Scuola di musica comunale: da metà settembre riprendono le attività con un nuovo gestore

scuola la confetta

Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale di Novellara, a seguito di un bando di gara per la gestione della Scuola di musica “C. Confetta”, ha proceduto all’affidamento  del servizio, poiché  la convenzione con lo Schiaccianoci, passato gestore, è scaduta con la fine dell’anno scolastico 2014- 2015.
Lo svolgimento da parte del Comune di una procedura di gara  è stato un passaggio dovuto  sia per rispetto della normativa.
L’aggiudicazione si è svolta correttamente, secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e non del massimo ribasso (70 punti alla qualità e 30 al prezzo); sono stati invitati 6 soggetti, tutti  aventi caratteristiche di  ricchezza della proposta ed ampia articolazione delle attività e il soggetto risultato  aggiudicatario per i prossimi tre anni è ARCI – CEPAM, soggetto più che qualificato  e capace  di  mantenere  le attività già in essere e di dare impulso a nuove proposte  in un quadro di correttezza e trasparenza.
Tutta l’attività della scuola, compresa la Musicoterapia, riprenderà quindi come sempre, ma con rinnovato slancio da parte del nuovo gestore. Il  CEPAM  entro la metà di settembre  preciserà orari ed insegnanti dei corsi, presenterà le proposte formative, le modalità d’iscrizione e chiunque fosse interessato fin da ora può prendere contatti con la sede di Reggio.
Il nuovo gestore sta già lavorando per privilegiare, come richiesto dal bando, la continuità degli insegnamenti, coinvolgendo  i docenti disponibili (chiunque di loro fosse interessato a collaborare con il nuovo gestore può  infatti prendere contatti  con la sede di Reggio). Permarrà il sistema tariffario in vigore che sarà concordato ogni anno con l’amministrazione.
Spiace sempre assistere a cambi di gestione con realtà con le quali si è collaborato per anni e tuttavia le procedure di affidamento, che mettono a confronto le diverse proposte, sono oggi inevitabili. La Amministrazione ringrazia il professor Curti e “Lo schiaccianoci” per questi anni di proficua collaborazione e si augura che il CEPAM (Centro Permanente Attività Musicali) in qualità di nuovo gestore, forte dell’esperienza acquisita in oltre 30 anni di attività nella gestione di spazi ed attività musicali porti nuovo slancio alla storica scuola di musica novellarese.

Per gli inserzionisti del PORTICO, il vantaggio di essere visibile on-line.

Per gli inserzionisti del PORTICO, il vantaggio di essere visibile on-line.

Presentazione del libro multisensoriale: il nuovo traguardo del centro di Musicoterapia comunale

“Il libro di Léonard” attraverso suoni e vibrazioni permetterà a bambini diversamente abili di relazionarsi con il mondo esterno. 

Sabato 8 ottobre alle ore 10.30 sarà presentato il prototipo del libro multisensoriale presso il Teatro comunale alla presenza del Sindaco Raul Daoli, alla Presidente della Provincia Sonia Masini, di Cristina Carbognani, Vice Presidente della Fondazione Manodori, di Elisa Paterlini, direttrice dell’Istituzione “I Millefiori”, di Elena Carletti, consigliere provinciale, di Giovanni Curti, direttore della scuola di musica di Novellara, di Paolo Montanari dei “Ma Noi No” a di tutto il comitato scientifico del progetto.

Questo prototipo creato dalla direttrice del centro Monica Maccaferri è stato intitolato “il libro di Léonard” in omaggio al nipote della dott.ssa Maccaferri e permetterà a bambini (a partire dai sei mesi) e ragazzi con disabilità neurosensoriali (sordità e ciecità) e neuropsicologiche (autismo e disturbi pervasivi di sviluppo) di utilizzare un semplice tablet e relazionarsi con il mondo esterno grazie alle potenzialità infinite e calibrate sulle specifiche esigenze terapeutiche dei pazienti

Dopo tre anni di studi, progettazioni, cambiamenti e correzione degli errori finalmente il prototipo del libro sonoro è pronto, è in fase di brevettazione, sarà sperimentato in diverse sedi tra cui in una scuola materna del territorio e in una scuola materna in Francia, ma potrà anche essere introdotto in altre strutture scolastiche, sanitarie come all’interno del contesto famigliare.

Il comitato scientifico è composto da:
dott.ssa Monica Maccaferri –  direttrice del centro di Musicoterapia comunale M. Uboldi;

ing. Adelmo Lugli di Argoingeenering di Carpi;

dott Alessandro Piantoni neuropsichiatra infantile;

dott.ssa Patrizia Formigoni, responsabile del servizio di foniatrica UORL dell’azienda ospedaliera di Reggio;

dott.ssa Sonia Maria Luce Possentini, disegnatrice, creatrice delle immagini sonore

E con il prezioso contributo della Fondazione Manodori di Reggio Emilia e di diversi volontari novellaresi.

Libro sonoro – Centro di Musicoterapia

Libro multi sensoriale, il nuovo traguardo del Centro di Musicoterapia
Dal buio più profondo, un suono riaccende la luce sul mondo per tanti ragazzi speciali
Sabato 8 ottobre alle ore 10.00 in teatro comunale la direttrice del Centro comunale di Musicoterapia “M. Uboldi” Monica Maccaferri, presenta il prototipo di libro multisensoriale, insieme al Sindaco Raul Daoli, a Sonia Masini, Presidente della Provincia, al dott. Gianni Borghi della Fondazione Manodori e al comitato tecnico scientifico composto dall’ing. Adelmo Lugli, dal dott. Alessandro Piantoni, dalla dott.ssa Erica Santelli, dalla dott.ssa Patrizia Formigoni, da  Sonia Possentini.
Con questo speciale strumento sonoro-musicale, per bambini (a partire dai sei mesi) e ragazzi con deficit a livello sensoriale e/o cognitivo sarà più semplice la conoscenza e la comprensione della realtà che li circonda. Il suono diventa quindi una potente fonte di conoscenza, un facilitatore nelle complesse attività di comprensione e comunicazione del e con il mondo esterno. Dopo aver ottenuto il brevetto europeo questo nuovo strumento entrerà in fase di sperimentazione all’azienda Ausl di Reggio Emilia in modo da testare e migliorare il prototipo e procedere poi con la produzione. Si tratta di un progetto che rende molto orgogliosa l’Amministrazione Comunale perché, questo centro, oltre ad essere a tutt’oggi l’unico centro comunale di musicoterapia in Italia, si è sempre dedicato alla ricerca e allo sviluppo di nuove modalità per favorire il contatto di persone diversamente abili con il mondo esterno.
Questo prototipo, che la dott.ssa Maccaferri ha dedicato al nipote Leonard, è stato  realizzato da un appassionato comitato tecnico-scientifico composto da ingegneri, psicologi, neuropsichiatria dell’Ausl di Reggio Emilia e al contributo finanziario da volontari novellaresi, ai quali vanno i nostri più sinceri ringraziamenti.