ESTATE RAI

TV SPAZZATURAGentile direttore, la banalità della programmazione estiva, televisiva e radiofonica non è nuova e ci fa comprendere l’abisso culturale su cui naviga l’emittente di Stato. Di nuovo c’è la storia che avanza inattesa e inesorabile verso lidi sconosciuti: Isis, Lampedusa, la crisi serissima dell’UE, xenofobia e nazionalismi montanti, i nostri figli che guardano all’estero, la Grecia che affonda e altro ancora. Nel mentre succede tutto questo, si mandano in vacanza giornalisti e conduttori, anchorman e registi, si chiudono programmi di approfondimento, dibattiti, talk show che nel bene e nel male informavano sull’attualità, si riducono edizioni e si spostano orari attingendo a fondi di magazzino con repliche e film da anni 50, sopperendo con la gastronomia di una Italia pensata crapulona e con la cronaca nera di un Paese supposto amante del trucido. Non è un palato esigente il nostro. Credo molto di più che l’opinione pubblica italiana da Casina in su, abbia il diritto di non vedere  e sentire ovvietà, assieme a quello di essere informata anche d’estate. Il canone lo paghiamo per 12 mesi non per 10!
Cordialità
Paolo Pagliani
Per informazioni telefonare al 3333 460 860

Per informazioni telefonare al 3333 460 860

Advertisements

Informazioni su il Portico on-line

... è ora di comunicare on-line
Questa voce è stata pubblicata in Paolo Pagliani e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...