TURPILOQUIO POLITICO

Gentile direttore, la politica sta vivendo l’ora del turpiloquio e della cattiva educazione. Osservo che di giorno in giorno superiamo i confini di quel vivere civile che richiede un qualunque circostanza, buona educazione, gentilezza, considerazione degli altri, anche dei propri avversari.  Gli esempi sono innumerevoli e basta leggere un giornale, ascoltare un telegiornale o seguire un talk show per rendersene conto. Chi parla di politica – quindi non solo i politici – ha modalità di comportamento e di linguaggio impensabile sino a poco tempo orsono essendo violenti e maleducati i leader politici e i parlamentari. Ma anche chi li critica, chi manifesta contro di loro, chi si esprime nell’ampio e variegato mondo che popola i social network. C’è chi attribuisce la responsabilità a questi ultimi ma penso che all’origine vi sia quella che possiamo definire <<cattiveria sociale>>, un desiderio incontrollato e disordinato di far male a chi si considera colpevole del proprio disagio. Occorre invece, nella sfera politica, creare una nuova grammatica e puntare di nuovo all’esercizio della buona educazione in quanto sono loro i politici che ancor prima che dilagassero i social network, hanno usato il turpiloquio e molti, pur contestandoli, li hanno seguiti e imitati. Oggi fortunatamente c’é chi comincia ad accorgersi di quanto <<barbarici>> siano questi comportamenti e ci sia bisogno di gentilezza e di buoni sentimenti recependo pure ciò che Papa Francesco ha detto che nelle famiglie è necessario ricominciare a usare tre parole fondamentali: permesso, grazie, scusa.

Cordiallità
Paolo Pagliani

La Bussola 2014-2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...