Parco Augusto Daolio: ultimata la pista da cross per biciclette ora si stanno realizzano di nuovi percorsi ciclo-pedonali

Questo slideshow richiede JavaScript.

Procedono speditamente i lavori di riqualificazione del parco Augusto Daolio attuati grazie ad un percorso di progettazione partecipata iniziato nella precedente legislatura in collaborazione con i ragazzi delle scuole medie Lelio Orsi.
Il secondo e ultimo stralcio lavori completerà i primi 300 metri di viali ciclopedonali realizzati nel 2011 con ulteriori 1200 metri di viali in frantumato di pietra, asfalto e autobloccanti. Ogni nuovo tratto sarà dotato di pubblica illuminazione a led – che garantirà maggior efficienza con notevole risparmio energetico – e di opportuni cavidotti per poter successivamente installare telecamere di sorveglianza nei punti critici e più frequentemente soggetti ad atti di vandalismo.
Sono stati il Sindaco Elena Carletti e l’assessore alle opere pubbliche Carlo Veneroni a constatare lo stato lavori, come ad esempio il completamento della nuova e ampia pista per BMX (Bicycle Motocross) ricavata nella zona sud-ovest per arricchire le attività ludiche di bambini e ragazzi di Novellara, e con una doppia piazzetta centrale che con le morbide dune ad anfiteatro e lo scambio libero di libri si propone di incentivare un tema tanto presente nel pensiero di Augusto: l’incontro e la convivialità attraverso lo scambio culturale.
L’ufficio opere pubbliche non è solo concentrato sull’ultimazione del parco urbano” afferma Carlo VeneroniSono previsti entro la fine dell’estate lavori di manutenzione di alcuni tratti di viabilità grazie al rifacimento delle pavimentazioni bitumate, di linee di pubblica illuminazione e della segnaletica orizzontale. Anche la centrale piazza Unità d’Italia sarà oggetto di lavori di manutenzione che riguarderanno la sistemazione del ghiaietto e il rifacimento di porzioni di pavimento in pietra”.

Sara Germani

Per informazioni telefonare al 3333 460 860

Per informazioni telefonare al 3333 460 860

Parco Augusto: un’estate di interventi per concludere il polmone verde della città

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sono iniziati nei giorni scorsi dei lavori di movimentazione terra, per un importo totale di circa 20mila euro, per realizzare la pista bmx (Bicycle Motocross, sport ciclistico molto amato dai più giovani) con dune e percorsi naturali nell’area sud-ovest del Parco Augusto.
Questo sport libero e all’aria aperta rientra, come era stato per lo skate park, nella progettazione partecipata del parco a cura del Comune e del Centro Giovani con le classi della scuola media Lelio Orsi e sarà concluso nel giro di un paio di settimane. A ultimazione di questo intervento sarà possibile avviare il secondo e conclusivo stralcio lavori del Parco Augusto: 250mila euro di interventi per definire tutti i viali ciclopedonali con annessa illuminazione pubblica a led e assi pedonali secondari per permettere a diversi quartieri di Novellara di accedere facilmente all’area verde di circa 60.000 mq.
“Questo secondo stralcio lavori su un’area di 35.000 mq permetterà di definire i servizi e le attrezzature pubbliche di questo importante comparto urbano, ottimizzando i collegamenti ciclo-pedonali con il resto del territorio urbano” afferma l’assessore Carlo Veneroni che ringrazia l’ufficio opere pubbliche per “il puntuale e celere lavoro svolto per definire tutti i percorsi jogging e ciclabili per gli sportivi, ma anche e soprattutto tutti i circuiti per la libera fruizione da parte dei cittadini che potranno raggiungere, attraversando questo spazio verde, il plesso scolastico comprendente materna “Girasole” e nido d’infanzia “Aquilone”, il quartiere Armonia, il quartiere Parco Primavera, l’area Nevè Shalom, e l’area nord”.
Nel dettaglio, i lavori permetteranno di completare l’asse nord-sud – quello che inizia nell’area gioco bimbi e che attraversa il parco fino ad arrivare al quartiere Armonia – e l’asse est-ovest – che inizia in via Nevè Shalom, si collega allo skate park e terminerà in via Nenni – in asfalto e autobloccante e posizionare gli stessi corpi luminosi a led.
Con il completamento delle due direttrici principali che si andranno a congiungere con l’ultimazione dell’anello podistico in frantumato di pietra sarà possibile avviare la progettazione del “teatro verde”, ovvero la piazzetta centrale del parco.
Arredo, funzioni e le opere saranno definite con i famigliari di Augusto Daolio perché soprattutto questa nuova area del parco dovrà rappresentare i valori, le passioni e gli ideali del compianto leader dei Nomadi.
E’ già definita la composizione di questa piazzetta, formata da tre dune di terra, che fungeranno da tribune naturali per la definizione di un nuovo spazio di aggregazione, per poter assistere a piccole rappresentazioni teatrali e culturali e sarà collegata ad un’area più piccola per promuovere la lettura, come il bookcrossing, grazie al progetto avviato dagli studenti del Mario Carrara di Novellara con la prima casetta per lo scambio libero di libri e riviste.
Dopo il primo stralcio lavori con vialetti e illuminazione, l’area gioco con relative panchine, lo skate park e il wi-fi libero, quest’ultimo intervento, che si concluderà alla fine del 2015, permetterà a questo grande spazio verde di essere ancora più fruibile e ampiamente accessibile.

Nomadi, 50 anni di musica

nomadi-palco

Mezzo secolo di nomadismo celebrato a Cesenatico con musica, eventi e presentazione di libri. Una retrospettiva con tanti progetti in cantiere: un nuovo album, un inedito di Guccini e un film di Pupi Avati sulla band

di Alessandro Cagossi

I Nomadi, la band più longeva del panorama musicale italiano, e secondi solo ai Rolling Stones nel mondo, lo scorso giugno hanno celebrato 50 anni di storia con una tre giorni di musica e appuntamenti a Cesenatico. Proprio in Riviera nel 1963 inizio’ l’epopea nomadista con “il complesso” ingaggiato per suonare un’intera estate a Riccione, dove i Nomadi sono tornati nel 2003 per festeggiare i quarant’anni di carriera con un concerto in spiaggia.
A Novellara suonarono per la prima volta al molto frequentato Club Pineta. Sempre qui, nel campo sportivo hanno ricominciato nel luglio del 1990 con un memorabile concerto, dopo due anni d’inattivita’ a causa di forti contrasti fra i membri del gruppo. Ed è qui che è avvenuta la presentazione del nuovo cantante Cristiano Turato durante il NomadIncontro del 2012, quasi a ribadire che a Novellara ci sono le radici, nonostante tanti anni di successi e concerti in ogni angolo d’Italia.
Nel 1983 i Nomadi si esibirono alla Festa dell’Unità nel campovolo di Reggio per festeggiare il ventennale dell’attività. In quell’occasione Augusto diede appuntamento a tutti per la festa dei trent’anni e dei quarant’anni, ma nessuno poteva immaginare che quella sarebbe stata la sua ultima celebrazione decennale. Nel 1993 il trentennale per uno strano scherzo del destino coincise con il grande dolore per la scomparsa di Augusto frammisto agli stimoli per l’inizio dell’era di Danilo Sacco. Come luogo per la ripartenza fu scelto Levico, in Trentino, un altro luogo simbolico dove agli esordi i Nomadi suonarono un’intera stagione estiva.
A Cesenatico la band non poteva che ringraziare il pubblico del traguardo raggiunto se non regalando tre giorni di concerti, proponendo i cavalli di battaglia storici assieme alle hit più recenti. Numerosi i nomi importanti della musica italiana che hanno partecipato alla tre giorni, come Paolo Belli, Enrico Ruggeri, Gianluca Grignani, Irene Fornaciari, Dolcenera, e Omar Pedrini. A sorpresa nel concerto di domenica è salito sul palco il premier nomadilettacesenaticoEnrico Letta, grande fan dei Nomadi.
L’happening è stato impreziosito dalla mostra dei dipinti e dei disegni di Augusto curata da Rosy Fantuzzi, da una mostra fotografica e dalla presentazione di ben tre libri: “Ma che film la vita”, la biografia di Augusto curata da Elena Carletti e Vittorio Ariosi; “Io Vagabondo, 50 anni di Nomadi”, il romanzo della vita di Beppe Carletti scritto con Andrea Morandi; e infine “Bila Nomade, è incominciata così…” in cui Bila Copellini ripercorre i suoi cinque anni con il gruppo attraverso vecchie fotografie.
“Con Augusto mai avremmo immaginato che i Nomadi sarebbero riusciti a festeggiare i primi cinquant’anni di attività musicale circondati dall’affetto dei suoi fan. Eppure stasera siamo qui, a far festa anche nel nome di Augusto” ha detto Beppe Carletti dando il via alle celebrazioni. Mezzo secolo di Nomadi e di nomadismo, quindi. C’è da scommettere che non sarà l’ultimo traguardo della band novellarese: uscirà una raccolta celebrativa di vecchi brani riarrangiati e un dvd dell’happening di Cesenatico. Inoltre, Guccini ha scritto per loro una canzone celebrativa intitolata proprio “Nomadi” che gioca un po’ sul significato letterale e sul nome della band. Girano voci di una loro possibile partecipazione al prossimo festival di Sanremo. E infine, il regista Pupi Avati ha in mente di girare un film proprio su di loro. Insomma, la storia continua.

Young woman holding up a blank board, studio shot.

Alert – Novellara 20 febbraio 2013

Novellara: auto contro trattore Feriti i genitori e una bimba piccola

Il Resto del Carlino

Novellara (Reggio Emilia), 20 febbraio 2013 – Famiglia in ospedale dopo un incidente, ma il bilancio poteva essere assai pesante, perché la bimba di appena tre mesi che era con i genitori nell’Alfa 147 diretta – pare – a una visita medica all’ospedale

Guarda tutti gli articoli su questo argomento »

 

Il Resto del Carlino

Novellara, rapina al market Diana

Reggionline

NOVELLARA (Reggio Emilia) – Rapina al supermarket Diana di Novellara di piazza Mazzini. Un uomo, probabilmente italiano, travisato con un cappellino e una sciarpa, è entrato nel market ieri sera verso le 19 e ha minacciato la cassiera con un coltello

Guarda tutti gli articoli su questo argomento »

 

Reggionline

 

Da Parma a Novellara per rubare in un’abitazione: arrestate due

Leggi l’articolo Da Parma a Novellara per rubare in un’abitazione: arrestate due giovani nomadi sulla Gazzetta di Parma. Esplora le categorie e scopri tutti i

www.gazzettadiparma.it/…/Da_Parma_a_Novellara_per_rubar…

Alice e dintorni: “XXI Tributo ad Augusto” ad Alice a Novellara (RE)

Ieri la giornata conclusiva del grande raduno annuale dei fans dei Nomadi a Novellara (RE), durante il quale Rosanna Fantuzzi, Beppe Carletti e il giornalista

aliceedintorni.blogspot.com/…/consegnato-il-xxi-tributo-ad-au…

nuova inserzionegennaio2013.indd

Il grande popolo dei fans di Augusto esprime nel ricordo la solidarietà…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Augusto, a due decenni dalla scomparsa è capace di ricreare col sentimento l’atmosfera degli anni ruggenti con la quale teneva stretti sotto il palco le migliaia di appassionati.

di Franco Malaguti

Bentornato Augusto a Novellara, qui accanto alla sua Rosy e al  centinaio di rappresentanti degli infiniti “Fans Club” sparsi per tutto il paese. Gente da ogni angolo d’Italia, ha ascoltato (ai primi di ottobre) il resoconto tenuto da Rosanna Fantuzzi che ha fornito numeri impressionanti sui risultati dell’attività dell’”Associazione Augusto per la vita” nata per promuovere la ricerca sul cancro, una battaglia contro la malattia che ci ha portato via Augusto.
Il Don Divino che li accoglieva si è subito riempito del sentimento di solidarietà che il nostro amato novellarese coltivava e cantava in vita. La proiezione di un video su una delle mille e mille iniziative dell’Associazione racconta, ad esempio, di un servizio di cure domiciliari per il sollievo dei malati di tumore attivato in provincia dell’Aquila. Una solidarietà commovente che trova mille strade, dalle coppie che devolvono la spesa per le bomboniere, agli artigiani che creano lavori da vendere.
E la memoria continua con le parole del sindaco di Camposanto, provincia di Modena, dove hanno intitolato ad Augusto un “Campo musicale”. Dice: non avrei mai creduto di trovare un’atmosfera così cordiale e amichevole. Nicola Paltrinieri un ragazzo tredicenne continua le generazioni di appassionati dei Nomadi cantando alla chitarra il suo pezzo, “Augusto per la vita.

C’è tutto anche su www.augustoperlavita.it

…la navata della chiesa alla Bernolda  riempita dal canto “vagabondo”

La mattina nella chiesa della Bernolda è stata officiata una messa in ricordo di Augusto, ritmata dalle sue canzoni suonate da un gruppo e dando vita ad un evento particolare.
La sensazione è stata di una fortissima commozione che ha pervaso i presenti, tutti legati ad Augusto nel ricordo della sua personalità carismatica.
E’ ancora fortissimo il senso di libertà e di pensiero aperto delle sue canzoni, dal desiderio di evadere e staccarsi.  Dopo venti anni si è rafforzato: ci si è accorti che tutta la chiesa cantava “Io vagabondo” con le note che continuavano a roteare in spirali di sentimento ondeggianti sotto le navate. C’è chi non aveva più lacrime…

Festa Reggio 2011 – Ristorante “Sapori del Sud”

Festa Reggio 30/08/2011 
Tre colori, un sorriso: …è Festa!

Stand Ristorante: “Sapori del Sud” gestito dai volontari di Novellara