Un defibrillatore in centro storico: sabato l’ianugurazione

0bpsogqybebtumgqpb0fhctg20140623090321

COMUNICATO STAMPA – Sabato 5 luglio alle ore 9.30 l’amministrazione comunale inaugurerà il defibrillatore semi automatico che sarà posizionato in modo permanente in Piazza Unità d’Italia (lato Unicredit). All’inaugurazione in pieno centro storico saranno presenti: il Sindaco Elena Carletti, l’infermiera del 118 nonché responsabile formazione per i corsi BLSD (BASIC LIFE SUPPORT – DEFIBRILLATION) Adonella Giroldini ed il Presidente della CRI Novellara Roberto Crotti.

Durante la mattinata saranno gli operatori della Croce Rossa Italiana – sezione Novellara si renderanno disponibili a tutti i curiosi e passanti per illustrare le manovre necessarie per intervenire sui soggetti in caso di arresto cardiaco e saranno presenti i vigili urbani con il mezzo dotato di defibrillatore.
L’iniziativa di prevenzione si inserisce in un ampio progetto di sensibilizzazione e informazione che ha avviato nei mesi scorsi l’amministrazione comunale. Nell’ottobre scorso il Comune aveva aderito a Settimana Viva, organizzando un momento pubblico di informazione e sensibilizzazione con l’aiuto degli operatori CRI di Novellara.
L’amministrazione comunale ha poi proseguito il progetto ottenendo un contributo dalla Regione Emilia Romagna per dotarsi di due defibrillatori semi-automatici (DAE) posizionati presso l’Ufficio Relazioni con il pubblico e alla Casa Protetta (altri due sono stati acquistati dal Comune per un veicolo della Polizia Municipale e per il centro storico) e per organizzare un corso al quale hanno partecipato 24 tra vigili urbani e dipendenti comunali. Il progetto denominato  “Da cuore a cuore” ha così permesso a questi dipendenti comunali di diventare volontariamente  “soccorritori laici” all’interno del proprio luogo di lavoro e non solo.
Collocare infine un defibrillatore in un luogo pubblico e centrale come la Piazza Unità d’Italia significa dare la possibilità a tutti, in caso di bisogno, d’intervenire in modo tempestivo nel prestare soccorso. Si stima che le persone colpite da arresto cardiopolmonare in Europa sono ogni anno 400 mila, 60 mila gli italiani, e il 70% degli arresti cardiaci avviene in presenza di qualcuno che potrebbe iniziare la rianimazione cardiopatica se solo avesse i mezzi adeguati per intervenire.

Sara GermaniFarmacia Web

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...