TROFEO INTERNAZIONALE DI JUDO CITTA DI COMO

Sul podio – Glowacki – Ramosacaj – Masetti – Villani e Torreggiani

Sul podio – Glowacki – Ramosacaj – Masetti – Villani e Torreggiani

Domenica ad Appiano Gentile si è svolto il settimo torneo Internazionale città di Como con atleti provenienti dalla Grecia, Moldavia, Spagna e Svizzera. Il Dojo Arti Marziali schierava 6 atleti, già collaudati a questo tipo di manifestazioni. La gara non partiva bene per gli atleti di Novellara. I due cadetti 60 kg Gianmarco Torreggiani e Lorenzo Villani perdevano il primo combattimento. Relegati ai recuperi il coach Andrea Aldini cambiava tattica di gara e i risultati non si facevano attendere. Gara perfetta successivamente per i due cadetti del dojo che salivano prepotentemente sul gradino più basso del podio con tre incontri a testa vinti per ippon (ko della boxe) con la finale di Torreggiani che è durata poco più di 10 secondi. Raddrizzata la giornata era il turno del polacco Dorian Glowacki che combatteva in una categoria non sua gli 81 kg juniores. Parte bene e chiude il primo incontro in un minuto secco. Nella finale il cronometro si ferma dopo 10 secondi sotto l’occhio vigile dell’allenatore della nazionale polacca Janusz Pawlocki vincendo un preziosissimo oro per il Dojo Arti Marziali. Gara un po’sottotono per il nazionale albanese Igli Ramosacaj che vince il primo incontro dopo circa un minuto sempre per ippon per poi approdare alla semifinale che dura circa una decina di secondi con l’atleta albanese che sembra ripetere l’exploit di domenica scorsa. E qua qualcosa non funziona. In finale parte sottotono, non attacca e una tattica troppo attendista porta in vantaggio l’avversario. Nell’ultimo minuto Igli attacca, recupera parzialmente lo svantaggio ma non basta e si deve accontentare dell’argento. Stessa sorte per Riccardo Masetti nella categoria 90 kg. All’esordio gli tocca immediatamente un atleta della nazionale greca, contro il quale il coraggio e la determinazione di Riccardo nulla possono e costringono l’atleta in forza al Dojo arti marziali ad accontentarsi della medaglia d’argento. Alla fine della giornata il Dojo arti marziali si classifica 12 società su oltre 60 società provenienti da tutta Italia e dall’estero.

3 Medaglie ai campionati nazionali CSEN di judo

nella foto da sx a ds Dorian Glowacki, Nicola Signorile, Mirko Nigro, Andrea Aldini

Ancora un centro dei judoka di Novellara

Aldini premiato come miglior tecnico della manifestazione.
Medaglie di Nigro,Glowacki e Aldini e 5 di Sferlazza

Nella cornice del palatosto di Tivoli si sono svolti domenica 4 dicembre i campionati nazionali CSEN di judo. La nostra provincia era rappresentata dagli atleti del Dojo Arti Marziali di Novellara che si sta rivelando una delle realtà più dinamiche della provincia. In gara erano Mirko Nigro Junior 55 kg, Dorian Glowacki Junior 73 kg, Toni Sferlazza + 100 kg e il coach Andrea Aldini, master 85 kg. Apriva la competizione Mirko Nigro che dopo oltre 2 anni di assenza dalle gare ritorna prepotentemente con un 3 posto, sfiorando per un incontro l’ambita cintura nera. Coraggio e determinazione, le caratteristiche di questo giovane atleta Novellarese che fa judo al dojo dalla sua apertura. Argento di Dorian Glowacki, che bissa il successo del trofeo Giovagnotti di 2 domeniche prima. 4 incontri vinti prima del limite consentono all’atleta in forza al Dojo di staccare il biglietto per la finale. Provato dagli incontri precedenti il nostro atleta cedeva al forte atleta di Bari in una fase di lotta a terra intascando comunque un preziosissimo argento. Terzo atleta in gara Toni Sferlazza dalla mole di  +100 kg perde il primo incontro con una montagna umana di oltre 150 kg cui nonostante la strenua resistenza, Toni deve cedere.
Relegato ai recuperi il nostro atleta accede alla finale per il terzo posto. Passa subito in vantaggio poi dopo un paio di minuti su un attacco di Toni un clamoroso errore arbitrale attribuisce la vittoria all’atleta di Salerno. Il coach Andrea Aldini nella categoria master 85 kg vinceva due incontri in una manciata di secondi. In finale contro l’atleta di Bari, passava subito in vantaggio dopo una ventina di secondi. Ad un certo momento l’arbitro ferma l’incontro e in quel momento molto scorrettamente, l’atleta pugliese porta un entrata, che viene, in modo erroneo, valutata per ippon nonostante l’incontro fosse stato fermato. A questo punto nonostante le legittime proteste, l’incontro terminava così lasciando l’amaro in bocca al gruppo della terra del tricolore.  Arriva il momento delle premiazioni e dopo il momento del podio premiano i tecnici della giornata. A sorpresa viene chiamato anche Andrea Aldini il cui commento del maestro Franco Penna al momento di consegnare la targa come migliore tecnico è stato: “Bravo il maestro e soprattutto bravi i suoi allievi”. Soddisfazione grandissima che si unisce a quella della vittoria che è la 6^ di una serie positiva ininterrotta da inizio stagione che ha  premiato l’umiltà e il lavoro degli atleti di Novellara che con umiltà, spirito di sacrificio e determinazione hanno seguito il loro insegnante Andrea Aldini in questa avventura nel Dojo Arti Marziali.