Novellara Balsamica, per trascorrere un gustoso week end a Novellara

Il primo fine settimana di ottobre a Novellara è ormai da 5 anni dedicato all’aceto balsamico. Questo perché la cottura del mosto coincide con il periodo della vendemmia e la conseguente disponibilità del mosto fresco da cuocere e concentrare.  La cottura normalmente avviene in piazza con l’allestimento dei paioli e il vigile controllo dei tecnici della  confraternita  che  sorvegliano  il bollore  lento e costante. Attorno a questa attività si sono man mano strutturate altri eventi sia goliardici che culturali. Il sabato sera ad esempio si svolge la corsa delle badesse  gara di velocità a squadre su percorso cittadino. Si tratta di fare ruzzolare le botti dette “badesse su un percorso circolare ( attorno ai giardini del centro storico) decretando vincitori coloro che per primi  terminano il percorso.

Apparentemente sembra una passeggiata  ma in realtà lo scorso anno si sono visti concorrenti sudatissimi e affaticati dichiarare che non si aspettavano che la gara fosse così impegnativa ma allo stesso tempo divertente. I vincitori si aggiudicheranno il secondo trofeo Acetaia San Giacomo.  Alla domenica mattina in sala del Fico in Rocca sarà possibile assistere alla lezione del prof. Giudici dell’Università di Modena e Reggio dal titolo :   “Indipendenza del giudizio, valore imprescindibile per l’analisi sensoriale”sul tema delle tecniche di valutazione della qualità degli aceti, mentre nel pomeriggio la Biblioteca comunale propone “La contessa Matilde alla corte di novellara e la magia del’aceto balsamico” animazione e adattamento teatrale della storia dell’aceto balsamico finalizzato alla conoscenza in forma ludica per i bambini  e non dell’aceto balsamico e della sua provenienza.

La due giorni sarà l’occasione per anticipare “Il registro delle Acetaie novellaresi” il progetto che verrà ufficialmente presentato durante l’Assemblea internazionale delle Cittaslow (dal 19 al 22 ottobre) e che mira a censire la produzione domestica e le tecniche utilizzate per la produzione di questo gustoso condimento.

Giornate Europee del Patrimonio 2012: visite guidate alla Rocca, in Archivio ed apertura straordinaria del Casino di Sopra

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come di consueto, Novellara aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2012 che avranno luogo nel nostro Paese il 29 e il 30 settembre, con lo slogan, ormai consolidato: “L’Italia tesoro d’Europa”.
Per l’occasione Novellara ha organizzato delle visite guidate gratuite sia sabato 29 che domenica 30 settembre alla Rocca dei Gonzaga e all’Archivio Storico dalle ore 15.00 alle 18.30.
A queste iniziative si aggiunge la straordinaria possibilità di visitare domenica 30 settembre dalle ore 15.00 alle 18.30 il Casino di Sopra (Casino Bell’Aria) normalmente chiuso perché di proprietà privata, con possibilità alle ore 15.00 di partecipare alla visita guidata dal dott. Fabbrici.
Il Casino di Sopra era una villa di campagna, luogo si svago, rappresentanza e centro di produzione agricola eretta nel 1541 per volontà di Costanza da Correggio (vedova di Alessandro I Gonzaga) e del cognato Giulio Cesare. Nel 1550 la villa diventa di proprietà di Camillo I che, nel 1558, commissiona a Lelio Orsi la decorazione della grande sala centrale: il più vasto ed articolato progetto decorativo dell’artista manierista.
La decorazione era distribuita su quattro pareti e su tre ordini e rappresenta le allegorie della Guerra, della Pace, delle Arti e dell’Agricoltura, fiancheggiate da scene, cariatidi e telamini; con otto divinità e quattro busti monicromi. In seguito strappati dal restauratore Giovanni Rizzoli e divisi in 22 pezzi (nel 1845), sono attualmente esposti presso il Museo Gonzaga dopo che nel 1973 furono riacquistati ad un’asta dallo Stato Italiano. Il Comune ringrazia per la gentile concessione Onlus Casino di Sopra.

 Per maggiori informazioni
www.comune.novellara.re.it