JUDO: due medaglie e 3 quinti posti al torneo internazionale di Giano

stagelignano

Argento per Aldini nei master e bronzo di Maglaperidze negli Junior, gara spettacolare di Pezzella

A Terni si è svolto il 16 torneo internazionale di Judo di Giano, valido per l’acquisizione della cintura nera. A rappresentare la città del tricolore gli atleti del Dojo arti marziali, sezione judo con una squadra di 5 atleti, tutti arrivati in zona medaglia. Apre la gara, il coach Andrea Aldini, nella categoria Master, nella quale piazza due ippon (ko della boxe) chiudendo prima del limite per accedere alla finale con il finanziere Lamberto Raffi. Incontro tiratissimo che vede quest’ultimo prevalere di poco sull’atleta reggiano. In gara anche Vazha Maglaperidze, juniores 73 kg che parte bene, vince 3 incontri prima del limite per perdere malamente ai 4 di finali dall’atleta che rappresentava la Puglia. Finito nel tunnel dei recuperi, l’atleta georgiano non deludeva le attese e con due ippon da manuale, chiudeva la gara sul gradino più basso del podio. In gara anche Salvatore Pezzella, cadetti 66 kg, che pratica judo da solo 6 mesi. L’atleta reggiano, incontra subito un osso molto duro, il napoletano Setaro della scuola del campione olimpico Maddaloni. Incontro durissimo che vede prevalere di poco quest’ultimo, che poi vincendo la gara, recupera l’atleta reggiano. Ai recuperi Salvatore, tira fuori una classe non indifferente: chiude il primo incontro in 8 secondi; l’incontro successivo dura una 15 di secondi, il terzo altrettanto per arrivare alla finale per il terzo posto, dove incontra l’atleta del nippon Napoli, altra palestra fortissima, e la generosità non basta per vincere contro l’esperienza, chiudendo cosi al 5 posto. Altra bella gara del senior Marco Rovali (73 kg fino a marrone), approdato da poco al judo dove piazza due ippon a terra di leva articolare, vincendo in modo spettacolare per poi cedere all’esperienza all’ultimo incontro e accontentarsi di 4 punti per la cintura nera e un quinto preziosissimo posto. Ultimo in gara Fajetti Simone (junior, 81 kg fino a marrone) che ritornato al judo da poco piazza due ippon da manuale per poi cedere anche lui come i suoi due compagni in finale e piazzarsi al quinto posto.
Bella prestazione dei reggiani con profonda soddisfazione di tutto lo staff, di questo giovane club, fondato da poco, che promette da subito molto bene!

La casa dei sogni

TROFEO INTERNAZIONALE DI JUDO CITTA DI COMO

Sul podio – Glowacki – Ramosacaj – Masetti – Villani e Torreggiani

Sul podio – Glowacki – Ramosacaj – Masetti – Villani e Torreggiani

Domenica ad Appiano Gentile si è svolto il settimo torneo Internazionale città di Como con atleti provenienti dalla Grecia, Moldavia, Spagna e Svizzera. Il Dojo Arti Marziali schierava 6 atleti, già collaudati a questo tipo di manifestazioni. La gara non partiva bene per gli atleti di Novellara. I due cadetti 60 kg Gianmarco Torreggiani e Lorenzo Villani perdevano il primo combattimento. Relegati ai recuperi il coach Andrea Aldini cambiava tattica di gara e i risultati non si facevano attendere. Gara perfetta successivamente per i due cadetti del dojo che salivano prepotentemente sul gradino più basso del podio con tre incontri a testa vinti per ippon (ko della boxe) con la finale di Torreggiani che è durata poco più di 10 secondi. Raddrizzata la giornata era il turno del polacco Dorian Glowacki che combatteva in una categoria non sua gli 81 kg juniores. Parte bene e chiude il primo incontro in un minuto secco. Nella finale il cronometro si ferma dopo 10 secondi sotto l’occhio vigile dell’allenatore della nazionale polacca Janusz Pawlocki vincendo un preziosissimo oro per il Dojo Arti Marziali. Gara un po’sottotono per il nazionale albanese Igli Ramosacaj che vince il primo incontro dopo circa un minuto sempre per ippon per poi approdare alla semifinale che dura circa una decina di secondi con l’atleta albanese che sembra ripetere l’exploit di domenica scorsa. E qua qualcosa non funziona. In finale parte sottotono, non attacca e una tattica troppo attendista porta in vantaggio l’avversario. Nell’ultimo minuto Igli attacca, recupera parzialmente lo svantaggio ma non basta e si deve accontentare dell’argento. Stessa sorte per Riccardo Masetti nella categoria 90 kg. All’esordio gli tocca immediatamente un atleta della nazionale greca, contro il quale il coraggio e la determinazione di Riccardo nulla possono e costringono l’atleta in forza al Dojo arti marziali ad accontentarsi della medaglia d’argento. Alla fine della giornata il Dojo arti marziali si classifica 12 società su oltre 60 società provenienti da tutta Italia e dall’estero.

15 sigillo per il judo del Dojo Arti Marziali Novellara

Bis di medaglie alla coppa Lombardia a Bergamo
Oro di Lorenzo Villani e del nazionale Juniores Igli Ramosacaj

A Ciserano di Bergamo, domenica si è disputata la 25 coppa di Lombardia di judo valido per l’acquisizione della cintura nera. Per il dojo arti marziali erano in gara, Lorenzo Villani e Igli Ramosacaj. Il primo gareggiava nella categoria cadetti 60 kg. Agli esordi con l’agonismo il giovane novellarese chiudeva per ippon (il ko della boxe) in modo rocambolesco il primo incontro immobilizzando al suolo il proprio avversario. Giunto in finale l’incontro si presentava in salita, ma nonostante la poca esperienza Lorenzo passava in vantaggio. L’avversario di Milano cercava in un qualche modo di recuperare ma con scarsi risultati. A quel punto l’atleta in forza al Dojo di Novellara cambiava tattica e con un formidabile seoi nage (tecnica di lancio) a destra, nonostante Lorenzo sia mancino chiudeva l’incontro per ippon.
Bella gara anche per Igli Ramosacaj della nazionale albanese nei 66 kg juniores che gareggiavano assieme ai seniores, essendo di fatto uno dei più giovani atleti in gara. Apriva la gara con un incontro vinto in quindici secondi secchi per ippon. Il secondo durava un po di più ma l’avversario bergamasco non riuscendo a sfruttare il fattore casa cedeva a Igli dopo circa un minuto con un altro ippon da manuale. Terzo incontro, terza vittoria, cercata ed ottenuta con fatica anche questa con un altro ippon da manuale. Semifinale con l’atleta anglo-italiano Eric Mason di Brescia. Igli passa subito in vantaggio con un’azione spettacolare amministrando saggiamente il risultato, tuttavia la stanchezza del giovane della nazionale albanese (giunto alla 4 convocazione) si fa sentire. Eric pareggia, poi una sanzione dubbia porta in vantaggio il bresciano sull’atleta del Dojo di Novellara, relegando Igli ai recuperi. Nella finalina, il nostro atleta incontrava un judoka allenato dall’olimpionico Diego Brambilla ex compagno di squadra dell’allenatore del Dojo Arti Marziali di Novellara Andrea Aldini. L’incontro parte abbastanza teso, con un confronto anche ai piedi del tatami. Ramosacaj segue le indicazioni del tecnico Andrea e dopo un minuto di gara circa, in contro tecnica pescava l’atleta di Cinisello e chiudeva l’incontro per ippon classificandosi al terzo posto su un lotto di oltre 20 concorrenti.
Grande soddisfazione a Novellara per i risultati ottenuti, confermando il dojo Arti Marziali come una delle realtà più dinamiche della provincia reggiana che nonostante i fenomeni sismici gli atleti di questa palestra hanno continuato fra mille difficoltà ad allenarsi e portare avanti la proprio passione con abnegazione e spirito di sacrificio..

Dott. Andrea Aldini

Diventare inserzionisti del “Portico on-line” è il modo più efficace ed economico per fare pubblicità alla propria Azienda.

Fai pubblicità sui nostri schermi

Fatti conoscere con un vero spot pubblicitario che sarà visto da migliaia di utenti. Garantiamo grande visibilità e grande ritorno di immagine.

Prezzi imbattibili a partire da 37€ al mese.

Scrivici sarai al più presto ricontattato
da un nostro responsabile commerciale.