CIBO NEI CASSONETTI

Caro direttore,
è passata pure l’Epifania che “tutte le feste porta via”, lasciandoci come ricordo anche quest’anno le cattive abitudini dissipatorie e nemiche dell’ambiente, si parla di enormi sprechi nelle tavolate specialmente natalizie. Le attendibili statistiche dimostrano che nonostante la perdurante crisi, il 20% delle spese alimentari pari a 1,3 miliardi di euro (440 tonnellate di cibo), sono finite nei cassonetti della spazzatura; un vero schiaffo alla miseria pari a 50 euro a famiglia. A passare con più facilità dal piatto alla pattumiera sono stati latticini, uova e carne quindi il solito pane ed a seguire frutta e verdura. Si pensava che dopo la manovra <<lacrime e sangue>> ed i consumi in calo, cambiassero le nostre abitudini ma gli sprechi si sono contratti solo di un 2-3%. E’ uno scempio dal punto di vista etico ed economico ma anche sul versante ambientale, basti pensare che una sola tonnellata di rifiuti organici, genera più di 4 tonnellate di CO2 (anidride carbonica).

Cordialmente 
Paolo Pagliani

1 Comment

  1. Ogni tanto sarebbe bello non dover leggere i soliti luoghi comuni, puntuali come servizi catastrofisti dei tg al cambio dell’ora legale. Quali sarebbero queste “statistiche attendibili”? Chi le conduce? e come? Vengono forse a rovistarci nella mia o nella sua spazzatura per sapere quanto abbiamo buttato via dopo averlo comprato col sudore della fronte?
    Non è che forse tutte queste tonnellate di cibo buttato via sono in realtà prodotte nelle gastronomie della grande distribuzione, le quali sono costrette a liberarsi degli alimenti dopo un certo tot per motivi igienici? Non è che forse questo cibo buttato via sono semplicemente cibo avariato (sapete, capita quando sei costretto a comprarti 5 KG di mandarino alla volta per pagarli un prezzo decente!) oppure cibo spazzatura (patatine, snack, ecc) che uno si concede sotto le feste ma che poi, se avanza, non assume per non esserne ulteriormente intossicato? Sì, certo, è sempre deplorevole buttar via del cibo quando in Africa i bambini muoiono di fame (Bel cliché, vero? un classico intramontabile!), ma non è che se raccatto le patatine, gli snack e i mandarini marci, l’impachetto e glieli spedisco, gli faccio certo un favore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...