Andrea Aldini bronzo in Europa

3° nei campionati europei di categoria a Parigi

3° nei campionati europei di categoria a Parigi

Nella cornice dello spettacolare Institute du judo, vero tempio dello sport francese si sono svolti la settimana scorsa i campionati d’Europa di Judo della categoria Master. Nella rappresentativa italiana, forte di una trentina di atleta vi era anche il reggiano Andrea Aldini che gareggiava nella categoria M3 peso 81 kg. La gara si preannunciava subito in salita data la numerosità dei partecipanti e il livello decisamente elevato. Andrea Aldini passava il turno e doveva affrontare il primo atleta della rappresentativa francese Balland, il quale veniva liquidato in una 30 di secondi per ippon, il ko della boxe, Seconda sfida, l’avversario svizzero è mancino, e Andrea i mancini li soffre, ma stavolta nulla è stato lasciato al caso, si è allenato molto in palestra con i suoi atleti mancini, fra cui anche il nazionale albanese Igli Ramosacaj e dopo essere passato subito in vantaggio, dopo un minuto circa, altro ippon per il coach del Judo club Novellara. Quarti di finale con l’atleta della nazionale serba Milan Bodgic, uno dei favoriti alla vigilia. Aldini non da nulla per scontato, attacca ed è incisivo e si porta in vantaggio dopo una trentina di secondi. Passa un altro minuto dove l’azzurro pressa l’atleta serbo, il quale tenta una contro tecnica, Aldini ne approfitta e lo inchioda al suolo in immobilizzazione e lo costringe alla resa. Semifinale con il brivido con lo sloveno Bogdan campione d’Europa in carica, arrivato a Parigi a difendere il titolo. Andrea sa che l’avversario è più forte ma non c è nulla di scritto. Infatti dopo circa 10 secondi Aldini tenta il colpo gobbo, un ippon seoi nage a sorpresa proietta lo sloveno ai bordi del tappeto. La giuria dopo lunga consultazione decide di assegnare ad Andrea mezzo punto, anziché un ippon liberatorio e inizia un incontro difficilissimo, dove l’unica arma dello sloveno è la forza fisica che impone sull’atleta nostrano.
Alla fine le sanzioni consentono a Bogdan di accedere alla finale per l’oro e relegare l’atleta reggiano alla finalina per il bronzo. 3 ore di attesa prima di questo incontro dove ci si concentra e si prepara per il gran finale. Tensione alle stelle e alle 16.00 Andrea Aldini viene chiamato per la finale. Parte deciso e dopo solo 8 secondi Andrea porta a casa un preziosissimo bronzo con l’esultanza degli italiani, peraltro numerosi, sugli spalti e la rabbia dei cugini transalpini per la figuraccia rimediata.

fai-la-differenza-a-novellara

Week end di fuoco per il judo club Novellara

cittamurata2013Judo club Novellara: partenza con tre medaglie Oro di Aldini, argento di Ramosacaj, bronzo di Gentile a Genova e a Cittadella (PD).
Esordio con il botto del judo club Novellara, neonata società Fijlkam della bassa reggiana, con tre atleti in gara e tre medaglie, Ma andiamo con ordine, Sabato a Cittadella di Padova si disputava il 16 torneo internazionale città Murata, per sole cinture nere con junior e senior che combattevano assieme. Per il judo club Novellara erano presenti Igli Ramosacaj nei 73 kg e Simone Gentile nei 66 kg. Apriva la gara quest’ultimo che nonostante la lontananza dal tatami di 2 anni, inaugurava il ritorno con il primo incontro, vinto con due waza ari (mezzo punto) sfoderando la classe che lo ha sempre contraddistinto. Il secondo incontro dura 8 secondi secchi e l’atleta novellarese approdava alla seminifinale contro Besk Karim ex nazionale algerina, ora alla Ginnastica Triestina guidata dall’allenatore della nazionale Raffaele Toniolo. Incontro tiratissimo e una sanzione molto dubbia, finiva per regalare all’avversario il match. Nella finale per il terzo posto, un altro colpo di classe di Simone gli consentiva di aggiudicarsi il bronzo in 10 secondi secchi. Gara da manuale per lo junior Igli Ramosacaj (18 anni, il più giovane atleta della categoria) che passava il primo turno come testa di serie e il secondo turno con un uchi mata da manuale lo chiudeva in sette secondi. Quarti di finale con l’atleta di interesse nazionale Davide Bianco Momesso, forte del terzo posto ai campionati italiani juniores e incontro che si preannunciava durissimo. Igli prende coraggio, conduce l’incontro, lo pressa fa due attacchi da manuale e dopo circa un minuto, su controtecnica l’atleta della nazionale albanese piazzava un ippon da manuale chiudendo in 1 minuto l’incontro. Semifinale con Umberto Serenelli seniores mantovano cresciuto all’ombra di palestre fortissime come la forza e costanza Brescia di Ezio Gamba. E anche qua Igli non delude. Vantaggio dopo pochi secondi e ippon da manuale dopo circa un minuto e accesso alla finale. Qua Igli si rilassa un po troppo e contro Silvio Cici, primo nella ranking list italiana non ce la fa. Parte bene, passa in vantaggio, ma prende una controtecnica in malo modo che lo relega al secondo posto, con una bellissima gara alle spalle. Domenica a Genova, torneo internazionale master della lanterna, valido per il campionato italiano master. In gara l’allenatore del Judo club Novellara, che vinceva il primo incontro in circa 40 secondi per ippon di seoi-nage. Secondo incontro che Andrea Aldini non riusciva a chiudere e a quel punto, lavorando con l’esperienza, imbottisce di sanzioni l’avversario portandosi in finale. Quest’ultimo dura circa 6 secondi con un ippon da manuale di Aldini che gli permetteva di salire sul gradino più alto del podio. Grande soddisfazione a Novellara per questa nuova realtà!

BBS