Il Bar Roma riconosciuto tra i migliori Bar d’Italia dal Gambero Rosso

marchio roma

Il Gambero Rosso è un’azienda editoriale leader del settore enogastronomico in Italia ed uno dei riferimenti per gli appassionati di tutto il mondo.  I suoi simboli dell’eccellenza sono diventati un traguardo ambitissimo e un punto di riferimento imprescindibile. In poche parole un marchio di garanzia.  Nel campo dei bar il massimo riconoscimento sono i Tre Chicchi per il caffè e le Tre Tazzine per il locale. E sono questi i simboli che nella guida del gambero ai migliori bar d’Italia ora sono affiancati al Bar Roma di Novellara, unico in tutta la Provincia e uno dei pochi in Regione.
La guida esiste da oltre dieci anni ma solo di recente ha deciso di prendere in considerazione anche i locali della provincia, e non solo quelli dei grossi centri, il bar Roma vi è entrato l’anno scorso e ora si trova in vetta insieme a storici locali.
Il titolare Cristian Bezzecchi è comprensibilmente orgoglioso “Il 29 e 30 settembre sarò alla finale di Roma, insieme a nomi famosissimi, probabilmente sarò il titolare più giovane, sarà una grande occasione per presentare il locale alla stampa nazionale”.
Come fa il Gambero Rosso a selezionare i locali?
Da quel che so manda i suoi ispettori in forma anonima, senza alcun annuncio, a volte su segnalazione di privati
Perché pensi di essere stato segnalato?
Credo abbia giocato a mio favore il fatto che nel locale puoi trovare dei prodotti di alta qualità che non si trovano ovunque. Anche il servizio può avere la sua importanza, il nostro buffet degli aperitivi, il fatto che noi siamo aperti 355 giorni all’anno a volte per  16-18 ore al giorno. Il personale viene poi regolarmente formato sui prodotti che sono in vendita per poter dare il servizio migliore al cliente.
Se volete sostenere il Bar Roma su www.gamberosso.it c’è la possibilità di votarlo come bar dell’anno.

Marco Villa

marchio roma

Annunci

L’educatore di cortile a Novellara raddoppia la sua presenza sul territorio

CroceGiovedì 14 febbraio dalle ore 17.00 presso il bar Roma in Piazza Unità d’Italia 34 si svolge uno spettacolo di burattini, momento conclusivo del laboratorio di costruzione e animazione di marionette, nato all’interno del progetto “Educatore di cortile” del Comune di Novellara.
L’educatore di cortile è un progetto che si propone di operare sul territorio incentivando iniziative di promozione sociale, inclusione, nuovi stili di vita e di consumo.
Proprio attraverso questi laboratori incentrati sul tema dell’orto e dell’orticultura è stato possibile porre le basi per una socializzazione e condivisione dei beni comuni tra giovani e intere famiglie, utile per realizzare in primavera orti comuni e collettivi in via Primo Maggio e via Matteotti, zone scelte per riproporre, dall’esperienza di San Bernardino, attività volte alla conoscenza e socializzazione tre le famiglie, alla promozione di pratiche di buon vicinato ed alla prevenzione della conflittualità.
L’educatore di cortile a Novellara è infatti attivo dal 2011, quando il Comune di Novellara, l’Istituzione sociale I Millefiori e Caritas Diocesana di Reggio Emilia decisero di avviare quest’esperienza di collaborazione nella frazione di San Bernardino, per cercare di ricostruire ponti comunicativi e relazionali verso le famiglie presenti e verso la comunità della frazione.
La frazione di San Bernardino è stata infatti interessata da alcune significative trasformazioni, sia per quanto riguarda il progressivo venir meno di servizi, che per quanto riguarda la composizione della popolazione che vede sempre più la presenza di famiglie straniere con molti minori e di famiglie autoctone che gravitano per l’uso dei servizi socio-sanitari-educativi sul Comune di Novellara.
Tutto ciò si è intensificato con la dura crisi economica che ha lacerato un tessuto sociale importante e che era necessario recuperare.
Si è partiti da una prima indagine ed emersione dei bisogni specifici del territorio e ne è emerso un quadro ben chiaro. Sono sempre i più giovani a soffrire di un distaccamento dal capoluogo, da qualsiasi tipo di occasione di incontro e relazione.
E’ stato quindi messo a disposizione un operatore di strada che dal martedì al venerdì nei locali messi a disposizione da Caritas (nella canonica) offre ai bambini dai 6 ai 12 anni un supporto educativo e dai 13 anni in poi un supporto allo sviluppo della socialità.
Inizialmente a questi incontri partecipavano una ventina di  giovani, ma velocemente il gruppo si è allargato alle donne ed in generale alle famiglie. Considerato l’interesse ed i reali benefici di queste mediazioni, il progetto è stato quindi allargato al capoluogo puntando però sulla convivenza all’interno dei condomini.

A manetta…party!

Il Comune di Novellara patrocina “A manetta….party!” la festa organizzata dall’antico bar Roma in collaborazione con l’associazione moto club Svalvolati prevista per sabato 15 settembre.
La serata, con inizio alle ore 17.00 prevede una prima vendita di gnocco fritto e salume per poi proseguire con l’apertura del ristorazione dalle ore 19.00, musica con dj e tanta animazione.
L’amministrazione ha deciso di sostenere l’iniziativa mettendo a disposizione alcuni educatori del progetto Giovani in Giro (GIG) in grado di interagire in modo semplice sui comportamenti a rischio (alcool, sostanze stupefacenti ed educazione stradale) per sostenere un divertimento sano, pulito e responsabile.

Letture e musica a Novellara. La prima al Bar Roma

La biblioteca comunale propone quattro letture musicali nei locali del centro. La prima mercoledì 12 ottobre al Bar Roma

La biblioteca di Novellara propone una rassegna di reading musicati per aprire le proprie porte alle nuove generazioni di lettori e ha scelto di farlo a suon di Rock attraverso parole importanti di autori, poeti, artisti, che hanno fatto del verso un’arma per lanciare irriverenti grida di rivoluzione, per riaffermare l’unicità del vivere, per sfuggire all’omologazione, all’apatia, ad ogni forma di vigliaccheria artistica e sociale.

A interpretare le parole di Majakovskij, Baudelaire, Bukowski, Dostoevskij, Dylan Thomas, Pasolini e altri maledetti sarà il corpo/voce di Stefano Cenci, affermato attore della scena nazionale; il carburante, il fuoco che alimenterà le letture verrà da alcuni gruppi rock emergenti, giovani musicisti di Novellara e limitrofi che hanno deciso di aderire con la loro arte al progetto; teatro di questi accadimenti saranno, prima di approdare alla Biblioteca Comunale G. Malagoli, alcuni locali del territorio che sono da sempre attenti sostenitori e programmatori di musica e cultura.

Il titolo del progetto Do You Read? Ha una doppia valenza. Vuole innanzitutto chiedere, con tono anche provocatorio Tu leggi? partendo dal presupposto che nel nostro paese la cultura della lettura sta scomparendo per lasciare spazio ad abitudini molto più effimere. Ma Do You Read? in gergo aeronautico vuole anche dire Mi ricevete? e cioè Mi sentite? Siete con me? e ci piace immaginare che i fantasmi degli autori che saranno letti siano proprio lì a gridare Ci siete? Siete con noi? Ci sentite? con la disperazione di chi ha l’agghiacciante paura di essere stato dimenticato nella Storia, e che la propria fiamma sia spenta per sempre.

Ecco il calendario completo dei reading, tutti a partire dalle ore 21.30:

  1. 12 ottobre Antico Bar Roma con LL T.S.
  2. 3 novembre Sisten Irish Pub con Theory of everything
  3. 21 novembre La tana delle rane con Trepuntidi Sospensione
  4. 14 dicembre Biblioteca G. Malagoli con l’Orchestra Giovanile