Igli Ramosacaj agli europei di judo

europei judo seniores

Igli Ramosacaj parteciperà ai campionati europei di judo che si terranno a Sarajevo in Bosnia Erzegovina dal 18 al 20 settembre. Convocato dopo il bronzoalla coppa della bandiera in Albania, il giovane albanese allenato da Andrea Aldini al Judo Club/Dojo arti marziali Novellara ha ottenuto la 9 convocazione nella nazionale juniores nella categoria 66 kg della nazionale del suo paese. Dopo il ritiro effettuato a Valona in Albania sotto l’occhio vigile di Labo Capo segretario generale della federazione albanese del judo, il quale ha ritenuto Igli idoneo a sbarcare agli europei juniores, si è allenato duramente in Slovenia con ad Isola di Capodistria e a Cannes in Francia. Ramosacaj fa judo solo da 3 anni e in circa due anni e mezzo ha preso la cintura nera come peraltro tutti i suoi compagni di palestra. Studente di 18 anni di 5 superiore è in Italia da 10 anni circa ha cominciato a fare judo verso i 16 anni al Dojo Arti Marziali di Novellara da Andrea Aldini nonostante abitasse a Reggio Emilia, come tanti altri suoi compagni. Duri allenamenti, tanti anche di mattina, lui da solo con il suo maestro Andrea o il suo vice allenatore Stas Calmatui, campione moldavo assoluto nella categoria 66 kg, stage all’institute du judo hanno fatto di Igli un buon judoka emergente, nonostante le difficoltà dovute a coniugare lo studio e lo sport. Igli assieme al suo insegnante Andrea Aldini è l’unico atleta di Reggio Emilia ad approdare ai campionati d’Europa.

15 sigillo per il judo del Dojo Arti Marziali Novellara

Bis di medaglie alla coppa Lombardia a Bergamo
Oro di Lorenzo Villani e del nazionale Juniores Igli Ramosacaj

A Ciserano di Bergamo, domenica si è disputata la 25 coppa di Lombardia di judo valido per l’acquisizione della cintura nera. Per il dojo arti marziali erano in gara, Lorenzo Villani e Igli Ramosacaj. Il primo gareggiava nella categoria cadetti 60 kg. Agli esordi con l’agonismo il giovane novellarese chiudeva per ippon (il ko della boxe) in modo rocambolesco il primo incontro immobilizzando al suolo il proprio avversario. Giunto in finale l’incontro si presentava in salita, ma nonostante la poca esperienza Lorenzo passava in vantaggio. L’avversario di Milano cercava in un qualche modo di recuperare ma con scarsi risultati. A quel punto l’atleta in forza al Dojo di Novellara cambiava tattica e con un formidabile seoi nage (tecnica di lancio) a destra, nonostante Lorenzo sia mancino chiudeva l’incontro per ippon.
Bella gara anche per Igli Ramosacaj della nazionale albanese nei 66 kg juniores che gareggiavano assieme ai seniores, essendo di fatto uno dei più giovani atleti in gara. Apriva la gara con un incontro vinto in quindici secondi secchi per ippon. Il secondo durava un po di più ma l’avversario bergamasco non riuscendo a sfruttare il fattore casa cedeva a Igli dopo circa un minuto con un altro ippon da manuale. Terzo incontro, terza vittoria, cercata ed ottenuta con fatica anche questa con un altro ippon da manuale. Semifinale con l’atleta anglo-italiano Eric Mason di Brescia. Igli passa subito in vantaggio con un’azione spettacolare amministrando saggiamente il risultato, tuttavia la stanchezza del giovane della nazionale albanese (giunto alla 4 convocazione) si fa sentire. Eric pareggia, poi una sanzione dubbia porta in vantaggio il bresciano sull’atleta del Dojo di Novellara, relegando Igli ai recuperi. Nella finalina, il nostro atleta incontrava un judoka allenato dall’olimpionico Diego Brambilla ex compagno di squadra dell’allenatore del Dojo Arti Marziali di Novellara Andrea Aldini. L’incontro parte abbastanza teso, con un confronto anche ai piedi del tatami. Ramosacaj segue le indicazioni del tecnico Andrea e dopo un minuto di gara circa, in contro tecnica pescava l’atleta di Cinisello e chiudeva l’incontro per ippon classificandosi al terzo posto su un lotto di oltre 20 concorrenti.
Grande soddisfazione a Novellara per i risultati ottenuti, confermando il dojo Arti Marziali come una delle realtà più dinamiche della provincia reggiana che nonostante i fenomeni sismici gli atleti di questa palestra hanno continuato fra mille difficoltà ad allenarsi e portare avanti la proprio passione con abnegazione e spirito di sacrificio..

Dott. Andrea Aldini

Diventare inserzionisti del “Portico on-line” è il modo più efficace ed economico per fare pubblicità alla propria Azienda.

Fai pubblicità sui nostri schermi

Fatti conoscere con un vero spot pubblicitario che sarà visto da migliaia di utenti. Garantiamo grande visibilità e grande ritorno di immagine.

Prezzi imbattibili a partire da 37€ al mese.

Scrivici sarai al più presto ricontattato
da un nostro responsabile commerciale.

4 piazzamenti al torneo internazionale di judo Città Murata a Padova

3 5 posti e un settimo posto per gli atleti Novellaresi

Ancora competizioni e ancora soddisfazione per il team di Novellara.
A Cittadella di Padova si è disputato il 32 torneo internazionale di judo “Cittamurata”. Al torneo partecipavano atleti provenienti da tutto l’est europa: Ucraina, Russia, Slovenia, Croazia, Romania, Moldavia e Bulgaria oltre ovviamente Italia e Austria.
Buone notizie da Padova dove arrivano due ottimi 5 posti per Ramosacaj, under 23 66 kg, Glowacki under 23 73 kg e Torreggiani cadetti 66 kg. Settimo posto per Lorenzo Villani all’esordio nella categoria cadetti 60 kg.
La cronaca. Iniziava la gara Gianmarco Torreggiani, alle prime armi con l’agonismo. La partenza era tutt’altro che facile e infatti non riusciva a passare il primo turno. Relegato ai recuperi, due ottimi incontri portavano in finale per il 3 posto il giovane novellarese. Dopo aver condotto tutta la gara, un errore dovuto solo all’inesperienza regalava all’avversario il bronzo. Buona comunque la prestazione. Esordio nelle competizioni per Lorenzo Villani che con due incontri disputati ottimamente si piazzava al settimo posto facendo ben promettere per le prestazioni future.
Per il dojo successivamente gareggiavano Bilel Messaoud e Igli Ramosacaj nella categoria under 23, 66 kg.  Il primo, atleta tunisino nonostante la preparazione perdeva dall’atleta della nazionale ucraina su un episodio abbastanza contestato che peraltro non gli consentiva di accedere ai recuperi.
Ottima gara, invece per il compagno di squadra e titolare della nazionale albanese Igli Ramosacaj. Il primo incontro lo vedeva vincente in 9 secondi secchi per ippon (il ko della boxe). Nel secondo incontro passava in vantaggio per waza ari (mezzo punto) e conduceva tutta la gara. Un arbitraggio osceno (oggetto anche di contestazione da parte dei commissari di gara) non puniva la passività dell’avversario che dopo non aver fatto niente per 3 minuti e mezzo in un qualche modo ribaltava l’incontro. Relegato ai recuperi l’atleta in forza al team di Novellara, chiudeve in 5 secondi secchi il primo incontro per ippon e in un minuto e mezzo il secondo. La finale per il terzo posto, vedeva il giovane titolare della nazionale albanese partire in vantaggio, ma ad un certo punto la stanchezza del ritiro in nazionale fatto la settimana prima e il conseguente viaggio per l’Italia si sono fatti sentire in un colpo solo, mancando di un soffio la medaglia.
Bella gara anche per il compagno Dorian Glowacki, la cintura nera dei miracoli (presa dopo un anno e 11 mesi di judo). Il polacco in forza al club di Novellara disputava ben 6 incontri. Vinti facilmente i primi 2 in una manciata di secondi, giunto al terzo incontro un brutto errore consegnava la vittoria al rappresentante della nazionale rumena. Relegato ai recuperi Dorian piazzava altri due ippon e accedeva alla finale con il rappresentante della regione veneto. Passato in vantaggio non riusciva a chiudere il conto e la stanchezza si faceva sentire tutta lasciando la possibilità all’avversario di recuperare. In ogni caso il team di Novellara si piazzava al quindicesimo posto su oltre 100 società a riprova dell’ottimo lavoro svolto dai tecnici nostrani in Strada Boschi al Dojo Arti Marziali.

Judo: open di Genova a testa alta per il Dojo Novellara

Ennesimo torneo ed ennesimo successo per gli atleti di Novellara
Oro per Glowacki, bronzo per Ramosacaj e quinto posto per Messaoud

Domenica si è svolto a Genova il primo torneo Open di Judo città di Genova e gli unici rappresentanti dell’Emilia Romagna erano i tre atleti del Dojo arti marziali di Novellara. La gara era suddivisa solo in 2 categorie: fino a 73 kg e oltre 73 kg o in alternativa open senza limite. Nella categoria fino a 73 kg gareggiavano Igli Ramosacaj e Bilel Messaoud. Nella categoria open gareggiava Dorian Glowacki che apriva la gara vincendo facile nonostante fosse uno dei più leggeri battendo in finale per ippon (ko della boxe) l’atleta sanremese che comunque pesava 15 kg in più di Dorian. Bella gara nonostante la febbre del nazionale albanese Igli Ramosacaj che vince con fatica il primo incontro. Nel secondo la febbre si fa sentire e Igli non riesce a portare a casa il risultato. Relegato ai recuperi l’atleta allenato a Novellara chiudeva in modo rocambolesco il primo incontro dei recuperi dopo circa un minuto. La finale poi lo vedeva vincente in una manciata di secondi. Peccato che non sia arrivato l’oro anche perché Igli aveva disputato una settimana prima una bella gara di Coppa Europa, unico atleta reggiano in Europa. Buona gara per Bilel Messaoud che con due incontri vinti bene e due persi, comunque lottando tenacemente, si ferma al quinto posto. L’atleta di origine tunisina ma naturalizzato italiano ha mostrato buone qualità di tenacia e di lotta. Da notare che gli atleti allenati da Andrea Aldini erano i più giovani in gara essendo juniores e hanno lottato solo con atleti seniores dando un ulteriore soddisfazione ai tecnici del Dojo Arti Marziali.