Millefiori, nasce l’Azienda speciale

STRUTTURA 04_2764_185

Un punto fermo, che è anche un punto d’inizio. Il Consiglio comunale che si è svolto a Novellara giovedì 10 maggio ha segnato un passo fondamentale nell’iter di trasformazione dell’Istituzione I Millefiori in Azienda speciale. Sono stati infatti votati lo statuto e l’atto costitutivo. Una conclusione che è però anche l’inizio di un nuovo soggetto, che continuerà a mantenere le caratteristiche di gestione pubblica e diretta nonché di prossimità territoriale che in questi anni hanno fatto la differenza e hanno portato i servizi alla qualità che conosciamo.
Nel corso del Consiglio comunale di giovedì sera è stata infatti approvata la delibera di Consiglio “Costituzione dell’Azienda speciale per i servizi sociali I Millefiori e atti conseguenti”, frutto di mesi di lavoro e confronto fra tecnici, Amministratori e parti sociali. Nel testo della delibera si ribadisce come l’Azienda Speciale sia lo strumento più idoneo, per lo meno in una fase transitoria, per dare continuità all’attuale gestione dei servizi sociali, in attesa che a livello distrettuale si delinei con più chiarezza una modalità per la gestione associata di tali funzioni.
Viene perciò riconfermato quanto più volte detto nel corso dei Consigli comunali e delle assemblee pubbliche: la transizione era necessaria, e si è scelto di costituire l’Azienda per cercare di superare al meglio i limiti organizzativi e gestionali dell’istituzione, determinati dai recenti orientamenti della normativa.
Durante lo stesso Consiglio di giovedì è stato poi approvato un ordine del giorno dell’Unione bassa Reggiana che impegna i comuni ad una più ampia riflessione sul futuro dei servizi sociali, nella speranza di arrivare ad una gestione associata in un unico ente strumentale distrettuale relativamente ai servizi dedicati alla non autosufficienza.
Si tratta di un primo passaggio tecnico che inizia a definire il nuovo ente – afferma il Vicesindaco e Assessore al welfare Alessandro Baracchi – e ci dà l’opportunità di provvedere agli adempimenti successivi. Come anticipato diamo corso ad una necessaria evoluzione organizzativa volta a sanare problematiche contingenti ma che non ci distoglie dall’orizzonte di discussione unionale. Lo testimonia l’ordine del giorno votato, costruito tra l’altro grazie alla collaborazione anche dei gruppi consiliari di opposizione che sia a livello comunale che unionale ha dimostrato collaborazione e responsabilità su una tematica delicata quale la gestione dei servizi sociali dedicati agli anziani. È inoltre in corso il confronto con le parti sociali per gestire al meglio i passaggi relativi al personale sino ad oggi in carico all’Istituzione”.
I prossimi passi verso la nuova Azienda speciale si svolgeranno a stretto giro: entro la fine del mese dovranno essere approvati il bilancio preventivo dell’azienda per l’anno 2018, il piano programma e il contratto di servizio fra Comune e azienda.

Francesca Amadei

abf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...