia mai visto, a parte il rischio onnipresente di una guerra nucleare. Einstein disse che “lo spaccamento dell’atomo ha cambiato tutto meno che il modo di pensare del uomo!” Molto profondo… E quindi si galleggia verso una catastrofe incomparabile! Siamo troppo arroganti. Abbiamo un eccesso di presunzione e secondo me il mesencefalo rettile del cervello di certi uomini è completamente patologico. Siamo di fronte ad una situazione dove siamo riusciti ad imbrigliare la forza del sole. Tutto pero è fuori controllo e oramai non possiamo farci più nulla!”

Iniziativa Sabato 30 aprile per contrastare l’attuale politica di governo in materia di energia nucleare

Buongiorno a tutti,
la presente per invitarVi, il più numerosi possibile, all’iniziativa che avrà luogo Sabato 30 Aprile p.v. a Boretto (RE) per contrastare l’attuale politica di governo in materia di energia nucleare: le ultime dichiarazioni del premier hanno confermato quello che già si sapeva, ossia che la retromarcia sul ritorno al nucleare in Italia serve solo a far fallire l’appuntamento referendario del 12 e 13 giugno. Per questo è necessaria una mobilitazione di massa che serva a tenere alta l’attenzione della gente su queste fondamentali questioni. L’appuntamento di sabato è promosso dal coordinamento anti-nucleare che raccoglie le istituzioni di Mantova, Reggio Emilia, Cremona e Parma, oltre a associazioni ambientaliste e sindacati. Anche il Partito democratico, che ha già fatto tanto su questa questione e che si è schierato dalla parte della gente, deve essere presente in forza per sostenere una battaglia di democrazia.
Il punto di raccolta sarà il Museo Pontieri di Boretto a partire dalle ore 16.00;
da lì si organizzerà una lunga catena umana che proseguirà per tutto il ponte che porta a Viadana (MN).
Riteniamo che l’argomento sia di estremo interesse e riguardi il futuro di tutti i cittadini, siete pertanto pregati di dare massima divulgazione alla notizia con grande sollecito di partecipazione.
Grazie fin d’ora, Andrea Costa (sindaco di Luzzara)

P.S. Se hai un minuto, fammi sapere se l’articolo ti è stato utile lasciandomi
un commento. Sarò più che felice di risponderti.