In ricordo dell’amico Paolo Parmiggiani prematuramente scomparso

Paolo Parmiggiani

Paolo Parmiggiani

Ci ha lasciato lo scorso luglio Paolo Parmiggiani conosciutissimo a Novellara per il suo costante e straordinario impegno nel mondo del volontariato. Io ho trascorso con lui l’esperienza di assessore nella legislatura 1985-1990.
Ho conosciuto una persona straordinaria ed un amico con il quale ho condiviso battaglie comuni condotte nell’esclusivo interesse della comunità novellarese alla quale lui era particolarmente legato. Negli anni, la sua dirittura morale, la sua umiltà e la grande correttezza nei rapporti interpersonali, lo hanno fortemente caratterizzato e fatto apprezzare da tutti i novellaresi.
Sempre disponibile a fare ed impegnarsi senza mai chiedere è stato ideatore negli anni di tante iniziative tra le quali spicca la TREBBIATURA, da lui creata e fortemente voluta. Una splendida manifestazione che per oltre un decennio ha dato prestigio al nostro Comune attirando migliaia di visitatori. Paolo ha lasciato in tutti noi un grande vuoto ed una infinita tristezza. Sarà compito di tutta la comunità novellarese ricordarlo nel modo migliore e far sì che il suo patrimonio di idee, valori e iniziative non vada disperso.

Paolo Paterlini

Buongiorno,  è in corso FestaReggio e il PD Novellara è presente come tutti gli anni con il ristorante "I sapori del Mare" Rinnoviamo l'invito a tutti i volontari che vogliono venire in servizio, a contattare Marzia  Brioni al numero 347-8249005. Buona giornata!

Il PD Novellara è presente come tutti gli anni con il ristorante “I sapori del Mare”
Rinnoviamo l’invito a tutti i volontari che vogliono venire in servizio
a contattare Marzia Brioni al numero 347-8249005.

L’esperienza nella trasmissione di Rai Due “Mezzogiorno in famiglia”

Nei giorni di sabato e domenica 28 e 29 Marzo, il Comune di Novellara ha preso parte alla trasmissione di Rai Due “Mezzogiorno in famiglia”.

I collegamenti dal paese sono stati girati dalla troupe Rai in loco il mercoledì precedente, e nonostante una copiosa pioggia che ha complicato i piani di partenza, i volontari e tutto lo staff del CT9 e del Comune sono riusciti a mettere a disposizione delle telecamere ottime inquadrature e soggetti rappresentativi del nostro territorio e della nostra cultura. A Roma, negli studi Rai di via Teulada, 14 ragazzi hanno preso parte in diretta ai giochi presentati da Alessia Ventura e Amadeus. Da subito la situazione è parsa complicata per i nostri, trovatosi ad affrontare l’esperta squadra del comune di Bienno (BS). Nonostante l’inesperienza, la nostra squadra si è unita in un’alchimia difficilmente ripetibile, e ha dato prova di grande sportività ed entusiasmo. Tutti i ragazzi che hanno preso parte alla spedizione, così come quelli che hanno tifato da casa, si sono ritrovati ad un certo punto a credere nella possibilità di vincere la puntata. Solo una discutibile decisione presa dagli autori del programma ha messo fuori gioco il nostro team, che in quel momento giocava alla pari contro i più forti ragazzi di Bienno. Non ce l’abbiamo fatta, ma abbiamo dato prova della grande sportività e forza che contraddistingue la nostra comunità. E’ stata un’esperienza che ha unito ragazzi che non si conoscevano tra loro, formando uno spirito di gruppo molto forte che non si fermerà a questa sola puntata. Grande merito di tutto questo è per Paolo Parmigiani, che ha stimolato e saputo coinvolgere anime diverse in questa avventura. 

Paolo Bigi    

Nella foto, il team a Roma negli studi Rai Bigi Paolo, Eleonora Bigliardi, Laura Bocedi, Silvia Subazzoli, Mary Molinari, Jacopo Diacci, Sara Lasagni, Andrea Angelastro, Omar Casali, Fabio Bidinelli, Gianni Magnani

Nella foto, il team a Roma negli studi Rai
Bigi Paolo, Eleonora Bigliardi, Laura Bocedi, Silvia Subazzoli, Mary Molinari, Jacopo Diacci, Sara Lasagni, Andrea Angelastro, Omar Casali, Fabio Bidinelli, Gianni Magnani

Un novellarese alla guida del concerto al Campovolo

La complessa organizzazione del concerto di Ligabue al Campovolo Reggio Emilia ha avuto fra i principali operatori anche un’azienda novellarese: la “Maxidevil – 2 effe”, con sede in via Ampere nel villaggio artigiano di Novellara.

L’azienda ha curato in particolare la viabilità, i parcheggi, lo spazio tende, il merchandising, l’info point e altri servizi al pubblico, coordinando gran parte delle centinaia di volontari in servizio per la logistica, con il coinvolgimento del Ct9 e di numerose altre associazioni di volontariato di Novellara e di Reggio Emilia.

Spiega il titolare Massimo Faietti: «Siamo stati avvantaggiati, per una buona impostazione dell’organizzazione, perché abbiamo già partecipato, con il merchandising, anche agli altri due grandi eventi al Campovolo, il concerto degli U2 e il concerto di Ligabue del 2005. Eravamo quindi ben consapevoli dei problemi e delle criticità dell’avvenimento. In più in questa occasione, potendo utilizzare i vari canali multimediali, abbiamo avuto la possibilità di un intenso ed efficace dialogo preventivo con i giovani interessati al concerto, per cui molti di loro sono arrivati già sapendo che cosa li aspettava e che cosa dovevano fare».

«E in ogni caso – prosegue Faietti – con i fans di Ligabue si lavora sempre molto bene. Anche se per approntare tutti i servizi al pubblico abbiamo avuto a disposizione solo gli ultimi quattro giorni».

Massimo Faietti è un classico imprenditore reggiano, di quelli che partendo da zero e con un’idea in testa sono stati capaci di raggiungere livelli di eccellenza nel loro settore; con mezzi limitati, molta passione e molta creatività.

Non avendo grande interesse per la scuola, ha cominciato a lavorare presto, in un’azienda locale di impianti elettrici; ma sentiva che quella del dipendente non era la sua strada. Seguendo da bambino i genitori che lavoravano da volontari nelle feste dell’Unità locali, si era scoperto la passione dell’organizzazione di eventi pubblici. Con una liquidazione di 500mila lire, nel 1985 cominciò nel garage di casa sua a produrre serigrafie e adesivi pubblicitari.

Quando era ancora un dipendente, ha organizzato le prime gare di motocross nella pista delle Valli. Ma il vero cammino manageriale, con il merchandising e l’organizzazione di eventi, iniziò per lui nel 1994, con il tour europeo dei Litfiba. Poi arrivarono i Nomadi, Ligabue, Claudio Baglioni, Renato Zero, Eros Ramazzotti, Gianni Morandi, Gianna Nannini ed altri. Oltre alla creazione di oggetti e linee di abbigliamento per i soggetti più diversi: la Federazione Italiana Rugby, Emergency, la Fiera di Milano, il Grande Fratello ed tanti altri. Attualmente è impegnato nei tour di Eros Ramazzotti e Zucchero e con la Red Bull. (v.a.)

fonte: gazzettadireggio

Torneo della Bernolda – una sfida all’ultimo colpo….di beneficienza

Novellara, 6 luglio 2011 – Termina domani, giovedì 7 luglio, il dodicesimo Torneo della Bernolda. La finale si terrà nel campetto di calcio della Chiesa della Bernolda. Paolo Bigi, storico promotore e organizzatore del torneo commenta così quest’ultima edizione: “Gli obiettivi di questo torneo non sono cambiati. Anche quest’anno ci siamo dati da fare per raccogliere fondi da destinare alla favelas di Jandira. Per questo siamo orgogliosi perchè l’obiettivo è raggiunto. Grazie al contributo di tutte le forze in campo, in primis i “volontari del torneo”, poi il comune patrocinando l’iniziativa e contribuendo tecnicamente alla gestione dell’impianto, e altre associazioni come CT9 e Novellara Sportiva supportandoci con consigli e aiuti materiali. Domani sera terminiamo questa ennesima avventura, nell’anno in cui si celebra il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, abbiamo inaugurato il sito del torneo, utile come strumento e molto seguito dagli appassionati di calcio: http://www.torneodellabernolda.it
Ringraziamo lo staff degli assessori Salmi e Ghizzi,  e l’ufficio ambiente per il supporto costante”.