L’IGIENE ORALE DEI CANI

cane-denti-alitosiGentile direttore, fra i tanti problemi che oggigiorno si presentano, il dentifricio e lo spazzolino sono fondamentali conversando con un amico veterinario, anche per i nostri animali. Infatti i batteri presenti nelle infezioni del cavo orale, possono raggiungere altri organi ed essere causa di malattie cardiovascolari, polmonari e renali. L’ideale, mi diceva, è effettuare uno spazzolamento quotidiano dei denti abituando la bestiola sin da cucciolo con qualche piccolo trucco. In un momento di tranquillità e preso in braccio, si solleva il labbro superiore massaggiando le gengive e la superficie dei denti (dall’alto verso il basso) da quelli posteriori a quelli anteriori e limitandoci all’arcata superiore. Quindi una coccola. Mi incuriosivo sempre di più! Nei giorni successivi si ripete l’operazione avvolgendo sul dito una garzina per abituarlo alla sensazione di ruvidità. Si passerà poi all’uso di uno spazzolino, (chiaramente morbido), dotato di una testina di piccole dimensioni con la pasta dentifricia specifica per animali. Non bisogna dimenticarsi di portare il cane periodicamente dal dottore, per valutare insieme a lui l’eventualità di eseguire una profilassi professionale con ultrasuoni per eliminare il tartaro. Diversamente da decenni scorsi quando si davano resti di pasti e pane raffermo, ora esistono pappe salva-denti coadiuvate da rinfrescanti dentifrici spray enzimatici. Cosa non si farebbe per i quattro zampe mi son chiesto.

Cordialità
Paolo Pagliani

effemme

PICCO INFLUENZA 2014 !!!

malato001Salve, in questi giorni sta iniziando il picco dei virus influenzali (sono tre i virus interessati), con tanti bambini che vedo in ambulatorio con febbre elevata da diversi giorni. Questo picco probabilmente durerà ancora 30-40 giorni.

In sintesi i sintomi sono quelli di febbre anche alta,  e tosse, spesso con raffreddore. Nei primi 2-3 giorni serve solo dare degli antipiretici, tipo la tachipirina o il nurofen, in caso di febbre elevata o malessere. Se la febbre persiste oltre i 2-3 giorni, o se peggiorano le condizioni generali, è utile una visita pediatrica.

vi allego del materiale utile su come affrontare inizialmente l’influenza.

– In allegato trovate il file pdf su come iniziare a trattare l’influenza. influenza

A questo link trovate un bel video del Prof. Zuccotti (primario del Sacco di Milano), con consigli utili (quali farmaci dare, quando chiamare il medico, ecc…):

http://www.deabyday.tv/genitori-e-bambini/video/350/Guida-alle-malattie-del-bambino–l-influenza.html

– vi invio anche il link alla pagina del mio sito:

http://www.pediatracantoni.com/page4/page9/influenza.html

Al minimo dubbio, o se non vi è chiaro qualcosa, contattatemi.

ciao
Sandro Cantoni

pubblicita 2014001