Libri in distribuzione a Novellara

Il libro scritto da Lucio Levrini del Centro Culturale Lucio Lombardo Radice sull’intensa vita di Giannetto Gatti è ora in vendita presso la biblioteca comunale di Novellara al prezzo simbolico di 7 euro (fino ad esaurimento scorte).
Il libro racconta con documenti e testimonianze le molte vite del Commendatore al Merito Giannetto Gatti: un bracciante, un soldato e partigiano ed infine un cooperatore che ha guidato la costituzione e la crescita della Cila, una delle cooperative agricole più importanti nella Regione Emilia Romagna. Questo libro è stato recentemente presentato proprio durante i festeggiamenti dell’Anno Internazionale delle Cooperative a Novellara.
lo speziale_54_6489E’ invece in distribuzione gratuita fino al 5 gennaio dalle ore 10.00 alle 12.00 presso la Sala del Fico il volume scritto da Ivanna Rossi “Lo speziale di Nubilaria – il dolce segreto del chiocolato” (Aliberti editore).

“Chi si forma è perduto, Babiloteca”

“Chi si forma è perduto, Babiloteca” non è il motto di un irriverente politico disprezzante la classe media studentesca, ma il titolo di un ironico e disincantato romanzo di narrativa scritto dall’autore Simone Oliva.
Il testo è indispensabile per le matricole, è consigliato a coloro che hanno oziato all’Università, è suggerito a chi sta pensando di iscriversi, leggendolo potrebbero ripensarci e riderci su. Il libro è distribuito dalla casa editrice MNAMON, ed è disponibile solo on-line in formato E-book (PDF) al seguente Link:

Chi-si-forma-e-perduto

LEGGERE

Gentile direttore, il filosofo inglese Francesco Bacone era convinto che i suoi contemporanei leggessero i libri, almeno quei fortunati che non erano analfabeti.
Purtroppo è ormai arcinoto che in Italia di libri ve ne sono e fin troppi, nelle scuole si insegna a tutti a leggere ma la pratica è sempre scarsa. Da tempo mi domando essendo un accanito lettore, perché circolino prezzi così alti (dai 15 ai 20 euro) e che questa non sia solo una delle tante cause che tengono lontano i cittadini dalla lettura.
In questo periodo di vacanze certi riscoprono questo godimento interiore, che “allunga la vita” permettendo di varcare spazi e tempi, pur rimanendo seduti nella propria camera o nel fresco di una pineta. Infatti la citazione di D. Pennac autore francese sostiene che: ” Il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere”. I veri libri e le opere autentiche, non quelli figli della luce e delle chiacchiere, sono destinati ad alimentare lo spirito, a stimolare l’ intelligenza, ad esaltare la fantasia, come accade per esempio, al <<Libro>> per eccellenza, alla Bibbia, in ebraico chiamata Miqrà, cioè la <<Lettura>>. Personalmente ad un prezzo dimezzato, che con il tempo sono convinto ci arriveremo, raddoppierei gli acquisti, oltre a rivolgermi alla fornita Biblioteca della mia città.

Cordialità e Buona domenica 
Paolo Pagliani

Nello sguardo l’identità personale, nel libro la vita

Le Amiche del Portico

Domenica 11 marzo, in Sala del Consiglio, si è svolta la presentazione del libro Le Amiche del Portico- 30 anni con Voi. Pubblicazione che celebra il trentennale de Il Portico, il giornale storico dei novellaresi, e al tempo stesso fa da perno alla ricca kermesse di Settimana donna che si è da poco conclusa.
Siedo tra gli altri nella vastità della bella sala affrescata, rigirandomi tra le mani il volume che ho letto nei giorni scorsi. 54 donne, vincendo qualche reticenza, si affacciano in copertina al libro e lo trasformano in un mosaico di sguardi, prima ancora che di volti, che sono, a mio parere, la chiave di lettura del libro stesso. Se nello sguardo è la sintesi dell’identità personale, nei 54 sguardi di queste donne che convergono all’unisono c’è qualcosa a cui il lettore capisce subito di doversi arrendere. Una forza irresistibile, insieme dolce e belligerante, che si traduce in voglia di fare, in caparbietà, in ottimismo. Pur nella diversità, di temi, esperienze, culture, personalità, il denominatore comune dei testi è lo sforzo di sincerità, e dunque d’interiorità, al quale ciascuna autrice ha palesemente inteso sottomettersi, e non semplicemente per dare una prerogativa di autenticità alla scrittura, soprattutto per farsi carico, a pieno titolo, dei valori morali a cui essa si ispira . Persino i limiti, sia di scrittura che di ambiti d’interesse, di cui le autrici sono consapevoli, acquistano dignità grazie a questa onestà dei sentimenti che rende le narrazioni refrattarie a ogni genere di snobismi e virtuosismi .

Info LIBRO Rossella 328-0181552

Rossella Eunini, musa ispiratrice del libro, apre il giro delle riflessioni. L’affiancano la senatrice Albertina Soliani, la Vice Sindaco Barbara Cantarelli, Barbara Rossi psicologa e psicoterapeuta Paolo Paterlini Direttore de Il Portico, Marco Villa che del Portico è la colonna portante e Rinaldo Pace che di mese in mese ce lo confeziona nella forma che ben conosciamo. Ognuno porta il suo contributo di esperienze e di giudizio. Partendo dal libro e dal trentennale che si sta celebrando, ognuno a modo suo tira delle somme, s’interroga sulla necessità delle scelte che sono state fatte nel corso degli anni, azzarda ipotesi sul futuro. Su tutto aleggia il ricordo di Marta Beltrami, persona di luce, a cui s’intitola la borsa di studio indetta in suo onore. Ho ascoltato tutti, senza un momento di noia.
E’ stato detto che la donna sa ricavarsi la sua stanza interiore anche nella casa più stretta. Mi piace davvero quest’idea che si possa ritagliare dentro quello che non è consentito fuori. Mi ha colpito anche una signora che ha osservato quanto assomigli alla vita l’alternanza di riso e di pianto che si dipana nel libro. Come dire che in questo libro è stata impaginata la vita!
Necessario anche il bisogno di reinventarsi delle donne, direi delle persone: non c’è traguardo o conquista che sazi il bisogno di crescere che è dentro ciascuno di noi.
La crescita, sia individuale che politica, si sostanzia di ascolto e di dialogo, di rispetto, di conoscenza e cultura.
Ancora mi rigirano in testa questi pensieri mentre scendo nel vasto cortile della Rocca e mi avvio alla macchina in questo mezzogiorno di sole.

Eda  

LE AMICHE DEL PORTICO: 30 ANNI CON VOI

Eccoci alla presentazione del libro
LE AMICHE DEL PORTICO: 30 ANNI CON VOI
domenica 11 marzo ore 10,30 in sala del Consiglio in Rocca a Novellara

Questa sarà l’occasione per conoscere direttamente la genesi e la realizzazione del libro direttamentamente dalle/dai protagonisti.
Dal Portico, il mensile novellarese, al progetto di visibilità delle sue redattrici, alla promozione/vendita con il doppio spettacolo…come e perchè abbiamo scommesso su questa avventura tutta novellarese e tutta di donne e perchè finalizzare i nostri sforzi al finanziamento della borsa di studio “Piccole Donne” in ricordo di Marta Beltrami….
Sarà un incontro dovuto a cui ti invitiamo con tanto orgoglio e piacere
Cerca di non mancare è un pezzo di “fare” e di “cittadinanza” costruito dalle donne per la propria comunità: Novellara e te lo vogliamo far conoscere
Grazie

Rossella Eunini