Non sei Tu il problema. Ecco perché della scarsa informazione.

Più ci si trova in difficoltà e più si cade in basso nella dialettica e nel confronto. Questo sta succedendo al PDL novellarese, che rispecchia pienamente la situazione di difficoltà del PDL nazionale. Si è infatti potuta notare la bassezza delle argomentazioni anche agli sgoccioli della campagna elettorale milanese. Si screditano gli avversari politici con insulti o accuse infondate, tanto per loro basta gettare fango su tutto e tutti per cercare di recuperare qualche voto.
Anche a Novellara il PDL va a colpi di dossieraggi, gossip, clamorose scoperte “hot” tanto per attirare l’attenzione. Ma crediamo che la gente ormai sia stanca di questi atteggiamenti, di questi discorsi e falsità. Senza parlare dell’attività frenetica di andare a scovare nei balconi delle case bandiere pro-referendum (a favore dell’acqua pubblica) e addirittura farle togliere….. immaginiamo dia molto fastidio a loro che i cittadini abbiano un’opinione su un tema delicato come l’acqua (che il centro-destra vuole privatizzare), dà fastidio che si parli del referendum…. Nucleare e Legittimo Impedimento! Certo, han paura che la gente vada a votare e faccia cambiare i piani del Governo. Non si pensa però che si spenderanno milioni di euro (soldi pubblici) per questo referendum (che non han voluto accorpare alle amministrative)….. un referendum che loro stanno cercando di vanificare anche con la scarsa informazione e laddove c’è informazione vorrebbero zittire tutto e tutti.
Sarebbe sicuramente più costruttivo un sano confronto su temi politici….. ad esempio il PDL invece di attaccare senza ritegno su questioni futili, avrebbe potuto partecipare all’incontro di lunedì 16 maggio sul “legittimo impedimento” che si è tenuto a Novellara, oppure potrebbero cogliere l’occasione di confrontarsi sull’acqua pubblica la prossima settimana (25 maggio). Le occasioni di confronto non mancano, ma evidentemente la loro attività preferita non è quella di fare politica.

Partito Democratico di Novellara
Italia dei Valori Sinistra per Novellara
Partito di Rifondazione Comunista

P.S.
Se hai un minuto, fammi sapere se l’articolo ti è piaciuto lasciandomi
un commento. Sarò più che felice di risponderti.


ANNUNCIO IMPORTANTE! Per evitare errori madornali !!!

Serata con Gioacchino Genchi per rompere il silenzio sui referendum!

Lunedì 16 maggio, all’interno del programma della consueta festa del pesce il PD di Novellara promuove una serata politica con Gioacchino Genchi per incentivare la partecipazione al voto referendario del 12 e 13 giugno.
Riteniamo infatti che uno stato in cui la giustizia viene costantemente contaminata da leggi che garantiscono la salvaguardia di una persona non può definirsi democratico; così come non può definirsi democratico uno stato in cui l’80% dell’attività parlamentare è dedicata alla creazione di quelle leggi che appunto, salvaguardano l’impunità del presidente del consiglio.
Non ultima la legge sul cosidetto “legittimo impedimento” che consente al premier di assentarsi dai processi sino alla scadenza dell’esercizio del suo mandato.
Di tutto questo e dell’intricato intreccio tra politica e giustizia, lecito e illecito parleremo con Genchi, ex vicequestore a palermo e consulente tecnico dell’autorità giudiziaria per le indagini relative alle stragi di Capaci e via d’Amelio.
Esperto di informatica e telefonia si occupò di incrociare i tabulati delle telefonate in processi di grande importanza, quali quelli sulla mafia, che hanno rivelato il rapporto tra la mafia e il complesso giuridico-economico-politico della seconda Repubblica.
Vi aspettiamo pertanto il 16 Maggio alle ore 21.00 presso la Sala Polivalente di Viale Montegrappa per questo importante appuntamento.
La serata sarà coordinata da Milena Saccani Vezzani e Alessandro Baracchi del circolo PD di Novellara

P.S.
Se hai un minuto, fammi sapere se l’articolo ti è piaciuto lasciandomi
un commento. Sarò più che felice di risponderti.

Nota Bene: I commenti non esprimono il punto di vista degli Autori degli articoli, nè tantomeno quello degli Amministratori del Sito.