Il Consiglio comunale approva una mozione sul consumo di suolo

viewdbfileIl Consiglio comunale di Novellara, durante l’ultima seduta del 30 gennaio scorso, ha approvato una mozione riguardante il “Monitoraggio del consumo di suolo e dell’uso degli immobili”, presentata dal consigliere Mauro Melli.
Con l’approvazione il Sindaco e la Giunta si impegnano a farsi promotori, a nome del Consiglio comunale, di una nuova legge regionale per fermare il consumo di suolo e di una nuova legge nazionale di revisione della fiscalità, per eliminare la dipendenza degli enti locali dagli oneri di urbanizzazione. La mozione approvata prevede inoltre l’istituzione di un sistema di monitoraggio del consumo di suolo e dell’uso degli immobili in ogni Comune.
Legambiente Emilia Romagna ha avviato, nelle settimane scorse, una campagna in sei punti per fermare il consumo di suolo vergine e favorire il recupero del patrimonio edilizio esistente. Stando ai dati forniti dall’Associazione, il ritmo di urbanizzazione degli ultimi 30 anni in Emilia Romagna è stato di oltre otto ettari al giorno.
“L’Amministrazione comunale – ha affermato l’Assessore ai lavori pubblici Roberto Gelosini – ha realizzato una variante generale al Piano Strutturale Comunale ad impatto zero ed ha anche cercato di evitare speculazioni che avrebbero ridotto le aree agricole del territorio, anche in occasione del boom del fotovoltaico.”
“In questi anni – ha concluso il Sindaco Raul Daoli – sono state numerose le domande di modificazione del suolo al di fuori dei confini definiti dal P.S.C., l’ex Piano Regolatore, ma questa Amministrazione ha sempre risposto negativamente, favorendo aree di riqualificazione del centro storico quali l’ex Convento dei Gesuiti o l’ex Ospedale.”

La Paola

Consegnati i premi “Comuni Ricicloni” Novellara si distingue

Novellara (RE), 16 luglio – Si è svolta a Roma il 14 luglio la cerimonia di consegna dei premi “Comuni Ricicloni” 2011. L’iniziativa, promossa ed organizzata da Legambiente ha l’obiettivo di incentivare la raccolta differenziata ed il riciclo dei rifiuti, che oggi, se ben separati, sono considerati materia prima; il tutto senza perdere di vista l’importante aspetto della riduzione della quantità totale degli stessi.
I “Comuni Ricicloni” quest’anno sono 1290. Per fregiarsi di questo titolo è necessario raggiungere quota 60% di raccolta differenziata; se a questi si aggiungono poi i 448 Comuni che hanno superato la quota del 50% si raggiunge un numero pari a 1738.
Premio speciale a Novellara in qualità di “Comune Riciclone” per la raccolta differenziata dell’alluminio; in effetti nello scorso anno a Novellara sono stati raccolti ben 10.270 kg di alluminio, quantità che pone il nostro paese primo in classifica nell’area nord. Il riconoscimento è stato consegnato dal CIAL (Consorzio Imballaggi Alluminio) nelle mani dell’assessore comunale Roberto Gelosini, “Il premio ci rende orgogliosi, ma deve essere motivo di orgoglio soprattutto per i cittadini novellaresi che quotidianamente adottano queste buone pratiche che fanno primeggiare Novellara a livello nazionale. Un ringraziamento quindi a tutti i novellaresi con l’auspicio che questo premio sia di stimolo per il miglioramento della raccolta differenziata in generale. Un grazie anche all’assessore Roberto Blundetto per il lavoro svolto fino ad oggi.”