Abbandono rifiuti e deiezioni animali: da novembre le guardie ecologiche vigileranno sul territorio novellarese

Guardie giurate ecologiche volontarieInizieranno dal mese di novembre dei controlli e verifiche costanti da parte delle Guardie giurate ecologiche volontarie (sezione Reggio Emilia) sui rifiuti depositati in modo erroneo nei cestini del centro storico e su oltre cinquecento contenitori della raccolta differenziata e RSU disseminati in tutto il territorio, frazioni comprese.
L’obiettivo è quello di limitare una tendenza a depositare rifiuti impropri nei cestini pubblici, ma anche educare i cittadini a non abbandonare all’esterno dei bidoni sacchetti dei rifiuti o addirittura oggetti ingombranti.
Se i cittadini saranno colti sul fatto al momento dell’abbandono dei rifiuto le GGEV provvederanno a invitare i soggetti a svolgere una corretta differenziazione dei rifiuti, consegnando una diffida che permetterà loro di non ricevere multe se non effettueranno la medesima infrazione nei successivi cinque anni. Qualora non si trovasse sul fatto i trasgressori, ma da un’analisi del rifiuto saranno individuati, scatterà immediatamente la multa da parte della polizia municipale.
“Forti di una convenzione in essere con le GGEV che prevede tra le loro attività anche quella di vigilanza sui rifiuti, avviamo da novembre un’importante attività di sorveglianza per il rispetto dell’ambiente nonché per il decoro urbano ”afferma l’assessore all’ambiente Alberto Razzini“ Ringrazio tutti i volontari che si renderanno disponibili dai prossimi mesi in questa attività di controllo che in prima battuta si concentrerà su alcune zone sensibili quali, giardini pubblici, portici, bidoni in periferia e invito tutti i cittadini a porre qualche attenzione quotidiana in più per la differenziazione corretta dei rifiuti. La presenza delle GEEV sul territorio sarà un’utile occasione per sensibilizzare tutti i proprietari di cani a prestare maggiore attenzione alle deiezioni dei propri animali domestici”.

MULTA …..FORZATA

Caro direttore, avendo trovato lavoro a Carpi ed abitando a Novellara, mi sono accordato con due colleghi residenti a Rio Saliceto, al fine di risparmiare qualche viaggio impiegando l’auto una settimana cadauno. Dove la parcheggiavo abitualmente per poi ritirarla alla sera, mi è stato consigliato da residenti di cambiare posizione in quanto il terremoto, tra i tantissimi danni provocati, suggeriva di star lontano da un cornicione.
Prontamente ho lasciato l’auto in una strada secondaria senza divieto di sosta e nessuna limitazione.
Al ritorno mi sono trovato inaspettatamente una contravvenzione effettuata da una vigilessa che nel verbale, per cercare una sanzione che potesse corrispondere alla eventuale infrazione, ha dapprima barrato divieto di sosta poi cancellato, quindi sostava in senso contrario di nuovo cancellato, per poi “inventarsi” che il mezzo non era negli appositi spazi che non esistono!!! Ho fatto una civilissima richiesta, recandomi sabato al Comando dei Vigili di Rio Saliceto spiegando nei dettagli l’accaduto chiedendo comprensione e buon senso, in questi terribili momenti dove occorre solidarietà, ad una gentile vigilessa. Questa ha preso l’impegno di sentire l’interessata e riferirmi dopo aver segnato il numero telefonico. Ieri l’altro una voce maschile, sosteneva che la collega confermava la multa da pagare alla svelta e che poteva sanzionare maggiormente perché l’auto aveva una mezza ruota su un marciapiede periferico! Ho risposto che ci sono fatti ben più gravi dei 39 euro comminati più spese, (terremoto, disoccupazione, corruzione) ma che si dovrebbe cercare di migliorare il rapporto fra cittadini e Polizia urbana come si predica sempre; così invece si deteriora sempre più. Quella iperzelante vigilessa, forse alle prime armi, dovrebbe ricordarsi di questo ed inoltre che con la sua “cervellotica” multa, ha fatto perdere il guadagno di una giornata e mezzo ad un giovane operaio di una fabbrica lesionata dal sisma. Sono stato abituato a non polemizzare più di tanto e di rispettare con educazione anche chi è in errore; sarà contenta, ho già pagato!!

Un cordiale saluto
Matteo Pagliani