Il Chiocolato di Novellara in vendita presso Eataly

Chiocolato

Il Chiocolato di Novellara ha traguardato un risultato importante grazie all’accordo con Eataly che ha permesso al Comune di Novellara di entrare in questo importante store che offre il meglio dell’enogastronomia italiana in Italia e nel mondo. Il Sindaco Raul Daoli era presente all’inaugurazione di Eataly Milano con Oscar Farinetti: in quello che era il tempio della cultura, il Teatro Smeraldo, ora c’è la qualità del mangiare e vivere con gusto.
Il connubio storia, cultura e buon cibo continua ad essere vincente ed a creare molto interesse. E’ dello scorso 30 marzo un ampio articolo sul Corriere della Sera che sottolinea il percorso di valorizzazione e promozione del patrimonio culturale, storico ed architettonico, della Città e del suo territorio, ha permesso di ideare, produrre e distribuire i prodotti di cioccolateria realizzati secondo le antiche ricette dei Gesuiti, rinvenute nei Gonzagheschi archivi comunali e risalente al XVII secolo.
Nel 1572, infatti, i Gesuiti, chiamati qualche anno prima a Novellara da Camillo I Gonzaga,  aprono una spezieria, dove venivano preparate e vendute erbe essiccate e rimedi medicamentosi.
I Gesuiti avevano il monopolio dell’importazione del cacao ed è quindi probabile che Novellara si stata tra i primi paesi ad apprezzare le bevande ed i dolciumi da esso derivati.
La spezieria di Novellara era chiamata da tutti “l’emporio della cioccolata” poiché vi si produceva “cioccolata di tutte le sorti”.
Il “Chiocolato” di Novellara, riproposto oggi in tre versioni il più possibile fedeli alle antiche ricette (fondente, speziato e miscela in polvere), è dunque l’erede di un’antica e radicata tradizione, capace di rendere attuale, di riportare a noi, una storia che parte dalla Novellara dei Gonzaga per arrivare ad oggi.
Il Chiocolato di Novellara vuole anche creare un utile commerciale dalle vendite, utile che sarà reinvestito come volano per sviluppare altre proposte culturali e ricreative per la città, utili anche a creare occasioni di occupazione giovanile e start-up. Intanto per chi vuole gustare queste golose tavolette può recarsi in biblioteca dov’è possibile acquistarle.

Conchiglia web

Notte dei Musei

loggiato museo novellara

Apertura straordinaria del Museo Gonzaga a Novellara sabato 18 maggio dalle ore 21.00 alle 24.00, in occasione della Notte europea dei Musei.

Si inizierà alle ore 21,00, nella loggia del Museo, con gli assaggi di cioccolato offerti dal Bar Roma. A seguire, alle ore 21,30, nelle antiche sale espositive finemente decorate si potrà assistere alle Performance di Etoile – Centro Teatrale Europeo di Reggio Emilia. Il Museo Gonzaga, luogo deputato alla conservazione dell’arte e della storia di Novellara, per una notte sarà abitato da giovani artisti che lo  trasformeranno in luogo di spettacolo.

L’iniziativa è organizzata dal Comune di Novellara in collaborazione con la Pro loco. L’ingresso è gratuito.

Steve_Buscemi_in_stile_Terminator_con_viso_robotico

REALIZZAZIONE SITI WEB

Appuntamenti a Novellara

Ecco tutti gli appuntamenti del fine settimana a Novellara:

Sabato 22 dicembre

Paolo Santachiara

Paolo Santachiara

Inaugura sabato 22 dicembre alla ore 11.30 alla presenza dell’assessore alla cultura Paolo Santachiara la mostra collettiva d’arte a cura del Club delle arti reggiane e Pro Loco presso la sala Polivalente “I Nomadi” in Via Falcone. La mostra, che resterà aperta fino al 7 gennaio, è ormai un appuntamento unico nel territorio e sempre più qualificato perché in grado di raccoglie le migliori opere di pittori, scultori, artisti del legno, ceramica e scalpello del reggiano. L’ingresso alla mostra è libero nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì ore 10.00 – 12.30 e 14.30 – 19.00, mentre nei festivi e prefestivi l’orario è continuato.

Chocolate02Nel pomeriggio, a partire dalle ore 16.00 in Sala Palatucci (Galleria di Piazza Unità d’Italia) animatrici leggono storie sul cioccolato e organizzano un laboratorio creativo per costruire cartoline natalizie “CioccoCrea”. Lungo i portici del centro si svolge il mercatino degli hobbisti.

Domenica 23 dicembre
Ribelle_The_Brave_chioma_rosso_riccia_fluenteAl mattino il Comune organizza il mercato straordinario, mentre nel pomeriggio gli zampognari, truccabimbi e animazioni con micro magie faranno compagnia ai più piccoli in diversi punti del centro storico. Tutto il pomeriggio “Un dolce per tutti”.
Al Teatro Franco Tagliavini prosegue la rassegna “Cinema in Rocca” con il film d’animazione “Ribelle” alle ore 15.00 con replica alle 17.00.

vasi_708Mueso Gonzaga – Come tutte le domeniche il Museo Gonzaga è aperto alle visite dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.30. Il Museo, insignito dall’IBC del marchio di Museo di Qualità ospita affreschi del XIII e del XVI secolo, opere di Lelio Orsi, sale affrescate, quadri provenienti dalla chiesa dei cappuccini e una collezione di vasi da farmacia tra le piu’ importanti in Europa.

avio04hFino al 6 gennaio presso la Spezieria dei Gesuiti in viale Roma gli scultori Avio De Lorenzo espongono le loro opere lignee nella mostra dal titolo “La legna emozioni d’arte”. La mostra è aperta tutti i fine settimana e lunedì 24 e martedì 26 dicembre (ore 10,00 – 12,30 / 15,00 – 18,30), tutti i giovedì (10,00 – 12,30) e martedì 1 gennaio ore 15,00 – 18,30 – ingresso libero.

Il cioccolato dei Gonzaga di Novellara a livello nazionale che europeo

chiocolato 109In tanti anni di militanza politica il consigliere Cristina Fantinati non ha mai detto nulla di positivo su Novellara, nulla che potesse portare al confronto costruttivo e tutto questo solo a fini speculativi. Rincresce vedere come un esponente politico eletto dai cittadini screditi e svaluti costantemente l’immagine della propria città.
Negli ultimi tre anni, grazie al progetto di marketing culturale, ora entrato nella fase di commercializzazione del Chiocolato, l’Amministrazione Comunale è riuscita ad investire circa 50.000 euro usufruendo di bandi regionali correlati al turismo. Si tratta nella maggioranza dei casi di contributi pubblici che venivano assegnati in Romagna e che, per la prima volta, hanno premiato la nostra idea innovativa e profondamente radicata con la storia del territorio.
Di fatto è stato riconosciuto lo sforzo di questa Amministrazione nel valorizzare il patrimonio storico-culturale e di collegarlo ad un preciso progetto di marketing culturale. Si tratta quindi di considerare questi come investimenti e non come spese correnti, visto che genereranno un ritorno economico.
Questo progetto originale (il marchio Chiocolato è già stato registrato) ci sta premiando con numerosi contatti sia a livello nazionale che europeo e conferma come il patrimonio storico-culturale italiano sia uno dei pochi elementi che può permettere la ripresa economica nazionale nel competitivo scenario globale.
Inoltre, ogni euro guadagnato dalla vendita del Chiocolato finanzierà nuovi progetti culturali, quindi invito tutti a considerarlo un dono originale che contribuirà alla crescita del territorio. Sono già diversi i negozi in cui potete trovare le stecche (fondente 70% con fave di cacao o speziato) e la miscela per cioccolata in tazza:
Acetaia San Giacomo (strada Pennella, 1)
Antico Bar Roma (Piazza Unità d’Italia, 34)
Cantina “Nonsolovino” (via Provinciale Nord, 48)
Chocobox (via Gonzaga, 16)
Sapori emiliani (via Porvinciale Sud, 30)
Biblioteca comunale, bookshop Museo Gonzaga e in acetaia comunale.

Il Sindaco
Raul Daoli

Siti Web-1

Novellara al Salone Internazionale del Gusto di Torino

Il Comune di Novellara sarà presente al Salone Internazionale del Gusto organizzato da Slow Food a Torino dal 25 al 29 ottobre per presentare il Cioccolato storico dei Gonzaga.
Un’occasione nell’ambito della promozione delle Cittaslow che vede il Comune di Novellara a fianco del Comune di Silly, comunità del cioccolato in Belgio. Le due città insieme sosterranno l’area tematica del cacao attraverso la collaborazione con produttori di cioccolato di Porto of Spain, Trinidad e Tobago.
Durante la manifestazione internazionale si potrà degustare il prodotto ed illustrare il progetto di marketing territoriale nato dal ritrovamento nell’Archivio Storico novellarese di antiche ricette per l’uso del cioccolato all’epoca dei Gonzaga.
Proprio nel Comune della bassa reggiana i Gesuiti arrivarono nel 1570 e considerato il fatto storico che questi religiosi avevano il monopolio dell’importazione del cacao è quasi certo che a Novellara già nel Sedicesimo secolo si poteva apprezzare questo alimento di cui v’è ancora traccia tra gli affreschi che tutt’ora decorano la Sala della Spezieria nell’ex Convento di via Roma.
Il Comune prendendo spunto da questi documenti storici ha rivisitato le ricette avvalendosi di un maestro cioccolataio ed è ora in grado di presentare le nuove versioni del cioccolato dei Gonzaga, rivisitate per i palati e gusti d’oggi.
Tra le bancarelle del Mercato della Terra, i produttori dei Presidi Slow Food e gli espositori storici ci sarà quindi anche Novellara che ha scelto il Salone Internazionale come fondamentale vetrina per lanciare il prodotto e siglare nuove partnership in grado di affermare la distribuzione commerciale.

IL CIOCCOLATO E I PRURITI BACCHETTONI

Molto probabilmente questa mattina leggendo i giornali i cittadini di Novellara saranno stati presi da un imbarazzante senso di incredulità leggendo lo scoop dell’ineffabile consigliera Fantinati: ma come è stato possibile che il marchio che il comune di Novellara ha registrato per il “cioccolatino dei gesuiti”, cioè quel progetto  di marketing culturale che, prendendo spunto da alcune ricette cinquecentesche di spezieria trovate recentemente nel nostro archivio storico, sia anche il nome di una crema lubrificante solitamente venduta nei sexy-shop?  Davvero i consulenti che hanno lavorato su questo progetto sono stati così stupidamente  sprovveduti da non considerare una cosa del genere?
Dopo un primo momento di smarrimento siamo andati anche noi a cercare su internet la parola incriminata, il “Chiocolato”, e cosa abbiamo trovato? Assolutamente NULLA!  In effetti un in un sito di vendite on-line abbiamo riscontrato anche noi un legame tra la parola “Chiocolato” e un lubrificante il cui nome  è “Lick-It Choco”,  ma una mente sveglia avrebbe benissimo capito che si trattava di un errore di digitazione del venditore che ha inserito una “H” in più all’interno della descrizione del prodotto che voleva vendere.
Quindi questa volta la nostra indomita e combattiva Sherlock-Fantinati ha preso una colossale topica e ha fatto davvero una brutta figura.
Vista la sua inadeguatezza all’uso di internet ci permettiamo allora di darle dei consigli: dal momento che Facebook è uno strumento molto aperto e utilizzato da tanti ragazzi giovani, lei che intende essere moralizzatrice e fustigatrice di costumi indecorosi, lei che ama citare Sant’Agostino, per dare il buon esempio cancelli il suo nome dal gruppo “Novellara alcoolica: i ragazzi di Novellara che quando possono la prendono grossa”.  Questa sì che sarebbe una azione giusta e doverosa da parte di un consigliere comunale, altro che creare polemiche ad arte pubblicando falsità, tentando così di stuzzicare i pruriti reconditi da bigottismo latente dei suoi concittadini.

Il gruppo di maggioranza “Uniti per Novellara”
Partito Democratico
Italia dei Valori