A VERONA SI BESTEMMIAVA

bestemmia
Gentile direttore, chi ha partecipato l’altra domenica alla Marcia per la famiglia (31), oltre alle infinite polemiche di quei giorni, è rimasto colpito dalla violenza verbale dei contestatori e dalla pochezza delle loro argomentazioni, imperniate su rabbia, livore, furore e odio. Si son visti cartelli con scritte oscene e tante, tante bestemmie a cui si potrebbe rispondere. <<Caro amico, non sopporto chi bestemmia perché offende la mia sensibilità e quella di tutti i credenti. Se io venissi da te, amico/a bestemmiatore e ti dicessi che tuo padre è un porco e tua madre una p…. (scusi la volgarità), mi daresti un cazzotto in faccia. Perché dunque ti permetti di offendere mio Padre e mia Madre impunemente? Se tu andassi a farlo in qualche Paese islamico, faresti una brutta fine. Per tua fortuna vivi in Italia, una Nazione dove vi è il massimo delle libertà, compresa quella di bestemmiare. Per intelligenza, per rispetto e per educazione, ti invito sorella o fratello, di non abusare di questa libertà…>>
Paolo Pagliani
Buona Pasqua[5524].png
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...