TERREMOTO: SCIACALLAGGIO PUBBLICITARIO

carosello_siglaGentile direttore, guardo il Presidente Mattarella che si ferma davanti ad ogni bara che contiene le salme e i parenti delle vittime non sottraendosi  alla disperazione cercando di trasmettere vicinanza e sostegno; un’emozione dal teleschermo straordinaria. E su quell’infinito, inconsolabile dolore spunta l’annuncio: <<Ci dobbiamo fermare per i consigli pubblicitari>>. E’ una vergogna! E credo che quella perdita di vergogna sia una delle più truci esperienze dei nostri giorni. Anche se la pubblicità è la fonte di sostentamento di emittenti che non percepiscono canone, rendersi complici dello sciacallaggio pubblicitario non è comprensibile. Alla morte si addicono silenzio e pudore. Se non ci si sente di farlo, si rinunci alla diretta mandando in onda edificanti telefilm o remoti documentari. La decenza ha un limite invalicabile.

Cordialità
Paolo Pagliani

C_2_fotogallery_3004501_0_image

Advertisements

Informazioni su il Portico on-line

... è ora di comunicare on-line
Questa voce è stata pubblicata in Paolo Pagliani. Contrassegna il permalink.

Una risposta a TERREMOTO: SCIACALLAGGIO PUBBLICITARIO

  1. Renzo ha detto:

    Fortuna che abbiamo sempre il nostro indignato speciale darci perle di ovvietà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...