UNA LEZIONE DAI LAMPEDUSANI

Caro direttore, ho visto con commozione i servizi sul salvataggio dell’ennesimo barcone arrivato a Lampedusa dove improvvisati soccorritori e cittadini si sono prodigati, lanciandosi taluni in acqua vestiti, per salvare i profughi disperati in balia del mare, specie donne e bambini formando una specie di “catena umana”. Meritano un sentito ringraziamento perché mi hanno fatto sentire ancora orgoglioso di questa povera Italia. Fatto così raro da toppo tempo, visto che dobbiamo indignarci più del giorno prima, ancor di più se prestiamo attenzione alle esternazioni di quei rozzi personaggi che istigano alla violenza e all’intolleranza. Tantissimi stranieri ricorderanno con ammirazione lo slancio, l’altruismo, la generosità e l’affetto di questi isolani Italiani, che hanno insegnato umanità e civiltà, pur subendo disagi e preoccupazioni.

Cordialmente
Paolo Pagliani
Novellara

P.S.
Se hai un minuto, fammi sapere se l’articolo ti è piaciuto lasciandomi
un commento. Sarò più che felice di risponderti.

Iniziativa Sabato 30 aprile per contrastare l’attuale politica di governo in materia di energia nucleare

Buongiorno a tutti,
la presente per invitarVi, il più numerosi possibile, all’iniziativa che avrà luogo Sabato 30 Aprile p.v. a Boretto (RE) per contrastare l’attuale politica di governo in materia di energia nucleare: le ultime dichiarazioni del premier hanno confermato quello che già si sapeva, ossia che la retromarcia sul ritorno al nucleare in Italia serve solo a far fallire l’appuntamento referendario del 12 e 13 giugno. Per questo è necessaria una mobilitazione di massa che serva a tenere alta l’attenzione della gente su queste fondamentali questioni. L’appuntamento di sabato è promosso dal coordinamento anti-nucleare che raccoglie le istituzioni di Mantova, Reggio Emilia, Cremona e Parma, oltre a associazioni ambientaliste e sindacati. Anche il Partito democratico, che ha già fatto tanto su questa questione e che si è schierato dalla parte della gente, deve essere presente in forza per sostenere una battaglia di democrazia.
Il punto di raccolta sarà il Museo Pontieri di Boretto a partire dalle ore 16.00;
da lì si organizzerà una lunga catena umana che proseguirà per tutto il ponte che porta a Viadana (MN).
Riteniamo che l’argomento sia di estremo interesse e riguardi il futuro di tutti i cittadini, siete pertanto pregati di dare massima divulgazione alla notizia con grande sollecito di partecipazione.
Grazie fin d’ora, Andrea Costa (sindaco di Luzzara)

P.S. Se hai un minuto, fammi sapere se l’articolo ti è stato utile lasciandomi
un commento. Sarò più che felice di risponderti.