Non lasciare che l’alcol rubi il tuo futuro…

Alcolisti Anonimi, una risorsa nel recupero dall’alcolismo.

drunk-girlSono Cristina e sono un’alcolista sobria da dodici anni, immensamente grata ad Alcolisti Anonimi perchè grazie a questa Associazione ho dato una svolta alla mia vita ritrovando la perduta dignità di persona a causa dell’alcolismo.
Sono arrivata in gruppo grazie al suggerimento del mio medico di base dopo innumerevoli tentativi in cui ho cercato invano di smettere da sola con una grande frustrazione perchè ogni volta vedevo svanire tutte le promesse che mi ero fatta.
Dal momento in cui ho partecipato alla mia “prima riunione” in un gruppo di Alcolisti Anonimi, mi sono sentita subito a mio agio, libera di dare voce a tutti quei momenti di sofferenza, vergogna e tanto altro non sentendomi più inadeguata perchè insieme a persone con il mio stesso problema.
Ho trovato la speranza, la comprensione, la condivisione. Non ero più sola….anch’io avrei potuto farcela.
Ho iniziato a bere da adolescente, forse per soffocare la mia mia inadeguatezza, per non sentirmi ipersensibile, forse per anestetizzare il dolore, non fisico ma emotivo.
Il mancato riconoscimento da parte di mio padre, la morte prematura di mia mamma, il dover essere forte per affrontare la vita, il grande senso di responsabilità che mi è sempre appartenuto, i numerosi sensi di colpa che poi ho compreso essere ingiustificati e del tutto assurdi…..
Paradossalmente l’alcol è stato quella sostanza che mi ha aiutato per lunghi anni a “coprire” le mie fragilità e le mie paure di non farcela. Tutti mi vedevano come una persona forte, brava nel lavoro, moglie e poi madre premurosa pronta a prendersi cura degli altri ma che in realtà si sentiva morire nell’anima.
L’alcolismo non avrebbe avuto effetti così devastanti se avesse riguardato solo la componente fisica; il danno maggiore è consistito in un totale svuotamento da ogni risorsa, interesse e dignità personale man mano che il mio bere, nel suo inesorabile progredire, si portava via la mia mente e la mia anima.
Nell’ultimo anno di alcolismo attivo mi sono ritrovata costretta a bere superalcolici alle cinque di mattina per calmare il tremore delle mani e riuscire ad andare al lavoro.
Poi rigorosamente una forzata astinenza fino al pomeriggio quando,finalmente a casa iniziava la dolorosa prassi quotidiana col bere il primo bicchiere. Da qui la successiva compulsione a prenderne ancora e ancora fino a quanto ce n’era e poi l’ossessione di non rimanere senza il giorno successivo.
Tutto questo in gran segreto, da sola.Naturalmente bevevo anche a tavola e nel sociale per giustificare l’alito alcolico.
I peggiori guai sicuramente li ho fatti a me stessa, sulla mia fibra morale con enormi sensi di colpa: essere un’alcolista donna lo ritenevo squallido e più degradante di quello dei maschi.
Smettere di bere non è stato semplice, il gruppo degli alcolisti anonimi mi è stato vicino, mi ha sostenuto ed incoraggiato fortemente ma ora dipendeva da me.
Il passaggio da una precaria astinenza ad una stabile sobrietà ha richiesto una costante frequenza alle riunioni di gruppo, un impegno convinto e la forza di non mollare mai; l’alcolismo purtroppo viene spesso sottovalutato, ma non è un vizio. L’O.M.S. della Sanità lo definisce malattia progressiva, inguaribile, mortale e di recente lo inquadra come disturbo comportamentale cronico. Il metodo di alcolisti anonimi si basa sull’aiuto vicendevole di persone che mettono in comune la loro esperienza, forza e speranza per risolvere il loro problema e per aiutare altri a recuperarsi dall’alcolismo, ma non solo: c’è un bellissimo programma da mettere in pratica, conosciuto in tutto il mondo come “metodo dei dodici passi”, grazie al quale c’è la possibilità concreta di raggiungere una vera e stabile sobrietà ed un nuovo stile di vita.
Nel mantovano esistono cinque gruppi di A.A.: Ostiglia, Quistello, Mantova, Volta Mantovana e Castel Goffredo. Chi avesse bisogno può contattare il Referente per la provincia di Mantova al numero telefonico 334/7341327.
Io vi ringrazio per l’attenzione, forte e doveroso il messaggio che ho sentito di portarvi attraverso questa mia testimonianza sperando possa essere d’aiuto e di incoraggiamento per le tante persone che soffrono a causa dell’alcolismo. Insieme possiamo farcela. Per vivere serenamente il presente e per non lasciarci rubare il nostro futuro…..

Con affetto, Cristina

Alcolisti anonimi-300

Advertisements

Informazioni su il Portico on-line

... è ora di comunicare on-line
Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...