I pioppi tornano nelle Valli

80 pioppi sono stati piantati dagli studenti della scuola elementare. Creato anche un vivaio che servirà a infoltire il Parco Augusto

Sono stati oltre 100 gli alberi piantumati durante la Festa dell’albero che si è svolta il 21 e 22 novembre a Novellara e alla Bernolda. L’iniziativa ha coinvolto le classi prime e terze della scuola elementare, il Comune, le Guardie Giurate Ecologiche Volontarie ed altri volontari, per arricchire il patrimonio verde locale.
A settembre l’Amministrazione Comunale si era ripromessa di investire con nuove piantumazioni, a seguito della manutenzione straordinaria alle alberature in diverse zone di Novellara, a causa delle lesioni e carie riscontrate dallo studio fitopatologico.
In totale economia e rispetto dell’ambiente, il Comune e GGEV hanno recuperato dalla potatura di due pioppi 80 talee che le classi di prima hanno posizionato lungo via Valle nella giornata odierna. I bambini, coadiuvati dalle GGEV, hanno legato a ciascun albero l’impronta di carta della loro mano, in segno di cura e protezione.
Inoltre, nella giornata di mercoledì le classi terze hanno potuto posizionare con le proprie mani una trentina di piantine e cespugli (frassino, aceri, quercia, ippocastano, alloro, ibisco ecc) che hanno coltivato, curato, osservato negli ultimi due anni scolastici grazie al “progetto ambiente” inserito nel POF scolastico. E’ stato così realizzato un vivaio con l’aiuto dell’ufficio ambiente vicino al magazzino comunale, in attesa di poterle trasferire, una volta ben radicate e forti, al Parco Augusto ed in altre zone del centro di Novellara.
Il Sindaco Raul Daoli, presente per salutare le prime classi aderenti al progetto ha invitato tutti i bambini a percorrere in bici o a piedi con i propri genitori via Valle, che grazie al loro contributo è tornata ad essere uno dei viali che più rappresenta il tipico paesaggio rurale di pianura.
Siamo andati a recuperare un’antica tradizione dei nostri bisnonni, che piantavano alcuni pioppi per ogni nuovo nato, come “dote” per i propri figli – dice la Vice Preside Edie Pavarini e referente per il Progetto Ambiente – la legna, infatti poteva essere poi tagliata e venduta per il matrimonio; ora ci sembra più attuale piantare alberi perché i nostri studenti usano tantissima carta e bisogna ribadire loro l’importanza degli alberi per la vita di tutti”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...