FISCO IN ARRIVO… MA NON PER TUTTI

banconote

Il debito dello stato è la ricchezza del popolo, la moneta creata dal privato (esentasse) crea la povertà del popolo.

Gentile direttore, sono disponibili i documenti per effettuare la dichiarazione dei redditi relativi all’anno scorso. Sono certamente d’accordo nell’accelerare sull’abolizione dei vitalizi di casta per motivi etici e di equità ma quello che si risparmia, non è certo sufficiente a dare una sterzata alla disastrata economia italiana. Il vero tumore, lo si ripete da decenni, sono i miliardi evasi al fisco e l’enorme voragine di risorse disperse in tangenti e mazzette. Mi chiedo se sia possibile che molte categorie o società, (esclusi pensionati e quelli a reddito fisso), denuncino cifre da …fame e che i paperoni, (oltre i 300 mila euro), siano solo lo…0,1%. Se davvero i vincitori delle ultime elezioni vogliono cambiare le cose, dovranno agire senza pietà contro questi due fenomeni imponendo leggi che stronchino con pene chiare e severe chi impedisce all’economia di rialzarsi. Ricordiamoci che abbiamo un debito pubblico oltre i 2200 miliardi di euro, su cui paghiamo fior di interessi e che un terzo è detenuto all’estero. Forse il nuovo Parlamento dovrebbe porsi come obiettivo di affrontare quantomeno il problema, del tutto sparito in campagna elettorale. Molto più facile parlare di migranti.
Cordialità
Paolo Pagliani

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...