Il sottopassaggio della tangenziale diventa la tela di un murales

Questo slideshow richiede JavaScript.

Si è concluso nei giorni scorsi il laboratorio di street art che ha permesso di realizzare tre murales nel sottopassaggio della tangenziale verso Guastalla. L’opera è stata realizzata da un gruppo di giovani appassionati di questa arte urbana, affiancati da un esperto in tecniche pittoriche e promosso dagli educatori del Centro Giovani e dall’associazione Pro.di.Gio.
Il tema, “strade in musica” suggerito dall’amministrazione è stato tradotto da questi ragazzi in figure e immagini che richiamano la musica nera, il jazz per poi arrivare a stili più vicini ai giovani come l’hip hop e lo stile di “strada”.
I partecipanti hanno potuto così avvicinarsi a nuove tecniche artistiche e apprendere competenze progettuali utili alla creazione di un’opera d’arte muraria.
Novellara segue la strada del “museo a cielo aperto” grazie a queste esperienze ed opere d’arte urbana che, non solo valorizzano aree a rischio degrado o di edilizia popolare “povera”, ma  divulgano nuova memoria ed identità.
Il progetto comunale prevede ora d’intervenire con la realizzazione di panchine artistiche al Parco Augusto Daolio attraverso un progetto formativo e d’orientamento che ha coinvolto gli studenti del liceo artistico G. Chierici di Reggio Emilia e ben presto si estenderà a luoghi del centro storico in grado di evocare artisti importanti per la città: Lelio Orsi, Augusto Daolio e Vivaldo Poli.
L’assessore alla cultura Marco Battini e ai giovani Milena Saccani hanno avuto modo di apprezzare la partecipazione, la costanza, l’impegno e creatività di questi giovani che, seppur non professionisti, hanno consegnato alla comunità un’opera di qualità per dimensioni e caratteristiche. E continuano: “L’arte urbana diventa un elemento di dinamismo culturale, di strategia di crescita socio-economica e turistica, strumento in grado di dare a spazi privi di qualificazione nuova vita e valore. A Novellara con i murales realizzati anni fa da Giacinto Sgarbi presso il Parco Primavera, si era già realizzato un intervento di street art molto apprezzato dai cittadini e il nostro intento è ampliare questa visione artistica”.

Fot-003-640

Annunci

Informazioni su il Portico on-line

... è ora di comunicare on-line
Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il sottopassaggio della tangenziale diventa la tela di un murales

  1. Paolo ha detto:

    Bene i murales sotto la tangenziale. Ricordiamoci che c’ è da terminare di sopra con il richiestissimo l’ultimo stra….benedetto tratto. Non fermiamoci, avanti decisi e se occorre con ferocia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...