Ludopatia: bar e tabaccherie di Novellara possono aderire a SLOT FREE-R entro il 5 dicembre

noti2635Gli esercenti di bar, tabaccherie ed edicole hanno tempo fino al 5 dicembre per chiedere al Comune di Novellara la riduzione del 30% la parte variabile della TARI già a partire dal 2015 se attestano di non aver installato o se decidono di eliminare dal proprio locale macchine VLT o slot machine, pubblicizzando tale scelta esponendo un’apposita vetrofania della campagna SLOT FREE-R alla quale il Comune ha aderito.
E’ stata la Giunta con una deliberazione dell’aprile scorso ad aver aderito al progetto Slot FreE-R della Regione Emilia Romagna ovvero al Piano integrato per il contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio di dipendenza dal gioco patologico, condividendo pienamente gli obiettivi espressi dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna.
“La lotta al gioco d’azzardo patologico deve essere un azione trasversale e unitaria per la tutela della salute pubblica” afferma il Vice Sindaco e assessore al Welfare Alessandro Baracchi “Notiamo che tanti esercenti tutt’ora scelgono di dotarsi di macchinette e slot machine ritenendolo un’importante fonte di business ma ignorando i rischi cui sottopongono le persone che ne abusano. Ringrazio sin da ora gli otto esercizi che hanno già aderito dimostrando attenzione e sensibilità di fronte a questa piaga sociale. A gennaio inviteremo tutti coloro che hanno aderito per una cerimonia di consegna dell’apposita vetrofania Slot Free-r”

La conchiglia-200

SALVA ITALIA?

domenica No-001

Molti salutarono con favore la norma contenuta nel famoso decreto montiano col quale si liberalizzavano le aperture domenicali dei negozi. Il provvedimento, si diceva, avrebbe incrementato le vendite e fornito un miglior servizio alla clientela. In realtà è accaduto quello che gli osservatori più attenti avevano da subito capito: causa crisi, i consumi sono diminuiti; gli esercizi a conduzione famigliare sono stati immediatamente penalizzati dalla concorrenza della grande distribuzione perché non in grado di sostenere l’aumento dei costi e la grande distribuzione sta cercando di scaricare i costi sui dipendenti disdettando gli integrativi aziendali, togliendo salario e diritti. Le pause ad esempio, se i lavoratori vorranno effettuarle, dovranno essere recuperate a fine turno (Marchionne docet)e i prezzi? E’ possibile che non subiscano ritocchi al rialzo? Altroché servizio alla clientela!
A questo punto si potrebbe pensare che il governo dei “professori” non abbia saputo fare neanche i conti della serva, ma non è così! Questi eminenti personaggi fanno parte di superlobby cone Trilateral , Bildenberg (i famosi mercati) che riescono a pilotare governi e influenzare l’informazione e il cui obiettivo è quello di superare le sovranità nazionali per trasformare tutto il mondo in un mercato globale dove gli speculatori internazionali possano comprare tutto e tutti a prezzo di saldo. La premessa è quella dell’impoverimento dei paesi che vengono di volta in volta attaccati e questo è stato l’obiettivo che il governo Monti ha perseguito con successo. Ora, con la supervisione del presidente Napolitano, il tutto continua col governo di larghe intese, formula che tradotta significa condivisone delle logiche liberiste che ci stanno affossando.

Francesca Manfredini
Consigliera Comunale Capogruppo PdCI

nirvana 2014

TASSIAMO TUTTO

tasseGentile direttore, leggevo ieri una divertente, (si fa per dire), notizia che in una cittadina brianzola, (Desio), un residente ha ricevuto una contravvenzione per aver esposto la bandiera italiana (140 euro). Dopo essersi inventati nuovi balzelli come quello sull’ombra, (i tendoni dei negozi che sporgono in strada), sui carburanti dove ad ogni calamità sono soggetti a ritocchi e tanti altri, mi ha sorpreso pure la tassazione dei gradini della propria abitazione che mi permettono di entrare in casa se questi sono adiacenti ad una via del paese. Sappiamo benissimo in che stato versano le risorse comunali, (critiche), ma usiamo il buon senso, altrimenti arriveremo a sanzionare anche chi si riposa (specie pensionati), chiaccherando con amici nei giardini pubblici delle nostre città.
Cordiali saluti
Paolo Pagliani

Entra nel mondo “Bennet” a Novellara

Il nuovo Centro Commerciale “Novellara” da parte di un’azienda completamente italiana “Gallerie Commerciali Bennet S.p.A.” leader nel mercato degli ipermercati e dei centri commerciali sorgerà nella zona nord di Novellara a ridosso della tangenziale e confinante con Campagnola Emilia.
Novellara comune di circa 14.500 abitanti avrà una struttura moderna e funzionale realizatta secondo i criteri dal minimo impatto ambientale.
Il nuovo Centro Commerciale ospiterà un ampio Ipermercato Bennet di 8.000 mq e una galleria di negozi che forniranno alla clientela un’ampia gamma di servizi ponendosi come punto di riferimento per l’intera comunità novellarese, con l’intento di soddisfare ogni tipo di bisogno.
Avrà un parcheggio in grado di ospitare più di 1.000 posti auto gratuiti, fornendo così la massima comodità di accesso alla struttura.
La data prevista per l’apertura sarà nel 2013 e darà lavoro a 200 persone, che secondo l’amministrazione comunale, porterà molteplici vantaggi a Novellara e minori spostamenti a carico dei consumatori, l’auspicio del sindaco di Raul Daoli e che il nuovo centro, possa tradursi in opportunità di crescita, integrativo e non alternativo al tessuto esistente, credendo fermamente nella necessità di mantenere alta anche l’offerta commerciale del centro città”.

Rinaldo Pace